Food | Articoli

Come cucinare senza spreco

7 dicembre 2018


Come cucinare senza spreco

> Food Pubblicato il 7 dicembre 2018



Riutilizzare il cibo destinato alla spazzatura non solo è facilissimo, ma ti regala anche risultati sorprendenti.

Oggigiorno la coscienza sociale prende sempre più atto del problema dello spreco del cibo e ci si interroga su come fare per evitarlo. Con il termine spreco del cibo si fa riferimento a tutto quel cibo che viene buttato quando in realtà potrebbe essere ancora consumato o, comunque, riutilizzato in altro modo. Tale tematica, inoltre, richiama anche il problema dell’eccessiva spazzatura che ogni giorno produciamo e dei danni che, inevitabilmente, questo nostro comportamento reca all’ambiente. Per questo motivo noi tutti dovremmo impegnarci ogni giorno, sia pure nel nostro piccolo, ad imparare come cucinare senza spreco. Ecco alcuni facili suggerimenti per riuscire nell’impresa.

Fai la lista della spesa

Può sembrare un consiglio banale ma, in realtà, fare una lista della spesa realistica e calibrata sulle tue reali esigenze è il primo passo fondamentale per non ritrovarti a riempire il carrello di alimenti che magari non consumerai mai.

Inoltre, mentre giri per i reparti del supermercato, presta attenzione alle date di scadenza riportate. Se hai intenzione di consumare quello specifico alimento il giorno stesso, o comunque nel giro di pochi giorni, prendi pure la confezione con una data di scadenza più ravvicinata ma, se così non fosse, non rischiare di trovarti con troppe cose da dover consumare nel giro di pochissimo solo per un deficit di attenzione: sarebbe uno spreco non solo di cibo, ma anche di denaro.

Ordine in cucina 

Una volta tornato a casa, prenditi pochi minuti per organizzare la tua spesa nel frigo o nella dispensa. Riponi più avanti gli alimenti più prossimi alla scadenza e lascia indietro tutti gli altri, così non ti scorderai di doverli consumare al più presto.

Allo stesso modo, qualora tu abbia acquistato alimenti freschi, ad esempio frutta e verdura di stagione, cerca di consumarli al più presto.

Se non sei sicuro di riuscire a consumare tutto, o ti capita un imprevisto, per non far andare a male nulla puoi pulire e tagliare la verdura o la frutta per poi congelarle. Con la frutta congelata, infatti, è possibile preparare degli ottimi e salutari smoothie.

Utilizza gli avanzi

Se avanza del cibo dal pranzo non pensare nemmeno a buttarlo: mangia gli avanzi anche durante altri pasti. Ad esempio, se hai preparato un primo buonissimo ma, al momento di buttare la pasta, ti sei fatto prendere un po’ la mano, potresti utilizzare tutto ciò che tu e i tuoi commensali non siete riusciti a consumare per preparare una frittata di pasta per la sera oppure per il giorno dopo.

Conserva nel congelatore

Anche questo consiglio presuppone che si sia cucinato più del necessario.

Assicurati di avere sempre in casa dei contenitori da poter riporre nel congelatore perché il suggerimento è di porzionare gli avanzi e conservarli così divisi nel congelatore (avendo sempre cura di apporre un’etichetta con la data del congelamento), in modo da poterli scongelare all’occorrenza.

Come vedi non solo eviti lo spreco di cibo, ma è anche un ottimo trucco per quando hai poco tempo per cucinare.

Ricette antispreco

Utilizza il cibo che butteresti nella spazzatura per creare nuove ricette. Non alludiamo soltanto all’idea già proposta della frittata di pasta con gli avanzi, ma ti invitiamo a guardare con occhi nuovi ciò che abitualmente non mangeresti.

Scarti di verdure e ortaggi

Se l’idea di utilizzare scarti di verdure per cucinare ti sembra non particolarmente allettante, presto ti dovrai ricredere. Non sai quante persone utilizzano gli scarti per preparare un brodo vegetale o, addirittura, dopo aver cotto a dovere tutto, dei veri e propri dadi da conservare e da utilizzare all’occorrenza.

In alternativa, puoi utilizzare le bucce (sempre che siano ben pulite) degli ortaggi e friggerle, ottenendo così degli sfiziosi snack. In alternativa, puoi optare per una scelta più salutistica e cuocerle in forno finché non diventano croccanti.

Scorza di limone

Puoi utilizzare la scorza dei limoni per conferire un ottimo aroma ad una torta, a delle polpette o all’acqua. In questo caso, tuttavia, devi essere certo che i limoni siano biologici.

Scarti di cetrioli

L’acqua aromatizzata può essere ottenuta anche con gli scarti dei cetrioli, a meno che tu non preferisca utilizzarli per prenderti cura della tua pelle, dal momento che sono risaputi gli effetti benefici che hanno le maschere a base di yogurt e cetriolo sul viso.

Pane raffermo

Il pane raffermo non è destinato alla spazzatura: una volta ammorbidito con del latte puoi utilizzarlo per dolci o polpette; altrimenti puoi semplicemente grattugiarlo e ottenerne del pangrattato, sempre che tu non preferisca prepararti delle bruschette.

Fondi di caffè

I fondi di caffè possono arricchire le tue torte al cioccolato ma, se non ti va di ingerirli, puoi utilizzarli per realizzare degli scrub per il corpo (basta mescolarli con pochissimo olio di oliva) o per concimare i fiori che hai sul balcone o in giardino.

Uova di cioccolato

Durante le festività pasquali si rischia di accumulare fin troppe uova di cioccolato che rimangono per lunghi mesi in dispensa finché, con l’arrivo dell’estate, sei praticamente costretto ad eliminarle.

In questo caso il suggerimento è di utilizzare fin da subito tutte le uova che sai già che non sarai in grado di consumare. Come? Ad esempio per realizzare un dolce. Non deve essere necessariamente un dolce interamente al cioccolato, puoi anche fondere la cioccolata e usarla per glassare un semplice plum-cake.

In alternativa potresti utilizzare tutto quel cioccolato per preparare una fonduta in cui poter immergere della frutta fresca, fragole soprattutto!


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI