Business | Articoli

Arriva Blinq: anello smart finanziato dal crowdfunding

23 Agosto 2017
Arriva Blinq: anello smart finanziato dal crowdfunding

Il nuovo wearable che mantiene le funzionalità necessarie e non disdegna lo stile. Vediamo di cosa si tratta.

Un anello smart realizzato con materiali pregiati e vere pietre preziose che consente la ricezione delle notifiche attraverso vibrazione e led visivo.

Secondo gli appassionati si tratterebbe di un accessorio fondamentale per riscoprire il piacere del lusso e di uno stile ricercato anche nel mercato dei wearable, dove regna la preponderante concezione che il design debba essere sacrificato in luogo della funzionalità.

Cosa sono i Weareble

Nell’ormai ampio mercato degli oggetti smart e dell’Internet of Things si definisce wearable (letteralmente «indossabile») un dispositivo elettronico che si porta solitamente sul polso e che la ha funzione di ricevere delle notifiche dello smartphone o più in generale di interagire con esso.

Generalmente i wearable sono collegati allo smartphone via wireless, onde medie FM o – molto più spesso – via Bluetooth.

Anelli smart: vari modelli disponibili

Il nuovo anello smart va ad affiancarsi ai modelli già esistenti ma se ne distingue per stile.

Sono vari difatti i modelli già esistenti sul mercato e già di discreto successo, tra i tanti, ad esempio Orii, che offre la possibilità di rispondere alle chiamate appoggiando un dito al nostro orecchio grazie al sensore ad induzione ossea e alla connettività Bluetooth; oppure Kerv, il primo anello al mondo capace di poter effettuare pagamenti contactless, immagazzinando informazioni sulle nostre carte di credito e password private.

In tutti questi casi, tuttavia, la sostanza assume un aspetto fondamentale rispetto alla forma: le linee sono lungi dall’essere accattivanti, standardizzate, e i dispositivi realizzati con materiali funzionali ma poco pregiati.

Blinq intende spingere su un ritorno allo stile, pur mantenendo tutte le funzionalità che ci si aspetta da un wearable: un cubetto di ceramica di 13 x 10 millimetri che contiene al suo interno tutta la tecnologia necessaria al suo funzionamento. L’anello è dotato di un ricevitore Bluetooth per poter intercettare le notifiche, un motorino per la vibrazione, un sensore Led Rgb e anche un sensore per il rilevamento dei tocchi, si ricarica wireless è certificato Ip67. Intorno invece si sviluppa l’anello, con un design che varia da modello a modello, e che miscela sapientemente argento 925 o oro 14K con vere pietre preziose creando l’effetto di un affascinante gadget tecnologico che prende il meglio dei due mondi: tecnologia e moda.

Come funziona Blinq?

Il funzionamento dell’anello è molto semplice: si scarica l’app proprietaria, disponibile sia sul Google Play Store che sull’App Store; dall’interno dell’app possiamo scegliere il colore e la vibrazione per le notifiche in arrivo dalle varie applicazioni, impostare gruppi o contatti speciali con impostazioni personalizzati per le notifiche oltre che ad alcuni comandi impostabili attraverso tap speciali dell’anello.

Blinq è un progetto di crowdfunding

Blinq sarà disponibile a breve su Kickstarter (la più grande piattaforma al mondo dedicata al crowdfunding) per chi volesse ordinarlo ad un prezzo competitivo. Si parla di 129/149 dollari per gli early birdsa seconda del modello e del materiale utilizzato. L’azienda produttrice ha in mente un lancio presso store fisici dislocati in America, Europa e Asia in una fase successiva, mentre le spedizioni per la campagna su Kickstarter potrebbero arrivare già ad Ottobre.

Come si fa a farsi finanziare un progetto attraverso crowdfunding?

Hai un’idea e vuoi finanziarla tramite il crowdfunding? Ti spieghiamo come fare con la nostra guida dedicata, leggi Come farsi finanziare tramite il crowdfunding e anche Crowdfunding anche per le Srl.


note

Autore immagine: Pixabay.com


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube