Food | Articoli

Il cioccolato fa bene alla salute?

23 novembre 2018


Il cioccolato fa bene alla salute?

> Food Pubblicato il 23 novembre 2018



Uno degli alimenti più ostracizzati da dietologi e nutrizionisti, il cioccolato negli ultimi anni è stato riabilitato da ricerche che ne sottolineano gli effetti benefici. Sarà davvero così?

Solo a pronunciarne il nome, le papille gustative già fanno festa: cioccolato. Che si tratti della colazione al mattino, della torta di compleanno o di dolci vari, ogni occasione è buona per gustare del buon cioccolato. Non solo: questo alimento funge anche da “comfort food”. Quando una giornata si è rivelata particolarmente pesante, tutte quelle volte in cui un grosso dispiacere ci ha invaso o semplicemente quando ci sentiamo giù, dare un morso ad una tavoletta di cioccolato equivale a confortare corpo e spirito. Tuttavia, tutte le persone che hanno problemi di peso e che si sono dovute adeguare ad un regime alimentare rigoroso hanno dovuto purtroppo mettere da parte la cioccolata, dato che nutrizionisti e dietologi la indicano come alimento pieno di grassi e calorie. Sarà davvero così? Alcune ricerche condotte negli ultimi anni stanno pian piano smontando le convinzioni negative che ruotano sul cioccolato, e ne stanno invece evidenziando numerosi benefici. Sarà vero? Se vi state chiedendo se il cioccolato fa bene alla salute, in questa guida proveremo a dare una risposta a questo quesito.

Tutte le tipologie di cioccolato fanno bene?

Gli amanti del cioccolato lo apprezzano in ogni sua declinazione: che sia al latte, con le nocciole, immerso nei biscotti o con i cereali, si tratta sempre di un alimento dalla bontà eccelsa.

Tuttavia, le ricerche a cui abbiamo accennato nelle righe precedenti non hanno ottenuto gli stessi risultati da tutte le tipologie di cioccolato analizzate, ma solo da quelle in cui vi era una significativa quantità di cacao. A dirla tutta, gli effetti benefici sono esclusivamente ad appannaggio del cacao, quindi maggiore ne è la quantità contenuta in una tavoletta di cioccolata e migliori saranno le condizioni di salute di chi le mangia. Questo significa che l’unica vera tipologia di cioccolato che, studi alla mano, può apportare benefici è quella fondente.

Del resto, non è un caso che ormai su tutte le confezioni di tavolette fondenti viene sottolineata la percentuale di cacao presente. Le tavolette migliori sono quelle che contengono almeno il 75% di cacao. Questo non significa che ci si possa rimpinzare di cioccolata fondente sino a scoppiare. Sempre secondo gli studiosi, per quanto sia un alimento dagli effetti benefici, non bisogna abusarne. Un pezzettino di cioccolata fondente al giorno, magari da assaggiare insieme al caffè, è più che sufficiente per fare del bene al corpo e all’umore.

Esistono patologie che il cioccolato può prevenire?

Le numerose ricerche sull’argomento hanno fornito tanti spunti sugli effetti positivi che il cioccolato ha sull’organismo delle persone, arrivando quindi a riassumere diversi vantaggi di questo alimento. All’Università di Aberdeen, nel nord-est della Scozia, hanno ad esempio scoperto alcuni anni fa che mangiare un pezzettino di cioccolato fondente al giorno aiuta a prevenire rischi di infarto e ictus.

Nel campione analizzato, infatti, i ricercatori scozzesi hanno evidenziato che mangiare una piccola barretta di cioccolato al giorno riduce dell’11% le probabilità di essere affetti da patologie cardiache, percentuale che sale addirittura al 23% nel caso di ictus e malattie simili.

Sempre in ambito di prevenzione, un buon pezzetto di cioccolata dovrebbe essere “prescritto” anche alle donne in stato interessante. Chi mangia la cioccolata durante la gravidanza, infatti, riduce addirittura del 69% le possibilità di contrarre la preeclampsia, nota anche come gestosi, una patologia per certi aspetti ancora sconosciuta alla medicina ufficiale, e che può intaccare in maniera seria la circolazione sanguigna della madre e le capacità respiratorie del feto. All’interno del cacao vi è la teobromina, una sostanza in grado di abbassare l’ipertensione e di prevenire quindi la gestosi.

Avete delle infiammazioni che vi procurano molto fastidio? Mangiate un po’ di cioccolato fondente è tutto passa. Anni fa avremmo pregato per ricevere una risposta del genere dal nostro medico curante, ma oggi tutto questo è realtà: la cioccolata fondente con oltre il 70% di cacao è ricca di resveratrolo, un elemento antiossidante tra i più potenti in natura per qualità anti-infiammatorie. Queste doti sono perfette anche per aumentare la resistenza all’insulina e di conseguenza tenere a un livello equilibrato gli zuccheri presenti nel sangue. Tradotto in parole semplici, la cioccolata fondente con oltre il 70% di cacao è raccomandata anche per tutte quelle persone che si trovano a combattere con il diabete di tipo 2.

La cioccolata fondente con oltre il 70% di cacao è una manna perfino per coloro che hanno livelli allarmanti di colesterolo. Questa tipologia di cioccolato, infatti, contiene degli antiossidanti in grado di abbassare i livelli di colesterolo nel sangue. Proprio questa specifica casistica ha permesso ai ricercatori di fare una netta distinzione tra cioccolata fondente e tutte le altre tipologie: quelle con nocciola e latte, infatti, danno l’effetto contrario, facendo aumentare i livelli di colesterolo nel sangue.

Anche nelle stagioni calde il consumo di cioccolato può offrire diversi benefici. Quando si va al mare, ad esempio, mangiare un pezzettino di cioccolata può fungere da protezione solare. In questo alimento, infatti, vi sono diversi antiossidanti denominati flavanoli che proteggono la pelle dai raggi UV.

La quantità di antiossidanti è talmente elevata che molti studiosi convengono sul fatto che mangiando cioccolato fondente ad alto contenuto di cacao si fornisce alla pelle una protezione paragonabile a quella di una crema solare. Sempre in tema di attività da svolgere nei periodi primaverili, inoltre, si è scoperto anche che il cioccolato può essere un ottimo alleato per chi fa sport.

Combinato con lo jogging o con altri sport, infatti, il cioccolato fondente stimola la crescita muscolare. In questo caso il merito è della epicatechina, un composto a base vegetale contenuto in questo nostro amato alimento.

Il cioccolato ha effetti benefici anche di natura psicologica?

Nel precedente paragrafo abbiamo visto le potenzialità in materia di prevenzione che un alimento come il cioccolato può offrire al nostro organismo. Tuttavia, gli studiosi hanno scoperto benefici anche di natura psicologica che questo alimento può apportare alle persone.

Ad esempio, grazie alle piccole percentuali di caffeina che contiene, il cioccolato è un ottimo viatico per la concentrazione. Tutti coloro che devono affrontare un grosso sforzo mentale, come può essere ad esempio un esame universitario, possono agevolare tale fatica mangiando un pezzetto di buonissimo cioccolato prima di iniziare.

Non solo: a conferma di quanto dicevamo nel prologo sul cioccolato come “comfort food”, le ricerche hanno in effetti trovato riscontro nel fatto che questo alimento possa migliorare l’umore delle persone. Secondo alcuni studiosi sarebbe la cura migliore perfino per coloro che soffrono di depressione, da sostituire ai medicinali antidepressivi i cui effetti collaterali sull’organismo sono molteplici.

Correte tutto il giorno tra famiglia, lavoro e amici? Non avete un attimo di tempo libero e siete arrivati a livelli di stress preoccupanti? Anche in questo caso la nostra cara amica cioccolata può aiutarvi: secondo alcuni ricercatori svizzeri basterebbero appena quattro quadretti di cioccolato fondente al 75% al giorno per ridurre i livelli di cortisolo, l’ormone alla base dello stress.

La cioccolata è un alimento buono a tutte le età, perfino per coloro più in là con gli anni. Test cognitivi su pazienti a cui hanno fatto consumare due tazze di cioccolata calda al giorno hanno palesato dei miglioramenti rispetto ad uno stato di demenza senile.

Il maggior afflusso di sangue al cervello che il consumo di cioccolata garantisce è probabilmente il fattore che determina una maggiore lucidità mentale nelle persone più anziane. Secondo ulteriori studi, inoltre, il cioccolato fondente non garantisce maggior flusso di sangue solo al cervello, ma anche in “qualche altra parte del corpo”: grazie alla feniletilammina, una sostanza che rilascia le stesse endorfine attivate durante i rapporti sessuali, viene incrementata la libido.

Dare un buon morso ad una tavoletta di cioccolata, quindi, favorisce anche i rapporti interpersonali “sotto le lenzuola”.

E se il cioccolato prevenisse il cancro e facesse dimagrire?

Tutti i vantaggi sinora elencati del cioccolato sono sicuramente validi, ma rappresentano una minima parte dei benefici che questo gustoso alimento può apportare al nostro organismo. Due delle scoperte più sensazionali degli ultimi anni riguardanti il cioccolato sono sicuramente quelle sulla prevenzione del cancro e sul dimagrimento.

La prima è probabilmente la notizia più bella in assoluto: grazie ai numerosi polifenoli contenuti in questo alimento, sostanze naturali da sempre perfette nella lotta al cancro, si possono diminuire le patologie tumorali. In questo caso bisogna però mangiare cioccolato con moderazione: perché se da un lato ci sono tanti polifenoli, dall’altro i grassi e le calorie presenti in questo alimento possono invece fornire terreno fertile al cancro.

Quello che invece sembra più sensazionale (molti addirittura la considerano una boutade) è la notizia che il cioccolato fa dimagrire. Il “trucco” è semplice: bisogna mangiare un solo quadratino di cioccolato fondente venti minuti prima di ogni pasto.

Assumendo il cioccolato il cervello produce in gran quantità leptina e grelina, i due ormoni della sazietà. In questo modo ci si siede a tavola mangiando molto meno cibo del solito, perdendo conseguentemente peso.

E se il cioccolato fosse in realtà il leggendario “elisir di lunga vita”?

A dispetto dei numerosi luoghi comuni che girano sul conto del cioccolato, le ricerche che abbiamo visto hanno dimostrato che questo alimento, se contiene massicce dosi di cacao, rappresenta una vera panacea alimentare. Forse parlare di cioccolato come di un “elisir di lunga vita” può sembrare un’esagerazione, ma come definireste voi un alimento che previene cancro e diabete, rinforza corpo e spirito e sopratutto mette sempre di buon umore?


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI