Business | Articoli

Incidente al parco giochi: è responsabile l’amministrazione?

28 Agosto 2017
Incidente al parco giochi: è responsabile l’amministrazione?

Chi è tenuto al risarcimento dei danni subiti da un bambino per un incidente ai giardinetti pubblici? Vediamo il caso in oggetto.

Se un bambino cade ai giardini o al parco pubblico e si fa male il genitore può chiedere il risarcimento dei danni subiti dal piccolo al Comune? Solo se si tratta di vizio di costruzione. I dettagli.

Incidente al parco giochi: chi è responsabile?

Per valutare la responsabilità nel caso di un incidente al parco giochi, da un lato è necessario valutare la possibilità per l’utente danneggiato di percepire o prevedere, con l’ordinaria diligenza, una situazione di possibile pericolo dall’utilizzo del bene, dall’altro lato bisogna tenere presente che a ciò si accompagna in ogni caso il dovere di cautela da parte del soggetto che entra in contatto con la cosa.

Incidente al parco giochi: la sentenza del Tribunale di Urbino

A stabilirlo è il Tribunale di Urbino con una recente sentenza [1]: il Comune, è responsabile per strumenti e oggetti in propria custodia. Questo tuttavia non significa che sia tenuta a risarcire i danni che potrebbero essere evitati con la precauzione.

Quando si verifica un incidente al parco giochi se esso è causato da negligenza o scarsa vigilanza da parte dei genitori la responsabilità non è dell’amministrazione. I genitori hanno difatti anche l’onere di valutare i pericoli e i rischi che l’utilizzo dei giochi comporta. Il Comune dunque non è tenuto al risarcimento dei danni.

Incidente al parco giochi: quando spetta un risarcimento?

Gli unici casi in cui si prevede che ci possa essere una responsabilità dell’amministrazione si presentano se il bene non risulta in condizioni di manutenzione adeguate agli standard dei manufatti del genere a cui appartiene, o che lo stesso non presenti al momento del sinistro difetti in grado di determinare pericoli anche in presenza di un utilizzo assolutamente corretto. Questi casi specifici difatti escludono la responsabilità del Custode [2]. 

Si può dire in generale che se l’incidente è dipeso da un vizio di costruzione delle giostrine, dello scivolo, dell’altalena, allora il risarcimento dei danni spetterà al Comune. Se invece il bimbo non si è fatto male a causa delle strutture difettose o costruite male, ma a causa di una scarsa attenzione data dai genitori al suo operato, allora la responsabilità dell’amministrazione è esclusa.


note

[1] Sent. n. 104 del 07.04.2017.

[2]Cod. Civ. art. 2051.

Autore immagine: Pixabay.com


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube