Bollo auto, multe e spazzatura: la pace fiscale cancella i debiti

11 Nov 2018


Bollo auto, multe e spazzatura: la pace fiscale cancella i debiti

> Diritto e Fisco Pubblicato il 11 Nov 2018



Le cartelle fino a mille euro saranno cancellate in automatico senza istanze: condonati i debiti per bollo auto, imposta sulla spazzatura, multe stradali, Imu e Tasi.

Assieme alla nuova sanatoria delle cartelle di pagamento, la cosiddetta rottamazione Ter, il Governo chiude anche il capitolo della pace fiscale sulle micro cartelle. In particolare, la pace fiscale cancella i debiti per multe, bollo auto e imposte locali fino a mille euro. Si tratta di tutti i debiti iscritti a ruolo tra il 2000 e il 2010 (l’Esecutivo ha tentato di ampliare il raggio d’azione anche alle cartelle successive al 2010, ma quest’ulteriore intervento non è stato attuato). Per capire se rientri nel perimetro del nuovo beneficio devi innanzitutto recuperare la cartella esattoriale che conservi nel cassetto, a prescindere se spedita da Equitalia, Agenzia Entrate Riscossione o dall’esattore locale. Trova, all’interno, la pagina con l’elenco delle causali e degli importi dovuti. Lì c’è un campo che indica la data di iscrizione a ruolo. Se l’anno del ruolo rientra tra il 2000 e il 2010, la cartella si deve ritenere annullata in automatico. Significa – stando a quanto indicato dalla legge (il decreto fiscale 2019 [1])- che non hai bisogno di presentare una domanda come per la rottamazione, né dovrai pagare un importo minimo per ottenere lo sgravio: è infatti compito dell’agente della riscossione  cancellare il debito. Per cancellare il debito, operazione che deve mettere in atto entro la fine del 2018, procede autonomamente, senza bisogno di attendere una richiesta da parte del contribuente. Nonostante il fuoco incrociato tra la Commissione Europea, il Fondo Monetario e la Bce,  il Governo non ha ceduto sulla cancellazione dei ruoli sino a mille euro, cancellazione che sarà attuata a breve grazie al decreto fiscale 2019: nel decreto sono previste molte altre misure, come la rottamazione delle cartelle e la definizione delle liti. Le misure potrebbero però essere modificate dagli emendamenti, che le parti politiche stanno continuando a presentare. Il Governo, ad ogni modo, non intende cedere su nessuno dei punti del programma elettorale e potrebbe essere proprio questa rigidità a condizionarne la sopravvivenza. 

Le cartelle fino a mille euro sono cancellate in automatico, senza bisogno di istanze del cittadino

Il decreto fiscale, collegato alla Legge di Bilancio, che deve essere, allo stato attuale, convertito in legge, prevede dunque uno stralcio totale per le micro cartelle notificate dall’agente della riscossione dal 2000 al 2010. Le cartelle non sono solo quelle relative ai debiti tributari ma anche per multe stradali e tributi locali, come il bollo auto, la Tari (l’imposta sulla spazzatura), la Tasi e l’Imu. Si tratta di una cancellazione automatica che gli agenti della riscossione effettueranno entro la fine dell’anno in corso e quindi senza alcun adempimento per il cittadino “multato” o il contribuente debitore. In base ai dati attuali, sono interessate dallo stralcio non meno di tre milioni di cartelle relative a violazioni del Codice della strada, considerando la stima del 25% di ruoli complessivamente stralciati con la misura, secondo fonti di Governo.

Si tratta di un vero e proprio condono che riguarda micro debiti come bollo auto, multe e imposta sulla spazzatura

Restano escluse le cartelle relative a risorse proprie comunitarie, tra cui Iva e dazi. Nessun rimborso però per le somme già versate dai debitori. Mentre gli importi saldati tra la data di entrata in vigore del decreto fiscale e la fine dell’anno saranno computati nell’ambito della rottamazione delle cartelle o di altre posizioni debitorie, ove esistenti, viceversa saranno rimborsate.

Per la verifica della soglia devono essere computati non soltanto gli importi iscritti a ruolo (tasse, contributi, multe stradali), ma anche gli interessi per ritardata iscrizione e le sanzioni. Essenziale tuttavia che le partite debitorie siano state poste in riscossione tra il 1° gennaio 2001 e il 31 dicembre 2010.

Agenzia delle Entrate-Riscossione deve quindi trasmettere ai singoli enti creditori l’elenco delle partite oggetto di discarico, attraverso appositi flussi telematici da effettuare secondo le regole del decreto Mef 15 giugno 2015. 

Secondo i tecnici dell’esecutivo la cancellazione dei mini-ruoli comporterà un minor gettito di 524 milioni di euro.

La rottamazione ter procede invece su altri binari e ricalca le misure già adottate da Renzi, con uno sconto maggiore sugli interessi e più tempo per pagare (si parla di un debito da spalmare in cinque anni). C’è poi la chiusura delle liti in corso, ossia che ancora pendono in tribunale, misura che risparmierà al fisco e al cittadino i costi del contenzioso. Infine, è presente la possibilità, fino al 31 maggio 2019, di correggere errori e dimenticanze, integrando le dichiarazioni fiscali presentate entro il 31 ottobre 2017. Nel dettaglio, si possono integrare gli imponibili assoggettati all’Irpef, all’Ires, alle addizionali, alle imposte sostitutive, all’Irap, all’Iva e ai contributi previdenziali. L’integrazione degli imponibili è ammessa, nel limite di 100mila euro di imponibile annuo, entro il 30% di quanto già dichiarato. Sul maggior imponibile integrato, per ciascun anno di imposta, si applica, senza sanzioni, interessi e altri oneri accessori un’imposta sostitutiva del 20% (per l’Iva si applica l’aliquota media risultante dal rapporto tra l’imposta sulle operazioni imponibili, diminuita di quella relativa alle cessioni di beni ammortizzabili, e il volume d’affari dichiarato).


note

[1] Dl 119/2018.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

53 Commenti

  1. secondo me è una cazzata ! circa 3 anni fa mi è arrivato un bollo del 2011, non trovando la ricevuta del versamento ho dovuto pagarlo (forse non l’avevo proprio pagato,boooo ) cmq avevo 120 giorni si sarebbe andati avanti x vie legali : blocco amministrativo,pignoramenti ecc… quindi : chi se ne frega se anche non dovessi pagare 1000 euro ma mi hanno bloccato la macchina e x sbloccarla me ne chiedono 3000 \ 3500….. il discorso non sta in piedi

    1. Mi sembra esagerato che per la revoca del fermo, occorra questa cifra. Una cifra che non è né in cielo, né in terra.

  2. Facile criticare , certe situazioni si devono vivere di persona per poter parlare , qui di sicuro ci sarà qualcuno che scriverà c…..i tuoi , a me hanno già pignorato la pensione , visto che era già alta 🙁 (ironicamente) , a nessuno interessa se ce la fai a vivere , tutti i debiti che ho con il fisco neanche se vivo fino a 150 riesco a pagarli , le tasse come sono calcolate sono comunque troppe , i debiti degli evasori come li chiamate voi , servono solo per essere messi nel bilancio dello stato come soldi già incassati , quando sanno perfettamente che non li incasseranno mai , sappiate poi che se fossero solo le tasse forse , ma non nel mio caso si riuscirebbero a pagare , ma ci sono così tanti interessi e multe che comunque gonfiano gli importi ,
    ci sono moltissime persone nella mia situazione, comunque avete ragione a lamentarvi , meglio pensare sempre a pancia propria 🙂

    1. Attenzione devi oagare ed essere in regola con le rate della rottamazione rate di
      luglio 2018 fino al 30 ottobre 2018 e poi non pagare più perché entro il 30 aprile 2019 ti saranno recapitati a casa nuovi bollettini con stralcio di sansioni e interessi e defalcate le somme che hai pagato in più questo mi ha detto il dipendente allo sportello di Agenzia Entrate Riscossione di Reggio Calabria venerdì

  3. Le multe e il bollo dopo 3 anni vanno in prescrizione.è una presa per il culo.dal 2001 al 2010 sono da carta straccia.non tutti gli italiani sono capre.m5s delusione unica.

    1. Vanno in prescrizione se un c’é un atto interruttivo..
      Quando si danno delle info, almeno tra noi lettori, saprebbe auspicabile non dare adito ad equivoci a chi legge in buona fede e senza avere contezza della prassi legale.

      1. A Maurizio interessa solo l’ultima frase: italiani capre m5s delusione. Non gli interessa dare giuste informazioni che probabilmente neanche ha.

  4. Se volete fare un condono fatelo a cifre sostanziose per esempio a cittadini che non tengono lavoro e tengono cifre come 30000€ da dare allo stato come fa allora resterà sempre indebitato qua dovete aiutare e salvare gente dal suicidio come si sono visti tanti casi allora fate un condono fiscale a persone che non fanno reddito se volete aiutare gli italiani

  5. Quando un piccolo imprenditore, per cause di salute è costretto a chiudere la sua impresa, oltre al fisiologici dispiacere di aver perso la salute,l’impresa e la sua dignità è mortificato dalle cartelle che per forza maggiore non ha potuto onorare. Ebbene quelle ogni anno solare si raddoppiano sino a diventare, con tutta la buona volontà impossibili da saldare. Facendo i conti con una pensione di invalidità con cui non riesce a sopravvivere ,continua a ricevere cartelle per cifre enormi impossibili da onorare manco in 1500 anni. La/e domande spontanee sono ,quanto spende lo stato per un qualcosa che non potrà mai ricevere? Tenendo conto che, non vi è nulla che possa essere pignorato,in quanto il debitore è diventato nullatenente?

  6. Ma io non capisco come siamo fatti…
    Qui si parla di un azione positiva nei confronti dei debitori eppure invece di approfondire la questione si pensa a criticare con cose che non c’entrano nulla con l’argomento…
    È assurdo sembrate una banda di pecoroni che pensate solo a lamentarvi

    1. Purtroppo solo in Italia, veramente la colpa e il governo, in America se fai un’informazione l’anno seguente te la fanno pagare senza interessi, e obbligato perche non può guidare piu. Quindi la colpa e l’ostato. Sucede anche pee l’impresa.

  7. Mio marito lavora e prende poco siamo in 4 e per sfortuna prende un p0 di pensione e per questo l equitalia ci a rovinato dice che dobbiamo pagare più della metà di tasse non dormiamo più la notte e se li stanno prendendo dallo stipendio non sappiamo più che fare g

  8. Io o sempre pagato ma sono 5 anni a questa parte che pure che lavoro non riesco più a pagare e ci metto tutta la mia buona volontà, vi prego fate qualcosa x aiutare gli italiani e no solo gli stranieri.

  9. Ma che braviiiiiii !!! È noi altri che abbiamo sempre pagato avendo e non avendo soldi??? Conosco delle persone che ne hanno soldi ma non pagano lo stesso. Con questo state dicendo di non pagare e fra un paio di anni si cancella tutto!!!

    1. Lei è una persona cattiva !! anch’io ho sempre pagato…… ma si ricordi che la ruota gira… non tutti sono forboni e durfanti evasori……qui si sta parlando di una tassa ,come il bollo, che non dovrebbe neanche esistere !! poi per non parlare delle multe…..mi dice che danno arreco alla comunità se faccio ritardo a pagare una multa per un’infrazione???. … loro se tu ritardi sono ben felici perché oltre alla multa o al bollo….sopra la cifra applicheranno un tasso di interessi da usurai.

  10. e una presa in giro. io ho pagato il bollo 2008 2009 a rate di 800 euro ciascuno. poi hanno rintrodott il bollo nel 2015 alle auto storiche. e mi è arrivato da pagare 800 euro 2015 e altri 2016. e non riesco a venderla dopo che con passione piano piano ho spesi 10mila euro. Le persone ora vanno aiutate. il 2000 2010 e già passato quasi tutti hanno pagato. il movimento 5 stelle ha deluso le mie aspettative. sono uguali a gli altri.

  11. Scusate Io O Fatto La Rottamazione ,,,,,e Dal Settembre 2028 ,io. Pagato REGOLALMEMTE ,,allora. Che io Non ho pagato Ottobre E Novembre Che Io Soldi Non Eo ,che Con La Pensione Di Mio Marito Non Cela Facciamo E Non possiamo Manciare Con tutte Queste Tasse E Medicine Che Compriamo ,,,come Si fa Se Dobbiamo Fare Delle Visite ,arrivano A Un Anno Di Prenotazioni ,,,,,,,,,dobbiamo Morire Caro Di Maio E Salvini ??????Sevogliamo Andare Ad uno Specialista Ti Chiedono Cifre Da Impazzire E Non Si Può Fare duecentomila lire Una Gastroscopia Ma Stiamo scherzando ,,,pensate Pure A Questo Caro Salvini E Di Maio ,,,,,non Ci Abbandonate

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI