Diritto e Fisco | Articoli

Ristrutturazioni edilizie e agevolazioni fiscali

26 febbraio 2013 | Autore:


> Diritto e Fisco Pubblicato il 26 febbraio 2013



Detrazioni e crediti di imposta: ecco tutto ciò che deve sapere il proprietario prima di ristrutturare la casa

Chi sostiene spese per i lavori di ristrutturazione edilizia può usufruire della detrazione d’imposta Irpef pari al 36%.

Inoltre, per le prestazioni di servizi relative agli interventi di recupero edilizio, di manutenzione ordinaria e straordinaria, realizzati sugli immobili a prevalente destinazione abitativa privata, si applica l’aliquota IVA  agevolata del 10%.

La novità che merita di essere segnalata, perché non tutti ne sono a conoscenza, è che per le spese di ristrutturazione sostenute dal 26 giugno 2012 [1] fino al 30 giugno 2013, spetta una detrazione Irpef del 50% su un limite massimo di spesa di 96.000 euro.

Infatti, il Decreto Sviluppo ha introdotto aliquote più alte ed un nuovo tetto massimo per le detrazioni sulle ristrutturazioni edilizie. Stante la validità temporale di un anno (a meno di proroghe o conversioni), la legge scadrà il 30 giugno 2013 e varranno, dopo tale data, i vecchi numeri e le aliquote meno elevate che già si conoscono.

Quindi, in sintesi, le nuove detrazioni fiscali devono riferirsi alle spese di ristrutturazione sostenute nel periodo di validità del decreto, cioè tra il 26 giugno 2012 ed il 30 giugno 2013; per le spese di ristrutturazioni sostenute prima o dopo la detrazione Irpef sarà del 36% per un tetto massimo di spesa di 48.000 euro.

La nuova legge ha disposto anche diverse detrazioni fiscali sulle spese di riqualificazione energetica, la cui maggior aliquota del 55% scadrà, come quello del 50% sui lavori di ristrutturazione, il 30 giugno 2013.

Si ricordi che per usufruire di tali agevolazioni fiscali (aliquote e del tetto massimo più elevati) vige il criterio di cassa, vale a dire occorre guardare non quando sono stati eseguiti i lavori, bensì quando sono stati effettuati i pagamenti per tali opere (nell’arco temporale sopra indicata della vigenza del Decreto Sviluppo). E si ricordi di pagare poi tutto entro la scadenza il 30 giugno 2013.

Per ogni approfondimento si rinvia al manuale dell’Agenzia delle entrate a questo indirizzo:  Ristrutturazioni edlilize: le agevolazioni fiscali

note

[1] Data di entrata in vigore del decreto legge 22 giugno 2012, n. 83 (cosiddetto “Decreto Sviluppo”) pubblicato in Gazzetta Ufficiale 26 giugno 2012, n. 147, convertito con modificazioni, dalla L. 7 agosto 2012, n. 134.

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI