Diritto e Fisco | Articoli

Gancio cintura di sicurezza per bloccare l’allarme: è legale?

22 Ottobre 2018


Gancio cintura di sicurezza per bloccare l’allarme: è legale?

> Diritto e Fisco Pubblicato il 22 Ottobre 2018



Zitto gancio: è legale vendere e acquistare i sistemi che impediscono al sistema di allarme dell’automobile di suonare quando non viene allacciata la cintura di sicurezza?

Quasi tutte le automobili hanno ormai un sistema elettrico che, con un’allarme acustico martellante, avvisa il conducente dell’omesso utilizzo delle cinture di sicurezza a marcia ormai iniziata. Il funzionamento è facile: un sensore all’interno della fessura ove va inserito il gancio metallico della cintura si accorge se questa è correttamente allacciata o meno. In questo modo, smemorati e pigri sono costretti ad osservare il codice della strada. Il sistema è stato ideato più per tutelare la sicurezza degli automobilisti che non il loro portafogli dalle multe. Del resto le statistiche parlano chiaro: chi non si assicura alle cinture ha più del doppio delle possibilità di morire rispetto a chi invece le porta. Se la velocità è superiore a 90 km/h, la probabilità di perdere la vita sale addirittura a dieci volte. Eppure, nonostante ciò, esiste ancora chi ricorre a sistemi alternativi pur di non adempiere all’obbligo di legge e, nello stesso tempo, non lasciarsi stonare le orecchie. Si tratta di ganci sfusi che si inseriscono nelle fessure accanto ai sedili. In questo modo, si inganna l’impianto elettrico. Di fatto l’automobilista rimane senza cinture di sicurezza allacciate, ma l’allarme non suona. Ma è legale il gancio della cintura di sicurezza per bloccare l’allarme?

Un tempo i ganci metallici erano smerciati dai venditori ambulanti solo ai caselli e ai semafori. Si trattava, il più delle volte, di oggetti di seconda mano, recuperati dallo sfasciacarrozze o da mezzi in disuso. Oggi però è possibile trovarli anche presso i negozi di elettrodomestici ed articoli elettronici.

L’aver inizialmente conosciuto i ganci solo al “contrabbando” ha portato a pensare che la loro vendita sia illegale; il rivederli invece nei centri commerciali può lasciare sorpresi. Cosa stabilisce la legge?

La cintura di sicurezza è sempre obbligatoria. Chi viola la norma del codice della strada subisce una multa da 80 a 323 euro. Sono però previste delle esenzioni.

La prima di queste è per le donne in gravidanza: è necessario che il ginecologo che ha in cura la futura mamma attesti la pericolosità dell’utilizzo della cintura per il bambino. A conti fatti, però, gli studi hanno dimostrato che proprio l’uso della cintura può risultare vitale sia per la mamma che per il futuro neonato.

Altri casi di esenzione possono essere attestati dal medico di una struttura sanitaria pubblica. È necessario pertanto il certificato del medico dell’Asl nel quale deve essere indicata la durata di validità e, per motivi di privacy, può anche essere non indicato il motivo.

Chiaramente, il computer di bordo dell’auto non è in grado di sapere se il conducente o un passeggero è in possesso della giustificazione medica che gli consente di non allacciare le cinture; per cui l’allarme inizierà a suonare lo stesso. In tali circostanze, cosa si può fare?

Nulla vieta di chiedere a un elettrauto di fiducia di disattivare il segnale acustico predisposto dalla casa automobilistica.

Allo stesso modo non esiste alcuna norma di legge che vieti di vendere i ganci sfusi, senza cioè le cinture di sicurezza. Se non è illegale la vendita del “gancio cintura di sicurezza” può essere illegale solo l’uso che di esso si fa. Il che significa che, se anche il poliziotto, nel corso di un controllo, dovesse rilevare la presenza dell’oggetto metallico, non potrebbe multare il conducente in possesso di idonea certificazione medica (secondo le caratteristiche prima anticipate). Né potrebbe multarlo qualora dovesse vedere il gancio attaccato in corrispondenza di un posto ove non è seduto alcun passeggero.

Questo significa che il gancio cintura di sicurezza può essere legalmente usato quando ci sono i casi di esenzione previsti dalla legge. Ed è per questo che è anche lecito vendere tale oggetto. Che pertanto non va considerato un prodotto da nascondere.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI