Business | Articoli

Aggiornamento Android: arriva 8.0, Android Oreo

21 Agosto 2017


Aggiornamento Android: arriva 8.0, Android Oreo

> Business Pubblicato il 21 Agosto 2017



Google ha annunciato in via ufficiale il nome della nuova versione di Android: porta il nome del famoso biscotto americano. Ecco cosa cambia.

Con una breve presentazione, Google ha ufficializzato il nome dell’ultima versione del suo sistema operativo per smartphone e tablet. Da mesi si speculava circa il nome che Google avrebbe assegnato ad Android O. Big G ha storicamente fatto riferimento a dolciumi di vario genere, da Nougat a KitKat, passando per Jelly Bean, Donut, Gingerbread, Cupcake, Eclair, Ice Cream Sandwich. Una tradizione divenuta ormai un vero marchio di fabbrica per il robottino verde: il nuovo Android 8.0 si chiama Oreo come il famoso biscotto prodotto dalla Mondelez International che, grazie agli oltre 490 miliardi di pezzi, è il più venduto del XX secolo. Ma quali sono le principali novità di Android 8.0 Oreo che viene definito una meraviglia aperta (open wonder) da Google, che ne decanta la sicurezza, la velocità e le funzionalità intelligenti?

Notifiche: categorie, notification dots, leggi più tardi

Con Android Oreo, Google introduce il concetto di «canale»: le notifiche possono essere raggruppate per tipologia in delle specie di macro categorie, i canali appunto. Gli sviluppatori di terze parti potranno assegnare dunque un colore differente alle notifiche delle proprie app.

Sarà inoltre possibile per l’utente, attraverso uno swipe sulla notifica stessa, posticiparle per poi visualizzarle in seguito a seconda delle proprie necessità.

Inoltre è stata introdotta anche una più ampia possibilità di personalizzazione dei Quick Settings per rendere le notifiche facilmente consultabili nella quotidianità.

 

Limitazioni nelle attività in background: migliora le prestazioni delle batterie

Anche su Android Oreo, come su Android Marshmallow il lavoro di sviluppo si è concentrato sui periodi di inattività del dispositivo e su ciò che effettivamente le applicazioni possono fare in background, ovvero quando il telefono è in stand-by. Con Android Oreo vengono introdotti limiti più restrittivi, anche grazie ad un algoritmo in grado di gestire sapientemente i vari sensori presenti sullo smartphone. Questo dovrebbe permettere all’utente di avere una maggiore durata per la batteria.

Android Instant Apps e modalità Picture in Picture

Con Android 8.0 è possibile scegliere un’app per la gestione delle password, esattamente come avviene per altri aspetti del sistema operativo (pensiamo, ad esempio, alla tastiera): l’applicazione scelta immagazzina tutti i dati dell’utente, che possono poi essere utilizzati da altri applicativi senza doverli reinserire. L’auto-completamento delle password avviene dunque a livello di piattaforma.

Molto interessanti inoltre l’introduzione delle icone auto-adattanti, ovvero in grado di cambiare forma in base al tema impostato dall’utente, e la funzionalità Picture in Picture (PiP), mutuata da Android Tv, cioè riprodurre un video e ridurlo ad una sorta di finestra flottante (completamente personalizzabile), così da poter continuare ad utilizzare tutto il resto del sistema operativo, incluse altre applicazioni (una possibilità questa già vista, ad esempio, sulla TouchWiz di Samsung).

Nuovi codec bluetooth

Grande attenzione anche alla parte audio con il support dei nuovi codec bluetooth di alta qualità. Viene inoltre aggiunto il supporto al Wi-Fi Aware, ovvero la possibilità, su dispositivi con hardware apposito, di comunicare via Wi-Fi anche senza un access point. Viene anche introdotta la nuova Api Audio cioè alte prestazioni a bassa latenza. Infine più di 60 nuove emoji, che hanno ora uno stile più simile a quello di iOS con i volti tondi anziché a budino.

Nuovo sistema operativo Android: il cellulare si aggiorna automaticamente?

Seppure Google non ha definito meglio le tempistiche di rilascio degli aggiornamenti, è già noto che questi saranno disponibili per gli smartphone Pixel, per il Nexus 5X, il Nexus 6P, il Pixel C e il Nexus Player. Gli aggiornamenti per gli smartphone Pixel sembrano essere già in fase di rilascio, mentre non ci sono ancora informazioni certe riguardo la disponibilità per gli altri dispositivi.

Non è attualmente noto quando verranno rese disponibili le immagini del sistema, ma Google ha rassicurato chi ha attualmente installata una versione beta di Android 8.0 affermando che non sarà necessario reinstallare il sistema e sarà possibile effettuare l’aggiornamento direttamente.

Nel comunicato, pubblicato sul blog aziendale, Google dichiara che numerosi produttori rilasceranno entro la fine dell’anno l’aggiornamento alla nuova versione del sistema operativo: tra i marchi citati troviamo Essential, Huawei, Htc, Lg, Motorola, Samsung, Sony e Nokia/Hmd Global. La sfida ad iOS 11 sta ufficialmente per iniziare.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI