Diritto e Fisco | Articoli

Il laureato in scienze politiche può insegnare alle elementari?

17 Novembre 2018 | Autore:


> Diritto e Fisco Pubblicato il 17 Novembre 2018



Nel 2002 ho conseguito la laurea quinquennale in Scienze Politiche e da allora sono impiegata in banca. Se volessi insegnare nelle scuole elementari, quali sarebbero gli esami supplementari alla mia laurea da sostenere? Quale iter dovrei seguire? 

Per insegnare alle elementari, cioè per insegnare nella scuola dell’infanzia o primaria, occorre uno dei seguenti requisiti: 

– aver conseguito la laurea quinquennale o magistrale in Scienze della formazione primaria; 

– essere in possesso del diploma magistrale o del diploma di liceo socio-psico-pedagogico, ma solo se conseguito entro l’anno scolastico 2001-2002. 

Entrambi i titoli sono abilitanti e permettono di partecipare al concorso ordinario per l’accesso all’insegnamento nella scuola primaria bandito dal Miur, oppure permettono di iscriversi alle graduatorie provinciali per le supplenze. Il concorso viene bandito ogni triennio (l’ultimo risale al 2016). In pratica, non dovrà sostenere alcun esame supplementare. 

Per le scuole secondarie il discorso è diverso. Poiché la laurea in Scienze politiche è stata conseguita dalla lettrice dopo l’a.a. 2000/2001, in base alla Tabella A allegata al DPR n. 19 del 14 febbraio 2016, relativo alle nuove classi di concorso, le è consentito l’accesso all’insegnamento nella classe A-46 Scienze giuridico–economiche (ex 19/A), a condizione che il piano di studi seguito abbia compreso i corsi di: 

– diritto pubblico generale, un esame annuale (o due semestrali) fra i seguenti (Tab. A/1): Istituzioni Di Diritto Pubblico, Nozioni Giuridiche Fondamentali, Diritto Costituzionale; 

– istituzioni di diritto privato, un esame annuale (o due semestrali) fra i seguenti (Tab. A/1): Diritto Civile, Nozioni Giuridiche Fondamentali; 

– diritto amministrativo, un esame annuale (o due semestrali) fra i seguenti (Tab. A/1): Diritto degli enti locali, Diritto processuale amministrativo, Contabilità di Stato; 

– diritto commerciale, un esame annuale (o due semestrali) fra i seguenti (Tab. A/1): Diritto Fallimentare, Diritto Commerciale Comunitario, Diritto Industriale. 

Articolo tratto dalla consulenza resa dall’avv. Mariano Acquaviva


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI