Diritto e Fisco | Articoli

Il disoccupato che non versa l’assegno di mantenimento ai figli è giustificato se povero

6 Marzo 2013 | Autore:
Il disoccupato che non versa l’assegno di mantenimento ai figli è giustificato se povero

Il padre disoccupato che non versa l’assegno di mantenimento al figlio non commette reato se non ha mezzi economici neppure per il proprio sostentamento.

Non commette reato [1] il padre disoccupato che non versa l’assegno di mantenimento al figlio perché si trova nell’impossibilità oggettiva di farlo [2]. Se egli percepisce un’indennità di disoccupazione minima e non ha altri mezzi economici, può provvedere a stento al proprio mantenimento; pertanto non può essere punito perché non riesce a mantenere il figlio.

Tuttavia, affinché il reato di violazione dell’obbligo di mantenimento venga escluso, è necessario che il giudice accerti l’effettiva assenza di risorse economiche. Non basta, dunque, la condizione di disoccupazione ma è necessaria la concreta mancanza di mezzi economici per far fronte ai propri bisogni e a quelli del figlio.

La situazione di indigenza esclude, infatti, che la violazione dell’obbligo di mantenimento sia dovuta alla colpa del genitore il quale, pur volendo, non può mantenere il proprio bambino per una causa di forza maggiore [3].


Il padre disoccupato può saltare l’assegno ai figli, senza incorrere in sanzioni penali, solo se è così povero da riuscire a stento a mantenere se stesso. Ma è necessario che egli provi questo, e non è sufficiente dimostrare solo il proprio stato di disoccupazione.

note

[1] Art. 570 cod. pen.: “Violazione degli obblighi di assistenza familiare”.

[2] Cass. sent. n. 7372/2013.

[3] Art. 45 cod. pen.: “Non è punibile chi ha commesso il fatto per caso fortuito o forza maggiore”.


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube