Diritto e Fisco | Articoli

Smartphone Iphone e Samsung: condanna per obsolescenza programmata

25 Ottobre 2018


Smartphone Iphone e Samsung: condanna per obsolescenza programmata

> Diritto e Fisco Pubblicato il 25 Ottobre 2018



Violate le norme sul mercato e sulla concorrenza: condanne pecuniarie per Note 4 e Iphone 6.

Ti sarà certamente capitato che il tuo Iphone o l’ultimo modello Android si sia aggiornato sul più bello e, al riavvio, ti sia apparso più lento. La ragione – spiegano i tecnici – è che i software sono sempre più evoluti e richiedono apparecchi nuovi e più prestanti. Le associazioni di tutela dei consumatori, invece, la chiamano obsolescenza programmata: un modo delle case produttrici per costringere gli utenti a comprare nuovi smartphone e mantenere l’industria in vita. Il sospetto è venuto anche all’Antitrust che, dopo aver avviato una lunga istruttoria contro Apple e Samsung, ha condannato le due società. Non è quindi più solo un sospetto: le due case produttrici, che di fatto hanno un duopolio sui cellulari, hanno fino ad oggi messo in atto pratiche volte a ridurre le funzionalità degli smartphone. Il Comunicato stampa è di ieri e con esso l’Autorità Garante della Concorrenza e il Mercato ha informato di aver comminato ingenti sanzioni pecuniarie alle due aziende per violazioni del codice del consumo.

I prodotti venduti da dette società negli ultimi anni hanno presentato alcuni gravi difetti tali da ripercuotersi sulle tasche dei consumatori. Infatti a seguito dell’attività ispettiva, svolta attraverso l’ausilio del Nucleo speciale Antitrust della Guardia di Finanza e delle istruttorie separatamente instaurate nei confronti di dette società, l’AGCM ha accusato quest’ultime di aver commercializzato detti prodotti tecnologici in violazione degli artt. 20, 21, 22 e 24 del codice del consumo, violazioni concretizzate seppur in modalità differenti.

Per quanto riguarda Samsung, indiscusso protagonista del mondo Android, l’accusa riguarda “Note 4” che ha presentato evidenti malfunzionamenti. La società ha cercato di porre rimedio ai problemi proponendo di installare un nuovo firmware ma, senza informare dei possibili malfunzionamenti che potevano ancorché susseguirsi data la frettolosità e la non accuratezza dell’aggiornamento emesso.

Stesso discorso per Apple che, con Iphone 6 ha presentato spegnimenti improvvisi. Anomalia dovuta all’installazione di nuovi aggiornamenti troppo potenti per il dispositivo oramai datato.

Le sanzioni irrogate sono pesanti: 5 milioni di euro a Samsung e 10 milioni di euro ad Apple, oltre l’obbligo di pubblicare sul rispettivo sito internet una dichiarazione in italiano volta ad informare il pubblico di consumatori della decisione adottata nei loro confronti, inserendo inoltre un link diretto al provvedimento di accertamento emanato.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI