Diritto e Fisco | Articoli

Cosa ne pensi del risultato delle elezioni politiche?

25 febbraio 2013


Cosa ne pensi del risultato delle elezioni politiche?

> Diritto e Fisco Pubblicato il 25 febbraio 2013



Sono stati appena diffusi i risultati delle ultime tornate elettorali.

In tutti questi giorni, non si è parlato che di astensione collettiva, voto di protesta, nuove forze partitiche, moderati, magistrati e vecchi volponi. Ma la critica maggiore è sempre a lei: la cara vecchia legge elettorale, che aggira e raggira le volontà del popolo.

I giochi sono ormai fatti ed è possibile farsi un’idea di quello che sarà il destino del nostro Paese per i prossimi anni (o mesi).

Invitiamo i nostri lettori a utilizzare il forum qui in basso per esprimere le proprie impressioni e previsioni. Vogliamo sapere cosa ne pensate.

La redazione

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

11 Commenti

  1. Ora vorrei dire a chi non ha votato: “che avete cambiato??” Quanto meno potevate votare M5S se volevate fare vera protesta

  2. Ecco la conseguenza a tutti visibile: la borsa frena e lo spread è già salito. E’ la dimostrazione che l’Italia è nel caos e nessuno scommette più su di noi. Non si può più governare. LEGGE ELETTORALE NUOVA E TUTTI A CASA, MA PER SEMPRE

  3. Cosa vi avevo detto: alla fine tutti lo criticano ma poi si trova sempre in testa, Berlusconi come ca… fa???

  4. Perchè ci sono tutti quelli che voteranno sempre Berlusconi nonostante tutte le sue malefatte, perchè non le conoscono e non hanno mai letto un giornale in vita loro. In pubblico nessuno dice di votare Berlusconi ma poi lo vota, perchè gli restituirà l’IMU, toglierà la tassa sui rifiuti, quella sulla luce, sul gas e sull’acqua, aumenterà gli stipendi e le pensioni. In pratica è lo stesso programma di Cetto La Qualunque. Ci manca solo lo slogan “kiù pilu ppi tutti” declinato in milanese ma, nei fatti, ci sta ancxhe quello.

  5. Molta gente non ha votato perchè lavora a centinaia di km di distanza da dove ha la residenza e lo stato non gli rimborsa il costo (spesso elevatissimo) del viaggio.
    Discorso che vale soprattutto per tutti gli italiani che sono domiciliati per lavoro all’estero.

  6. Non capisco…
    con tutto il rispetto per le opinioni altrui, ma non capisco acora perchè, specie al meridione, tutti si affannano ancora a votare Berlusconi e i suoi tirapiedi!
    Si parla di cambiamento. Ma come possiamo pensare ad un cambiamento dopo che si vota PDL e Berlusconi.
    Non capisco: è il significato della stessa parola a dircelo… andiamo a cercare su un qualunque vocabolario: CAMBIARE= mutare, trasformare, modificare… Rendere diverso qualcosa o qualcuno, ed infine “Sostituire una cosa o una persona con un’altra”!!!!
    Ci sono italiani che credono e seguono le idee del PDL: io li rispetto!
    Ma ci sono italiani che votano PDL e che parlano di cambiamento: o sono cretini o sono masochisti!!! E si, perchè Berlusconi e i suoi tirapiedi sono al governo da 10 anni e non da ieri!!! Quindi chi vuole cambiare dovrebbe scegliere altre strade, qualsiasi altra essa sia!
    Tutti, poi, credono alle favole di Berlusconi: toglierò l’IMU… ma se siete stati proprio voi a votare la legge con la quale si introduceva l’IMU!!! Che fate, prima approvate la legge e poi la disprezzate e volete abrogarla? Tutta campagna elettorale, tutto fumo negli occhi!! Miei cari signori, purtroppo anche se l’IMU potrà essere abolita, sicuramente quella tassa la si riverserà su altro e quindi la pagheremo comunque!!! Ricordate che esiste l’art. 81 della Costituzione!
    Auguro che ci sia un forte rinnovamento nella vita politica del paese! Per il bene di tutti!
    Un saluto affettuoso ai redattori ed al titolare di questo splendido sito!

  7. Ii popolo italiano è vecchio e poco acculturato,facile per i politici disonesti prenderli in giro con false promesse tipo la restituzione dell’imu pagata nel 2012 proposta ingannevole fatta da Berluscone come anche quella fatta da Marone il 75% delle tasse dei lombardi restano in lombardia.Altrimenti non si spiegherebbe il perchè dopo i disastri che hanno fatti in tanti anni di mal governo tra scandali,corruzione ecc.nella pubblica amministrazione, con un debito pubblico di 2000Mil. il paese su l’orlo del fallimento.Poi si va a votare e si votano gli stessi politici che hanno combinato questo disastro??? allora finchè non ci sarà il cambiamento di generazioni questo paese non cambierà mai !!!!….

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI