Diritto e Fisco | Articoli

Cos’è la cessione del quinto? Vantaggi, requisiti e documentazione

16 ottobre 2018


Cos’è la cessione del quinto? Vantaggi, requisiti e documentazione

> Diritto e Fisco Pubblicato il 16 ottobre 2018



La cosiddetta «cessione del quinto» è un prestito dedicato ai dipendenti a tempo indeterminato e ai pensionati.
Il prestito non è finalizzato: significa che non c’è un fine prestabilito dalla legge per l’impiego delle somme che pertanto possono essere utilizzate per qualsiasi scopo del consumatore.
Tale forma di finanziamento è diventata sempre più richiesta dai lavoratori e dai pensionati tanto che, a differenza dei prestiti personali che sono cresciuti del +5,4%, la cessione del quinto ha registrato nel 2017 un incremento del +11,5% rispetto all’anno precedente. Il suo successo è dovuto alla facilità e velocità di erogazione del credito. Ci sono poi altri due vantaggiosi fattori collegati alla cessione:
  • il consumatore non deve fornire una motivazione specifica per ottenere il finanziamento;
  • già alla firma del contratto è possibile ottenere un primo acconto.
Ma quali sono i requisiti per ottenere la cessione del quinto? Vediamolo insieme.

I requisiti per accedere alla Cessione del quinto

Possono accedere alla cessione tutti i lavoratori con contratto a tempo indeterminato che risiedono in Italia e che hanno un’età compresa tra i 18 e i 65 anni. Oltre ai lavoratori, anche i pensionati possono richiedere la cessione del quinto della pensione, ma non devono superare gli 85 anni d’età alla scadenza del prestito. È evidente, dunque, che una grande platea di cittadini può accedere a tale finanziamento senza aver bisogno di particolari requisiti. Ma come vengono rimborsate le rate? Entriamo nello specifico.

Le modalità di rimborso del prestito

La cessione del quinto si contraddistingue per una specifica peculiarità: con questa forma di prestito la rata di restituzione viene trattenuta direttamente dallo stipendio o dalla pensione. Ogni rata non può essere superiore il 20% del totale. Inoltre, il finanziamento non può durare più di 10 anni (120 rate mensili). La facilità di erogazione e la rata fissa rendono tale finanziamento assai accattivante.
C’è un’ulteriore caratteristica che rende la cessione del quinto veramente vantaggioso.

La cessione del quinto e i cattivi pagatori 

Abbiamo visto che la cessione del quinto ha indubbi vantaggi per la sua rapidità di erogazione e per la possibilità di durata decennale con una quota fissa che non può superare il quinto della busta paga o della pensione. Ma c’è un altro vantaggio molto importante da considerare: questa forma di prestito può essere richiesta anche da chi è considerato un cattivo pagatore o da chi ha già altri prestiti in corso, una caratteristica unica se si considera che i cittadini segnalati al CRIF (la Centrale Rischi d’Intermediazione Finanziaria dove sono registrati i dati delle imprese o dei privati che hanno un finanziamento in corso) hanno poche possibilità di accedere a un finanziamento.

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI