Diritto e Fisco | Articoli

Maltrattamento di animali: anche se non c’è volontà e lesioni

18 Marzo 2013
Maltrattamento di animali: anche se non c’è volontà e lesioni

Animali maltrattati e abbandonati: punita anche la semplice dimenticanza.

Per commettere il reato di maltrattamento di animali [1] non è necessario che l’agente abbia avuto la specifica volontà di commettere il maltrattamento: è sufficiente l’aver semplicemente omesso (anche per incuria, dimenticanza, negligenza, ecc.) i propri doveri di custodia e di cura. Lo ha precisato la Cassazione con una recente sentenza [2].

Così, si ha il reato in questione anche nel caso di semplice abbandono di un animale all’interno di un’autovettura esposta ai raggi del sole durante la stagione estiva per un tempo prolungato.

Allo stesso modo, si viene ugualmente puniti per tale reato se l’animale non abbia subito, a seguito della condotta in questione, una concreta lesione fisica. È infatti sufficiente che esso abbia sofferto semplici patimenti.


Si è puniti con l’ammenda da 1000 a 10.000  se si detiene il proprio animale in condizioni incompatibili con la sua natura, anche se ciò non avviene per una volontà specifica e anche se all’animale non derivino concrete lesioni fisiche.

note

[1] Art. 727 cod. pen.

[2] Cass. sent. n. 5971 del 7.02.2013.


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube