Diritto e Fisco | Articoli

Per chi guida con l’assicurazione scaduta da non più di 15 giorni, nessuna multa

27 febbraio 2013


Per chi guida con l’assicurazione scaduta da non più di 15 giorni, nessuna multa

> Diritto e Fisco Pubblicato il 27 febbraio 2013



Possibile circolare con l’auto anche con la polizza RCA scaduta da non più di 15 giorni senza rischio di subire contravvenzioni. A chiarirlo è una circolare del Ministero degli Interni.

Bisogna uscire dall’equivoco una volta per tutte: chi circola con la polizza RCA scaduta da non oltre 15 giorni non può essere multato per mancata copertura assicurativa. Ciò vale ormai per tutti gli automobilisti. Lo ha chiarito il Ministero dell’Interno, che è tornato a chiarire le novità introdotte di recente in materia di assicurazioni auto [1].

Oggi, i contratti con le assicurazioni possono durare massimo un anno e, alla scadenza, non si rinnovano più automaticamente come era un tempo. Pertanto è necessario che l’assicurato torni in agenzia e firmare una nuova polizza.

La compagnia, dal canto suo, deve avvisare il contraente della scadenza del contratto almeno 30 giorni prima della scadenza medesima e, allo stesso tempo, deve mantenere valida la garanzia prestata con la precedente assicurazione fino all’effettivo rinnovo della nuova polizza, ossia fino al quindicesimo giorno successivo alla scadenza del contratto stesso.

Pertanto, il conducente che sia in attesa di sottoscrivere un altro contratto di RCA, potrà, durante questo periodo, continuare a esibire il certificato e il contrassegno scaduti, senza timore di incorrere in sanzioni amministrative.

Questa novità, come si diceva, vale ormai per tutti i conducenti. La precedente disciplina, invece, imponeva di verificare la continuità tra la validità di una polizza e la successiva: così l’agente di polizia doveva elevare la contravvenzione, in caso di mancata copertura assicurativa, se vi era stata la disdetta del contratto o comunque se il contratto non prevedeva la proroga automatica della polizza dopo lo scadere dell’anno.

note

[1] Art. 22 del d.l. n. 179/2012.

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

6 Commenti

  1. chi viene trovato senza assicurazione incorre nella sanzione di cui all’art. 180 c.d.s. , per mancanza momentanea di certificato assicurativo.

  2. Buongiorno,
    non trovo giusto che bisogna pagare queste consulenze per via e-mail o telefono!! Ma scusate,non prendete gia’ denaro quando ricevete i clienti presso il vostro studio ?? Quello che vorrei dire e’ che trovo solo giusto che andrebbero pagate solo le pratiche e l’assisenza al cliente, e tutte consulenze andrebbero fatter gratuitamente per dare informazioni a tutti i cittadini per quello che devono fare , tanto non ci perdete nulla in un modo o in un altro il cittadino per farsi difendere o per fare una causa deve per forza rivolgersi a voi che conoscete le leggi percio’ e’ molto difficile a fare il fai da te, !!!! Spero che abbiate capito !!! Attendo vostra risposta grazie!!

    Cordiali Saluti
    Marco

    1. Per ottenere la risposta alla vostra richiesta di consulenza è necessario che clicchiate sul banner “richiedi una consulenza” posto sopra questo spazio. Come da condizioni contrattuali riceverete una risposta scritta o telefonica da un professionista del nostro studio entro 3 giorni.

  3. Buongiorno, ma la proroga dei 15 giorni vale anche per i pagamenti dilazionati (es. le semestralità?) o solo per la scadenza annuale? quali sono i riferimenti nel caso?

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI