Diritto e Fisco | Articoli

Vietato registrare e spiare la moglie o il marito anche se convivente

25 Febbraio 2013
Vietato registrare e spiare la moglie o il marito anche se convivente

Nascondere in casa un registratore per spiare quello che il partner dice al telefono può comportare una condanna penale per interferenze illecite nella vita privata.

Non importa se si tratti di coniuge o di convivente che non abita stabilmente in casa: registrare, di nascosto, le conversazioni di quest’ultimo è un illecito e comporta una condanna per il reato di interferenze nella vita privata.

Lo ha detto la Cassazione in una recente pronuncia [1].

Spiare una persona all’interno del domicilio è sempre illecito. E ciò vale sia nel caso in cui si tratti di coniuge, sia di convivente stabile, sia occasionale.

Ciò che infatti viene tutelato dalla norma del codice penale [2] è che la vittima della obliqua condotta, proprio perché si trova in un luogo ove si svolgono episodi significativi della propria priva privata (tale è la casa di abitazione, anche se occasionale), è di regola fiduciosa che in tale posto sia tutelata la propria privacy. Essa infatti confida che, all’interno delle quattro mura domestiche (anche se non di sua proprietà), possa godere di riservatezza: pertanto è maggiormente esposta e vulnerabile nei confronti di un comportamento subdolo e sleale da parte della persona cui è affettivamente legata.

La foto del presente articolo è un’opera artistica di Dantemanuele De Santis, DS Photostudio. Ogni riproduzione riservata.

 


La tutela contro registrazioni e interferenze effettuate dal partner all’interno dell’abitazione si estende non solo ai coniugi o ai conviventi stabili, ma anche a quelli occasionali.

note

[1] Cass. sent. n. 8762 del 22.02.2013.

[2] Art. 615 bis cod. pen.


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube