Business | Articoli

Lavoro: quando rischi di più per la visita fiscale

31 Agosto 2017


Lavoro: quando rischi di più per la visita fiscale

> Business Pubblicato il 31 Agosto 2017



Controlli serrati sul pubblico e sul privato, ecco chi resta escluso e chi è a rischio.

Arrivano le novità per le visite fiscali sulle assenze per malattia che dal 1 settembre potranno essere condotte in modo sistematico ed eventualmente anche ripetuto, anche a ridosso delle giornate festive o di riposo settimanale. L’Inps avrà la competenza esclusiva anche per i lavoratori del settore pubblico, e non più solo per i dipendenti del privato.

Polo unico della medicina fiscale al via

Da venerdì prenderà forma il «Polo unico della medicina fiscale» gestito dall’Inps. L’obiettivo principale di questa novità è ottimizzare un servizio rendendo il controllo più efficiente e con un possibile risparmio di risorse.

Nella Pa, la visita può scattare anche dal primo giorno, se l’assenza capita nelle giornate adiacenti a quelle non lavorative: è stato difatti dimostrato che le giornate a rischio assenteismo sono proprio quelle vicine ai weekend o ad altre festività.

Chi non rischia la visita per assenze a ridosso del weekend?

Restano esclusi dalla riforma delle visite fiscali il personale delle forze armate e dei corpi armati dello Stato e del Corpo nazionale dei vigili del fuoco (Esercito, Marina militare, Aeronautica militare, Guardia di finanza e Carabinieri, Polizia di Stato e Polizia penitenziaria, Corpo nazionale dei vigili del fuoco, escluso il personale volontario), nonché gli enti pubblici economici, gli enti morali, le aziende speciali.

Non potranno essere sottoposti ad accertamento i lavoratori per i quali sia in corso un’istruttoria per il riconoscimento dell’infortunio sul lavoro o della malattia professionale.

note

Autore immagine: Pixabay.com


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA