Diritto e Fisco | Articoli

Separazione, divorzio: l’ex coniuge assegnatario della casa paga l’Imu

27 febbraio 2013


Separazione, divorzio: l’ex coniuge assegnatario della casa paga l’Imu

> Diritto e Fisco Pubblicato il 27 febbraio 2013



Cambia il regime del pagamento dell’imposta sugli immobili rispetto all’Imu: oggi, in caso di separazione o divorzio tra coniugi, a pagare non è più il proprietario della casa.

In caso di divorzio o separazione, l’Imu è solo a carico di chi vive nell’abitazione, ossia di chi ha ottenuto, dal giudice, l’assegnazione dell’immobile.

Con la vecchia Ici, invece, valeva il criterio della titolarità formale del bene; l’imposta era dunque dovuta dal proprietario.

Al contrario, la nuova imposta immobiliare individua come soggetto passivo l’assegnatario dell’alloggio, a prescindere da chi risulti, sulle carte, essere proprietario dalla casa. Di conseguenza, se il coniuge non assegnatario dell’immobile è proprietario di tale bene, l’Imu dovrà essere pagata unicamente dall’utilizzatore assegnatario. E ciò a prescindere dalla presenza di eventuali altri immobili in proprietà dell’assegnatario.

Agevolazioni sull’IMU

Le agevolazioni per i figli under 26 anni (50 euro per ciascun figlio convivente) sono riconosciute al coniuge assegnatario dell’alloggio, a prescindere dall’affidamento formale.

 

Coppie di fatto

Per quanto concerne le coppie di fatto il versamento spetta sempre, invece, al proprietario dell’immobile.

note

Servizio a cura di METAPING

Articolo di Luigi Lovecchio, su Il Sole 24 Ore del 27.02.13, pag. 24

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI