Bonus assunzioni laureati 2019: chi ne ha diritto?

31 Ottobre 2018 | Autore:


> Diritto e Fisco Pubblicato il 31 Ottobre 2018



Manovra: agevolazioni per chi inserisce in azienda dei giovani con i massimi voti o con dottorato di ricerca. A queste condizioni.

Se stai per laurearti con un buon voto, fai l’ultimo sforzo per arrivare al 110 e lode: potresti usufruire in questo caso del bonus assunzioni laureati 2019 contenuto nella Legge di Bilancio. Se hai già ottenuto il titolo oppure hai fatto un dottorato di ricerca dopo il 1° gennaio 2018, puoi avere diritto a questa agevolazione.

Il bonus assunzioni 2019, se utilizzato nel modo corretto, dovrebbe consentire l’accesso al mondo del lavoro dei giovani laureati con un sistema meritocratico, cioè in base alla loro eccellenza. Si tratta, infatti, di ragazzi che hanno ottenuto il massimo risultato nel loro percorso universitario o che sono dottori di ricerca e che, per questo, meritano di essere premiati con un’opportunità di lavoro.

È proprio questo spirito che ha pure cambiato il nome al bonus: da «assunzioni laureati» passa a chiamarsi «assunzioni giovani eccellenze». Consiste in un’agevolazione temporanea per le aziende affinché facciano entrare nel proprio organico i ragazzi che sono usciti dall’università con il voto più alto.

Vediamo di che si tratta e chi ne ha diritto.

Bonus assunzioni laureati: che cos’è?

Il bonus assunzioni laureati 2019, o giovani eccellenze, è uno sgravio contributivo destinato alle aziende che assumono dei ragazzi usciti dall’università con 110 e lode o dottori di ricerca. L’agevolazione non comprende i premi ed i contributi Inail.

La durata del bonus è di 12 mesi ed il tetto massimo è di 8mila euro.

Bonus assunzioni laureati: i requisiti dei giovani

Per poter entrare in un’azienda che beneficia del bonus assunzioni laureati 2019, i candidati devono aver conseguito il titolo universitario magistrale dal 1° gennaio 2018 al 30 giugno 2019 senza essere mai andato fuori corso e con un punteggio di 110 e lode. Non devono avere compiuto ancora i 30 anni né avere conseguito la laurea in un’università telematica. Rientrano, però, le facoltà estere purché riconosciute equipollenti dalla legge.

I dottori di ricerca, invece, devono aver conseguito il titolo prima di compiere i 35 anni di età.

Il bonus assunzioni laureati scatta nel momento in cui il giovane viene assunto a tempo indeterminato, anche con contratto part-time. Tuttavia, in quest’ultimo caso, l’agevolazione verrà riconosciuta con una proporzionale riduzione. Le aziende potranno ottenere il beneficio dell’esonero contributivo per 12 mesi ed entro gli 8mila euro anche grazie alla trasformazione di un rapporto di lavoro a tempo parziale in tempo indeterminato.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI