Tech | Articoli

Come collegare telefono, tablet o pc alla TV

13 Ottobre 2018
Come collegare telefono, tablet o pc alla TV

Cellulare, pc e TV: come collegare questi strumenti con o senza filo. Quali sono le modalità più semplici e veloci da utilizzare.

Vorresti condividere con i tuoi amici e familiari il ricordo di una vacanza o di una festa di compleanno, ma far vedere ad una ad una le foto dal tuo telefonino a tutti è scomodo? Oppure vorresti solo guardare un video in rete comodamente dal tuo televisore? Non ti resta altro da fare allora chescoprire come collegare il telefono, il tablet o il pc alla TV. Cosa fare se all’improvviso lo schermo del pc si rompe e smette di funzionare? Non è più possibile accedere ai dati anche se il computer è ancora funzionante. La soluzione per renderlo ancora utilizzabile è collegarlo a uno schermo esterno che può tranquillamente essere quello della tua televisione. E se invece stai semplicemente lavorando o scrivendo al pc ma lo schermo è troppo piccolo per contenere contemporaneamente e a vista documenti, pagine internet, editor di testo e social network? E se nel frattempo arriva una notifica di una chat? Sei costretto a ridimensionare tutte le finestre per aprire in primo piano quella che ti interessa. Quanto tempo ci metterai poi per incastrare di nuovo tutto sul tuo schermo? Quando siamo in giro è comodo avere dei dispositivi piccoli, maneggevoli e soprattutto leggeri, ma quando siamo in casa sarebbe perfetto avere uno schermo più grande per avere tutto quello che vogliamo sotto gli occhi, nello stesso momento. Se stai pensando che questa operazione occuperà gran parte della tua giornata e che dovrai procurarti dei cavi introvabili, ingombranti e costosissimi, beh puoi tirare un sospiro di sollievo, perché non sarà così. In pochi minuti e con pochi strumenti sarai in grado di utilizzare a pieno i tuoi dispositivi elettronici, riuscendo a farli comunicare tra loro in maniera semplice e immediata. In questo articolo ti spiegherò come fare. Credimi, in molti casi non dovrai acquistare niente di nuovo, ma semplicemente usare quello che hai in casa. Da oggi in poi non sarai più costretto a far fare il giro del tavolo al tuo smartphone per mostrare i tuoi scatti migliori a tutti! Se segui questi piccoli accorgimenti ti assicuro che aggiungerai una comodità alle tue azioni quotidiane. Diventerai così veloce che non ne farai più a meno.

Preparazione

Per prima cosa prendi nota della marca, del modello e delle caratteristiche dei dispositivi interessati. Le soluzioni sono molteplici, ma solo conoscendo le possibilità a cui hai accesso sarai in grado di scegliere quella a te più congeniale. Per prima cosa verifica se il tuo televisore possiede una porta HDMI, VGA e RCA funzionante. Puoi assicurarti di questo dando uno sguardo sul retro del tuo televisore oppure ai lati.

Controlla ai lati o dietro tuo pc perché a seconda di quanto è recente può supportare HDMI, VGA o la più nuova modalità DisplayPort/Thunderbolt. Per il cellulare e il tablet ti basterà tenere a mente il tipo di attacco che usano per l’alimentazione e se dispongono di una connessione wireless o della modalità WiFi Direct.

Cosa ti serve?

A seconda del tipo di collegamento che vorrai sfruttare avrai bisogno di:

  • linea internet wireless;
  • applicazioni compatibili o software;
  • dispositivi di mirroring;
  • cavi e/o adattatori.

Se vuoi sfruttare la tua linea WiFi avrai bisogno di una SmartTV oppure di un dispositivo di mirroring. Questo non è altro che uno strumento per effettuare una “proiezione” dello schermo del tuo telefonino sulla tv sfruttando un piccolo ricevitore che si collega alla porta HDMI del tuo televisore e che permette di utilizzare la tua linea internet per la trasmissione del segnale. A seconda della marca del tuo dispositivo mobile dovrai accertarti di procurarti il tipo compatibile. Per usare le funzioni mirroring dovrai usare delle applicazioni o dei software che lo supportano o che servono a configurarlo. Ma non preoccuparti perché il loro utilizzo è semplice e intuitivo e non richiederà molto tempo.

Collegare PC e TV

Per collegare pc e tv puoi scegliere tra:

  • collegamento con cavo HDMI;
  • collegamento con cavo VGA o RCA;
  • collegamento con Mini DisplayPort / Thunderbolt;
  • collegamento wireless senza filo.

Collegamento con cavo HDMI

Sicuramente ad oggi il cavo HDMI è la soluzione più immediata ed economica al tuo problema. Ormai infatti sia i pc che le tv sono dotati entrambi di questa porta. Dovrai solo procurarti un cavo HDMI, reperibile in qualsiasi negozio di elettronica oppure online, prestando attenzione alla dimensione delle porte dei tuoi dispositivi. Sono infatti disponibili l’HDMI standard e l’HDMI mini. Il cavo ha varie fasce di prezzo che vanno dai 4€ fino a 20€. Questo cavo è in grado di trasportare sia il video che l’audio in buona qualità, quindi non ti servirà nient’altro.

Collegamento con cavo VGA

Dovrai ricorrere al cavo VGA se i tuoi dispositivi sono più datati. Anche in questo caso ti basterà semplicemente collegare il cavo per visualizzare il video sul tuo televisore, mentre il segnale audio, se ti è necessario, dovrà essere collegato a parte tramite cavo RCA (i tre cavi colorati). Per questa modalità la spesa è ancora minore, infatti non spenderai più di 5€ sia in negozi fisici che via web. Ma sicuramente in qualche tuo cassetto troverai questi cavi, anche più di uno, quindi questa è praticamente una soluzione a costo zero!

Collegamento con Mini DisplayPort / Thunderbolt 

Per le tecnologie più avanzate è disponibile la nuova porta DisplayPort/Thunderbolt che trasporta audio e video in alta qualità. La predisposizione è più presente nei pc che nelle televisioni, per cui insieme al cavo probabilmente avrai bisogno anche di un adattatore per il cavo HDMI. Per questo cavo il prezzo massimo sale anche di molte decine di euro, sta a te decidere in base all’utilizzo che pensi di dedicargli e alla qualità che vuoi ottenere. Come fare?

Segui questi semplici passaggi:

  • passo 1: collega pc e TV tramite il cavo da te scelto;
  • passo 2: in alcuni casi il collegamento avviene automaticamente. Se così non fosse, o se è il primo collegamento che effettui ti basterà andare nelle impostazioni di proiezione sul tuo pc e scegliere se “duplicare” o “estendere” il tuo schermo sullo schermo del televisore. Su quest’ultimo col tuo telecomando dovrai accedere al menu ed entrare nelle impostazioni riguardanti gli strumenti. Infine, seleziona dalla lista il tipo di cavo che hai collegato e avrai raggiunto il tuo obiettivo.

Collegamento wireless senza filo

Se ti sembrano scomodi o se semplicemente non preferisci utilizzare cavi quello che fa per te è il collegamento senza filo, anche detto mirroring. Attenzione però, perché per sfruttare questa modalità dovrai avere a disposizione una SmartTV in grado di connettersi alla linea WiFi alla quale è connesso il tuo pc, oppure un ricevitore TV HDMI WiFi.

Ma cosa sono di preciso questi ricevitori? In generale sono di piccole dimensioni e sono come delle chiavette che fanno da ponte tra i dispositivi che vuoi collegare. I più famosi e prestazionali sono sicuramente Chromecast e AppleTV. Entrambi questi dispositivi si collegano con la porta HDMI del tuo televisore fungendo da collegamento wireless col tuo pc, tablet o telefonino.

Se possiedi un Mac avrai un collegamento immediato con la AppleTV, oppure, utilizzando il browser Google Chrome puoi facilmente configurare e usare Chromecast da qualsiasi pc. Esistono anche dei ricevitori più economici in commercio, che però vanno a discapito della qualità di trasmissione.

Se sei in possesso di una SmartTV allora hai anche un’altra possibilità: esistono dei software facilmente reperibili in rete che riescono a far comunicare i tuoi dispositivi.

Se sei fortunato è probabile che il collegamento sia già integrato e dovrai soltanto sfruttare la funzione “proietta” del tuo pc Windows. La proiezione dello schermo del pc è disponibile in varie modalità. Puoi scegliere se visualizzare la stessa immagine su entrambi gli schermi, se “estendere” il tuo schermo principale sul secondo per allargare la tua visuale, oppure puoi decidere di usare esclusivamente lo schermo esterno.

Collegare telefonino o tablet e TV

Per collegare telefonino o il tablet alla tv può scegliere tra:

  • collegamento con cavo;
  • collegamento wireless;
  • collegamento WiFi-Direct.

Collegamento con cavo

Qualsiasi sia la marca del tuo smartphone in commercio troverai un adattatore che permetterà il collegamento del tuo cellulare tramite la porta di alimentazione con un cavo HDMI, VGA o il classico AV (l’ingresso dei tre cavi colorati). Dovrai procurarti quindi un cavo compatibile con il tuo televisore e l’adattatore e il gioco è fatto.

Collegamento wireless

Questa modalità di collegamento è molto simile a quella descritta per il collegamento tra pc e TV.

Se possiedi un dispositivo Apple, quindi un IPhone la tua prima scelta è la AppleTV. Questa scatoletta deve essere semplicemente collegata al televisore e tramite il sistema AirPlay del tuo smartphone, accessibile dal centro di controllo, potrai vedere lo schermo del tuo cellulare in tv.

Se, invece, possiedi un dispositivo Android la scelta più ovvia è la “chiavetta” Chromecast, che ha lo stesso funzionamento della AppleTV. Ti basterà scaricare dal PlayStore l’applicazione “Google Home” (disponibile anche sull’AppStore) e configurare il tuo dispositivo.

Molti servizi multimediali presenti in rete o le stesse impostazioni dello smarthphone permettono di accedere in maniera immediata a queste funzioni. Piuttosto spesso troverai un’icona presente nel menu principale, e nell’applicazione/sito web che stai visualizzando verrai notificato di questa possibilità. Ti basterà solo acconsentire all’attivazione e il piccolo schermo dello smartphone o del tablet si sdoppierà sulla TV. YouTube, Netflix, Infinity sono solo alcune tra le più famose piattaforme che ti consentono la proiezione dei loro contenuti.

Collegamento WiFi Direct

Con questa modalità non hai la necessità di avere a disposizione una connessione wireless in quanto il WiFi Direct crea di per sé una connessione tra il tuo smartphone e la televisione. Adesso hai tutti gli strumenti a disposizione per collegare i tuoi dispositivi preferiti. Ascolta questi suggerimenti e stupisci i tuoi conoscenti.

Di VIRGINIA REMER



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

2 Commenti

  1. Buongiorno. Ho inviato un telefono in riparazione, essendo in garanzia, munito di un documento del produttore che attesta un difetto di fabbrica e dove si specifica che il bene va sostituito. Il centro assistenza non vuole sostituirmelo, anzi mi hanno comunicato un preventivo per la riparazione del display incrinato, ma senza ripararmi la vera anomalia del cellulare. Quali sono i miei diritti?

    1. Secondo il codice del consumo, attualmente in vigore, il venditore deve garantire il compratore da eventuali difetti di conformità del bene e sempreché gli stessi si manifestino entro due anni dall’acquisto. In particolare, la legge appena citata, nel caso in esame, prevede sostanzialmente queste ipotesi:l’acquirente ha diritto al ripristino dell’oggetto. In pratica, ciò significa che il bene deve essere riparato o, eventualmente, sostituito; il consumatore ha diritto alla riduzione del prezzo versato per l’acquisto, visto che si tratta di un oggetto non utilizzabile secondo le sue normali caratteristiche. Ovviamente, la predetta riduzione è proporzionata al valore del bene ed alla sua utilità;il compratore può chiedere la risoluzione del contratto con la conseguente restituzione delle prestazioni già eseguite. In particolare, questo diritto può essere preteso, tra l’altro, se la riparazione e la sostituzione sono impraticabili o notevolmente onerose. Infine, anche in questa ipotesi, il cliente può richiedere la riduzione del prezzo versato per l’acquisto.Infine, è importante ricordare che il codice del consumo fissa in due mesi il termine entro il quale l’acquirente, scoperto il difetto, debba denunciare quanto verificatosi e debba reclamare uno dei diritti sanciti dalla legge e poc’anzi descritti.Fatta questa dovuta premessa, nel caso qui esaminato emergono due dati oggettivi:il telefono presenta un difetto di fabbrica. Lo afferma chiaramente il documento rilasciato dal produttore dell’oggetto, nel quale è, altresì, precisato che la difformità accertata non dipende dalla constatata incrinatura del display e che il bene va sostituito;
      il cliente ha già denunciato il difetto e comunicato la propria scelta al centro di assistenza del venditore, cioè la sostituzione dell’oggetto non conforme, così come è sua facoltà secondo il codice del consumo. Pertanto, di fronte alla risposta, evidentemente, insoddisfacente del centro di riparazione è consigliabile replicare, immediatamente, invitando la controparte a provvedere alla sostituzione del telefono, secondo le indicazioni conseguenti al difetto di conformità riscontrato e in ragione della sua scelta operata ai sensi della legge in materia, con l’avvertimento che, in mancanza, sarebbe costretto ad agire per vie legali.Sarebbe, altresì, opportuno che inviasse la predetta comunicazione anche al venditore del telefono, corredata da tutta la documentazione sin qui prodottasi in merito ai fatti accaduti.Ovviamente, in mancanza di un riscontro positivo, l’unica alternativa percorribile sarebbe quella dell’azione giudiziale (con relativo anticipo dei costi) di cui sarebbe lei a valutare l’opportunità.

Rispondi a Gina Annulla risposta

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube