HOME Articoli

Lo sai che? Nasce lo Sportello per il Cittadino: gratis info su cause e giustizia

Lo sai che? Pubblicato il 21 febbraio 2013

Articolo di




> Lo sai che? Pubblicato il 21 febbraio 2013

Gli sportelli per il cittadino daranno consigli gratuiti ai cittadini su cause, costi della giustizia, mediazione, gratuito patrocinio e molto altro.

Stanno per partire gli “sportelli per il cittadino”. Si tratta di uffici istituiti presso ciascun Consiglio dell’ordine degli avvocati. Ad essi ciascun cittadino potrà accedere gratuitamente per ottenere informazioni di vario tipo; per es. per chiedere quali azioni giudiziarie intraprendere, per avere delucidazioni in merito ai sistemi alternativi alla giustizia tradizionale (come la mediazione e l’arbitrato) o ancora per avere chiarimenti e istruzioni sulla difesa d’ufficio e sul gratuito patrocinio.

Lo strumento consentirà inoltre di avere informazioni sulla pattuizione del compenso, sul conferimento dell’incarico, sui doveri deontologici nonché sui prezzi delle procedure.

Il cittadino potrà in ultimo avere ragguagli sui doveri di trasparenza che incombono sull’avvocato prima di avviare una causa: quest’ultimo, infatti, deve rendere noto al cliente il livello di complessità dell’incarico e la prevedibile misura del costo della prestazione professionale nel suo intero (con la precisa distinzione tra oneri, spese e compenso professionale vero e proprio).

Ci sarà quindi un dialogo diretto e continuo tra avvocati e cittadini, al fine di garantire a questi ultimi un servizio di orientamento e informazione preventiva.

Tuttavia, per evitare conflitti di interesse, gli avvocati che hanno coadiuvato il cittadino attraverso lo sportello, non potranno poi assisterlo in giudizio, né potranno consigliare il nominativo di altri colleghi.

Gli sportelli per il cittadino sono stati previsti dalla recentissima legge che ha riformato l’ordinamento forense [1]. Gli Ordini degli avvocati avranno tempo fino al 7 marzo per inviare proprie osservazioni al Cnf. Successivamente il Consiglio nazionale emanerà il testo definitivo.

note

[1] Legge n. 247/12, art. 30.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:
Informativa sulla privacy

ARTICOLI CORRELATI

1 Commento

  1. Mi sembra un’ottima idea, complimenti! Gli avvocati sono una soluzione fantastica se onesti (e ce ne sono) ma ci si trova spesso nel dubbio se iniziare una causa e i costi “proporzionati” (ad esempio per un recupero crediti da 2-3000 €) oltre che il NON obbligo di risultato del legale e che “abbia sempre ragione” al momento di emetter parcella.
    Non è un rapporto trasparente e vedo che c’è chi (giovani e/o indifesi ) ne fa le spese anche se in buona fede. Ben venga un buon consiglio prima di un “codice etico” obbligatorio e comprensibile a tutti. grazie

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI