Diritto e Fisco | Articoli

Conserva la retribuzione il dipendente impegnato in dottorato di ricerca

26 febbraio 2013


Conserva la retribuzione il dipendente impegnato in dottorato di ricerca

> Diritto e Fisco Pubblicato il 26 febbraio 2013



Il dipendente pubblico ha diritto allo stipendio e al congedo straordinario qualora partecipi a un dottorato di ricerca, in quanto è riconosciuta preminente la prosecuzione degli studi destinati all’approfondimento delle metodologie per la ricerca e la formazione scientifica.

Una recente sentenza della Cassazione cerca di trovare un equilibrio tra il diritto allo studio del pubblico dipendente e l’interesse della pubblica amministrazione.

Secondo la Cassazione [1] il dipendente pubblico ammesso a corsi di dottorato di ricerca può essere collocato in congedo straordinario:

1- senza assegni (utili ai fini di progressione di carriera, quiescenza e previdenza) nel caso fruisca di una borsa di studio;

2- con diritto alla retribuzione: se i corsi di dottorato non prevedano borse di studio o nel caso in cui il dipendente vi rinunci.

Per il riconoscimento del congedo straordinario, non è necessario che l’oggetto del corso del dottorato di ricerca sia connesso con l’attività lavorativa svolta.

Già in passato, la legge [2] e la Corte Costituzionale [3] avevano dichiarato l’interesse alla ricerca scientifica non può essere impedita dall’esistenza di una rapporto di pubblico impiego. Pertanto, in assenza di borse di studio, il datore di lavoro deve pagare tutte le retribuzioni spettanti al ricercatore per il periodo di assenza.

di ANDREA BORSANI

note

[1] Cass. Civ. sent. n. 2422/13.

[2] L. 13 agosto 1984, n. 476, art.2.

[3] Corte Cost. sent. n. 201 del 18 maggio 1995 

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI