Food | Articoli

Ricette con il pane raffermo

20 ottobre 2018


Ricette con il pane raffermo

> Food Pubblicato il 20 ottobre 2018



Il pane che avanza quotidianamente non deve essere necessariamente buttato: il pane raffermo può fare la differenza per la creazione di tante ricette diverse, sia dolci che salate.

Combattere gli sprechi alimentari è un’esigenza sempre più avvertita: ogni giorno vengono acquistate quantità eccessive di cibo che, inevitabilmente, finiscono nella spazzatura perché magari non si è avuto nemmeno il tempo di consumarle. Tuttavia, gran parte di questo cibo, sebbene non più freschissimo, può ancora essere consumato, anche se non tutti sanno come fare. Uno degli alimenti che più viene sprecato è il pane. Quante volte hai acquistato del pane ma il giorno dopo lo hai buttato – e ne hai acquistato altro fresco – ritenendo non fosse più buono per essere consumato? La buona notizia è che puoi dire addio allo spreco: ci sono tante ricette con il pane raffermo e sono una più buona dell’altra. Scommettiamo che finirai con l’acquistare il pane appositamente con lo scopo di consumarlo nei giorni seguenti?

Crostini

La cosa più semplice da fare con il pane avanzato è sfruttarlo per realizzare dei crostini croccanti per arricchire le tue zuppe o le tue vellutate. Puoi realizzarli davvero in pochissimo tempo, devi solamente tagliare il pane nella dimensione che preferisci, disporre il tutto su una teglia da forno coperto da un filo d’olio extravergine d’oliva e infornare. Quando li vedi ben dorati puoi tirarli fuori dal forno.

Bruschette

Un altro grande classico per riutilizzare il pane raffermo, soprattutto in estate, è la bruschetta. La realizzazione è semplicissima, ti bastano dei pomodorini, delle foglie fresche di basilico, olio, sale e, ovviamente, ingrediente fondamentale, pane. Ecco un trucco per rendere la tua bruschetta ancora più saporita: prima di mettere le fette di pane sulla piastra, strofina uno spicchio d’aglio (occhio a non esagerare!) su un lato e dopo, una volta tagliato a metà un pomodorino, strofinalo sullo stesso lato finchè non diventa rosato; in tal modo, un lato rimarrà più morbido (e sarà ancora più buono).

Crostoni

Lo stesso procedimento seguito per le bruschette si presta anche alla preparazione di simpatici crostoni. Sono innumerevoli gli abbinamenti che si possono provare e sicuramente tra i vari che si possono creare con affettati, verdure e latticini, troverai quello che soddisfa i tuoi gusti (un consiglio? Prova friarielli e provola!). Tuttavia, qualche suggerimento può essere sempre utile, ragion per cui ti invitiamo a provare la zingara ischitana.

Sull’isola verde, infatti, è stato inventato questo piatto tanto semplice quanto buono. Farcisci le due fatte di pane raffermo di uno spessore pari a massimo 2cm con prosciutto crudo, pomodoro per insalata, fiordilatte, lattuga e maionese e metti tutto sulla piastra ben riscaldata. Durante la cottura – a fuoco basso – abbi cura di coprire la zingara con un coperchio: ciò ti consentirà di avere una cottura uniforme anche all’interno. Gira il crostone sull’altro lato in modo da far abbrustolire anche l’altra fetta e, infine, impiatta. Non senti già profumo di vacanze?

Pasta con pane fritto

Ami gli spaghetti aglio, olio e peperoncino? Come darti torto! Perché allora non dare un tocco in più al tuo pranzo? Prendi il pane raffermo, taglialo a pezzi e versa tutto nel mixer elettrico. Una volta che avrai frullato tutto – se rimane qualche pezzo più grande poco male – fai rosolare il pane in padella con l’aglio, l’olio e il peperoncino e usa il tutto per condire la pasta.

Polpette

Un altro piatto amatissimo praticamente da tutti sono le polpette: è impossibile resistervi…una tira l’altra! Taglia via tutta la crosta del pane (che devi comunque utilizzare per fare del pangrattato) e metti la mollica in una ciotola capiente piena di latte e lascialo a bagno per cinque minuti. Una volta ammorbiditasi, strizza per bene la mollica e uniscila alle uova, al sale, al formaggio grattugiato che preferisci e al pangrattato ottenuto con la crosta.
Fatto ciò, dai forma alle polpette e decidi come cuocerle.

Hai la possibilità di fare una cottura in forno, di friggerle (le polpette di pane fritte sono un’idea sfiziosa, gustosa ed economica per un buffet di una festa) o di cuocerle in padella con il sugo. Puoi utilizzare l’impasto creato con la mollica per fare delle ottime polpette di carne, di pesce (ad esempio, puoi utilizzare il merluzzo per renderlo più appetibile per i bambini) o di verdure.

Mozzarella in carrozza

La mozzarella in carrozza è un piatto tipico della tradizione napoletana, richiede una certa manualità ma, una volta assaggiato il risultato, non potrai che adorarla. Taglia due fette di pane raffermo e ammorbidiscile nel latte, elimina il liquido in eccesso e preparati a farcirle con una fetta di fiordilatte; fatto ciò, passa le fette nella farina, poi nell’uovo e, infine, nel pangrattato.

Ora devi prestare molta attenzione per la fase più delicata: la frittura. Assicurati che l’olio sia bollente e poi puoi tuffarci la tua mozzarella in carrozza e toglierla dal fuoco solo quando sarà ben dorata da entrambi i lati. Gustare calda!

Pancotto 

La ricetta del pancotto è una ricetta della tradizione contadina; in passato, infatti, i contadini mai e poi mai avrebbero permesso che il pane andasse sprecato e, per questo motivo, è stata ideata una ricetta semplicissima per riciclarlo. Ogni regione italiana ha ideato una sua variante (brodo, soffritto o addirittura col burro) e oggi ti proponiamo la variante toscana.

Tutto quello che devi fare è preparare un soffritto di olio extravergine di oliva, sedano, carota, cipolle e aglio, aggiungere dell’acqua e poi aggiungere il pane tagliato a pezzi e cuocere il tutto finché non si forma un composto cremoso. Il tocco in più può essere aggiungere della verdura o degli ortaggi in modo da rendere il tuo pancotto ancora più saporito (è buonissimo con la zucca o con lenticchie e friarielli ad esempio).

Pappa al pomodoro

La cucina toscana ci suggerisce un altra ricetta per evitare di buttare il pane raffermo: la famosissima pappa al pomodoro. Se non l’hai mai provata, non sai che ti perdi. È giunto il momento di rimediare: trita l’aglio e fai soffriggere nell’olio extravergine di oliva con un po’ di basilico; aggiungi la polpa di pomodoro, aggiusta di sale e lascia cuocere per poco meno di mezz’ora.

Ora puoi aggiungere le fette di pane, aggiungi dell’acqua calda e fai insaporire. Dopodiché fai riposare la tua pappa al pomodoro coperta per un’oretta, fai una bella mescolata e portala in tavola (se vuoi puoi anche riscaldarla prima).

Peperoni imbottiti

Sembra che con il pane raffermo si ottengano un sacco di ottime ricette e quella dei peperoni imbottiti non è assolutamente da meno. Per prima cosa, è necessario arrostire i peperoni per una decina di minuti su ciascun lato per poi passare alla preparazione del ripieno che è davvero semplicissimo. Metti nel frullatore il pane con le olive, i capperi, il basilico e l’uovo e frulla tutto.

Ora riprendi i peperoni cui devi togliere la buccia e l’estremità superiore, avendo cura di eliminare tutti i semini. Adesso i peperoni sono pronti per essere farciti con il ripieno che hai preparato e possono essere riposti in una teglia da forno con un po’ d’olio extravergine di oliva. Aspetta ad infornarli perché manca ancora il tocco finale: copri il ripieno con un mix di parmigiano e di pangrattato e copri con un filo di olio d’oliva.

Ora sono davvero pronti per essere infornati! Falli cuocere nel forno su funzione statica a 180° per circa trenta-trentacinque minuti. La stessa ricetta si presta anche alla preparazione di zucchine o melanzane imbottite.

Torta di pane al cioccolato

Il pane raffermo può assecondare anche la tua voglia di dolce, come dimostra questa gustosissima torta. Ti occorreranno:

  • 250g di pane raffermo;
  • 400ml di latte;
  • 3 uova;
  • 50g di cacao in polvere;
  • 250g di mele;
  • 50g di zucchero.

Taglia il pane a pezzetti e mettilo in ammollo nel latte per almeno trenta minuti. Strizza il latte in eccesso, dopodiché aggiungi le uova, il cacao, lo zucchero e le mele tagliate a pezzetti molto piccoli. Fodera una teglia con della carta da forno e inforna per cinquanta minuti a 180°. Il dolce di pane, oltre ad essere molto buono, è un giusto compromesso tra la voglia di dolce e la dieta. Volendo puoi anche aggiungere dell’uvetta passa all’impasto in modo che risulti ancora più dolce.

French toast

Mattinata del weekend, stai già preparando il caffè e pensi che magari potresti concederti una brioche o un croissant. E se invece decidessi di provare una colazione americana? Prendi il pane raffermo dalla dispensa e taglialo a fette; sbatti le uova con il latte, lo zucchero e la cannella e immergici il pane. Ora friggi le fette di pane in padella su entrambi i lati finché non diventano di un colore marrone intenso. I tuoi french toast sono pronti, non ti resta che pensare alla guarnizione e ai topping.

Puoi utilizzare il classico sciroppo d’acero americano o uno a base di cioccolato o caramello e abbinarci della frutta fresca, come frutti di bosco, fragole o banana. Ora non devi fare altro che preparare un cocktail mimosa e invitare gli amici per il brunch.

Pancake di pane raffermo con gocce di cioccolato fondente

Sempre rimanendo in tema colazione/brunch, puoi utilizzare il pane avanzato in sostituzione della farina per realizzare dei soffici pancake. Fai ammorbidire il pane nel latte (per un mega-pancake sono sufficienti 40-50g di pane) e strizzalo come precedentemente indicato; aggiungi un uovo medio, un cucchiaio di zucchero e delle gocce di cioccolato fondente (o, se preferisci, puoi sostituire il cioccolato con cannella e mele). Versa il composto in un padellino di massimo 14cm di diametro, coprilo con un coperchio e lascialo cuocere a fuoco basso per circa venti minuti da un lato e pochi minuti dall’altro.

Zuppa di latte

Davvero ha bisogno di presentazioni? La zuppa di latte con il pane raffermo è una coccola che ci si può concedere anche quando non si ha fame la sera. D’altronde, come negare che le cose semplici spesso sono anche le più buone?


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI