Business | Articoli

Università: ecco la laurea in Internet of things

21 Agosto 2017


Università: ecco la laurea in Internet of things

> Business Pubblicato il 21 Agosto 2017



All’Università di Udine nuovo corso di laurea in tecnologie informatiche per l’Industria 4.0: ecco come funziona.

Per l’anno accademico 2017/18 dall’Università di Udine viene attivato la formazione di specialisti nei settori emergenti delle tecnologie informatiche e digitali, come quelle per l’industria 4.0: Internet of things, big data and web. Vediamo di cosa si tratta.

Professioni dell’industria 4.0: le più richieste

Data scientist, business analyst, sviluppatori di applicazioni web e mobile, big data architect, digital copywriter e digital advertiser sono i lavori più richiesti anche nel nostro paese, eppure, in Italia, il 22% delle posizioni aperte nel settore digitale rimane vacante. Un buco causato dall’assenza di specialisti: da noi i giovani occupati nel settore digitale sono solo il 12%, contro il 16% della media europea.

Secondo la Commissione europea parliamo di 900mila posizioni aperte in Europa entro il 2020, al netto della disponibilità delle aziende a pagare i professionisti già esistenti secondo salari commisurati alle loro competenze.

A cosa serve il corso di laurea in Internet Of Things

Il corso in Iot (Internet of Things, appunto) nasce per rinforzare le capacità di inserimento nel mondo del lavoro di esperti, in particolare, nei settori dell’internet delle cose, dei big data, delle tecnologie web, del machine learning, del social e del mobile computing e della statistica applicata.

Parte integrante e fondamentale del percorso formativo saranno le attività in laboratorio e i tirocini in aziende. L’iniziativa, coordinata dal Professore Agostino Dovier, attivata dal dipartimento di Scienze matematiche, informatiche e fisiche come evoluzione del corso in «Tecnologie web e multimediali» nasce proprio per rispondere alla rapida evoluzione e differenziazione delle discipline informatiche.

Corso di laurea in Internet of Things: i profili in uscita

Dal corso usciranno una serie di profili specializzati, quali ad esempio progettista/programmatore di prototipi e applicazioni per l’internet of things, analista e progettista web, web designer e developer, web manager, data scientist.

note

Autore immagine: Pixabay.com


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA