Diritto e Fisco | Articoli

Permesso di soggiorno: niente rinnovo in caso di condanna per droga

8 Marzo 2013 | Autore:
Permesso di soggiorno: niente rinnovo in caso di condanna per droga

L’immigrato condannato per droga non può ottenere il permesso di soggiorno.

Lo straniero condannato, anche in via non definitiva, per reati riguardanti la detenzione e il trasporto illegale di sostanze stupefacenti non può ottenere il rinnovo del permesso di soggiorno. A tal fine, non è necessario che la Questura emetta un’ulteriore valutazione sulla pericolosità sociale dell’immigrato per motivare il rigetto della richiesta di soggiorno: basta la semplice condanna.

Lo ha stabilito il Tar dell’Umbria in una sentenza [1] con la quale ha respinto il ricorso di un’immigrata che aveva presentato domanda per il rinnovo del permesso di soggiorno. La Questura glielo aveva negato a causa delle diverse condanne subite per reati legati alla droga, senza compiere ulteriori accertamenti sulla pericolosità sociale della donna.

Il TAR ha precisato che un’ulteriore valutazione non è necessaria quando già ci sono degli elementi che identificano, in modo chiaro, la condotta dello straniero, come appunto le condanne, anche in via non definitiva, per reati concernenti gli stupefacenti. Una condanna di questo tipo è di per sé da sola sufficiente a giustificare il mancato rinnovo del permesso di soggiorno, senza bisogno di altre valutazioni da parte dell’Amministrazione sulla pericolosità sociale dell’individuo [2].


note

[1] TAR Umbria, sent. n. 201300092 del 18.02.2013.

[2] Art. 4, c. 3, d.lgs. 286/98, modificato dalla l. 189/2002.


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube