Diritto e Fisco | Articoli

Agenzia delle Entrate e rinuncia al piano di definizione agevolata

13 Ottobre 2018
Agenzia delle Entrate e rinuncia al piano di definizione agevolata

Ho aderito alla rottamazione agevolata 2018 e mi è stata accettata con pagamento in 3 rate (31 Ottobre, 30 Novembre, 28 Febbraio 2019). Ora però credo di non poterle pagare e perciò vorrei rinunciare. Al momento della domanda di adesione avevo in essere tre rateizzazioni che rappresentavano il debito complessivo. Ho sempre pagato le rate e le ho sospese nel momento dell’inoltro della richiesta di rottamazione. Posso riprendere le mie rateizzazioni già dal mese successivo alla prima scadenza ossia Novembre senza dover comunicare la mia “rinuncia” all’Agenzia?

Il mancato pagamento della prima rata del piano di definizione agevolata equivale a tacita rinuncia alla rottamazione, con la conseguenza che l’Agenzia delle Entrate Riscossione revocherà, alla scadenza della prima rata non pagata, la sospensione delle precedenti rateizzazioni.

Il lettore potrà dunque riprendere il pagamento delle rate dei piani di ammortamento in regola, secondo le scadenze stabilite.

 

Articolo tratto dalla consulenza resa dall’avv. Maria Monteleone



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube