Diritto e Fisco | Editoriale

Il responsabile civile nel processo penale

11 novembre 2018 | Autore:


> Diritto e Fisco Pubblicato il 11 novembre 2018



Chi è il responsabile civile nel processo penale, quando ed in che modo avvengono la sua ammissione e la sua costituzione.

Hai ricevuto una notifica che ti invita a comparire in un processo penale quale responsabile civile e ti chiedi perché, considerato che sei certo di non aver commesso alcun illecito penale? Ti chiedi chi è il responsabile civile, che dovrai fare e che ruolo avrai in questo processo? Iniziamo con il dire che ogni volta che un reato procura un danno patrimoniale o non patrimoniale, il colpevole e tutte le persone che, secondo le leggi civili, sono responsabili per la sua condotta, sono obbligati al risarcimento. Ma quali sono questi soggetti? Senza dubbio i genitori, i tutori, i precettori ed i maestri d’arte, i padroni ed i committenti. Il responsabile civile è proprio uno di questi soggetti che, nonostante non abbia commesso alcun reato, è obbligato a risarcire il danno derivante dal reato commesso da un individuo che era sotto la sua responsabilità, vigilanza o sorveglianza. Immaginiamo che tuo figlio sia incapace di intendere e di volere oppure sia minorenne o, ancora, ipotizziamo che tu insegni un mestiere o un’arte: in caso di illecito commesso da tuo figlio o da un allievo sarai tu responsabile per il danno provocato (a meno che tu non sia in grado di dimostrare che non hai potuto impedirlo). Il responsabile civile, per tale ragione, può entrare nel processo penale senza che ciò comporti una condanna penale (reclusione, arresto, multa o ammenda) nei suoi confronti. Puoi insomma tirare un sospiro di sollievo: almeno il tuo casellario resterà pulito e non finirai in carcere. Ma quale sarà, allora, il tuo ruolo? Il responsabile civile, proprio in virtù delle responsabilità patrimoniali che ha, può costituirsi in giudizio se citato o può intervenire volontariamente nel processo; in tal modo può far valere le sue ragioni e dire la sua. Ma andiamo con ordine.

Chi è il responsabile civile?

Il responsabile civile è il soggetto che (pur non essendo responsabile penalmente di un illecito penale) entra a far parte del processo penale (perché sceglie di farlo o perché obbligato dalla citazione di un terzo) al fine di risarcire il danno commesso dall’imputato (il figlio, l’allievo e così via) a lui collegato. Un esempio classico di responsabile civile è l’assicurazione: se, ad esempio, investi un pedone e costui, purtroppo, muore, nel processo penale  a tuo carico potrai citare (appunto) l’assicurazione quale responsabile civile per i danni derivati dal sinistro stradale. Tu ne risponderai senza dubbio penalmente ma l’assicurazione dovrà (nei limiti del contratto che hai stipulato) risarcire i danni (patrimoniali e non) alla famiglia del defunto in quanto previsto dalla legge.

Il responsabile civile nel processo penale

Come fa il responsabile civile a diventare parte (processuale) nel processo penale? Il responsabile civile può entrare nel processo penale in due modi.

  • Può essere citato dal giudice con decreto [1], se lo richiede la parte civile o il pubblico ministero (quest’ultimo può fare la richiesta soltanto in caso di assoluta urgenza nell’interesse del danneggiato incapace per infermità di mente o per età minore di anni diciotto), e solo se la richiesta sia avanzata prima della dichiarazione di apertura del dibattimento (tecnicamente si dice che è una questione preliminare). Nel primo caso è onere della parte civile notificare il decreto al responsabile civile, all’imputato ed al pubblico ministero; nel secondo, l’onere è del pubblico ministero. Sappi che la citazione del responsabile civile è nulla se la notifica è nulla, cioè se mancano (o sono sbagliati) i requisiti essenziali previsti dalla legge: ciò in quanto il responsabile civile, se non riceve una citazione puntuale, non è posto in condizione di esercitare i suoi diritti; se, invece, la costituzione di parte civile è revocata (o la parte civile viene esclusa) la citazione del responsabile civile perde efficacia.
  • Il responsabile civile può comparire nel processo anche attraverso un intervento volontario [2]. Quando vi è costituzione di parte civile, o quando il pubblico ministero esercita l’azione civile, infatti, il responsabile civile (all’udienza preliminare o fino a quando non siano compiuti gli atti introduttivi del dibattimento) può intervenire volontariamente nel processo (da solo o a mezzo di procuratore speciale) presentando una dichiarazione scritta. Se l’intervento è fuori udienza, il responsabile civile deve notificare la dichiarazione alle altre parti. Anche in questo caso, se la costituzione di parte civile è revocata o la parte civile viene esclusa, la citazione del responsabile civile perde efficacia.

La costituzione del responsabile civile

Quando il responsabile civile riceve la citazione a comparire in udienza, cosa succede? Cosa dovrà fare? Chi è citato come responsabile civile può (non deve per forza) costituirsi in ogni momento del processo (tecnicamente in ogni stato e grado) da solo o attraverso un suo procuratore speciale [3]. Cos’è e come avviene la costituzione?  Si tratta di una dichiarazione scritta che puoi depositare nella cancelleria del giudice che procede o direttamente in udienza. Deve contenere, a pena di inammissibilità:

  • le generalità della persona fisica o dell’associazione, dell’ente che si costituisce e le generalità del suo legale rappresentante;
  • il nome e il cognome del difensore e l’indicazione della procura speciale (che si deposita in cancelleria o si presenta in udienza unitamente alla costituzione);
  • la sottoscrizione del difensore.

Con la costituzione in giudizio potrai seguire il processo e curare i tuoi interessi in merito al risarcimento del danno (dimostrando per esempio che non lo hai potuto evitare e che, dunque, non ne sei economicamente responsabile).

note

[1] Art. 83 cod. proc. pen.

[2] Art. 85 cod. proc. pen.

[3] Art. 84 cod. proc. pen.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI