Tech | Articoli

Come pagare con paypal

12 Gennaio 2019


Come pagare con paypal

> Tech Pubblicato il 12 Gennaio 2019



Paypal ti consente di fare acquisti in tranquillità su internet con un semplice click e senza svelare il tuo numero di carta di credito.

Se il dover inserire i dati della tua carta di credito ti fa desistere dall’acquistare l’oggetto dei tuoi desideri su internet, la buona notizia è che puoi fare acquisti senza correre alcun rischio e godendo di una protezione aggiuntiva grazie a PayPal. PayPal, infatti, è presente sul web da molti anni ed è una garanzia per tutti coloro che decidono di avvalersi del servizio. Grazie a PayPal, infatti, è possibile acquistare beni o servizi online senza rendere note le tue coordinate bancarie o il tuo numero di carta, riducendo così il rischio che la tua carta di credito possa essere clonata. Un altro punto a favore di PayPal, inoltre, è che ti permette di usufruire dei servizi che offre gratuitamente. Vediamo quindi come funziona e come pagare con PayPal i tuoi acquisti online.

Prima fase: iscrizione

Per poter usufruire del servizio è necessario, come prima cosa, registrarsi sul sito web. La prima informazione che ti viene richiesta è se intendi creare un conto personale oppure un conto business. La differenza è che, mentre il primo è l’ideale per l’utente che deve semplicemente fare acquisti su internet e inviare e/o ricevere denaro da amici e parenti, il conto business è pensato per chi deve ricevere i pagamenti dai clienti e deve emettere fatture.

Una volta fatta la tua scelta, puoi compilare il form in cui inserire i tuoi dati, il tuo indirizzo di posta elettronica e la password (sceglila con attenzione e non utilizzare la password che usi per altri siti o per i social) e aspettare che ti arrivi l’email per attivare il tuo account e il codice di verifica sul cellulare. Terminati questi primi, fondamentali, step, sei pronto per collegare la tua carta o il tuo conto corrente bancario.

Fase due: collegare la carta al tuo account personale PayPal

Ora che ti trovi nella schermata principale del tuo account, puoi finalmente collegarlo ad una carta o ad un conto corrente da cui intendi prendere i fondi per i tuoi pagamenti semplicemente cliccando su Portafogli, inserendo i dati e salvandoli. Semplicissimo, non è vero? Aspetta che manca ancora un ultimo passaggio prima di iniziare lo shopping.

Terza fase: la verifica del conto

Al fine di una maggiore tutela degli utenti, PayPal richiede che tutti gli utenti portino a completamento una procedura di verifica della propria identità. Fino a quel momento il tuo conto risulterà non verificato.
Verificare il proprio conto è un passaggio fondamentale, non solo perché in tal modo fai la tua parte per contribuire alla sicurezza degli scambi tra utenti PayPal, ma anche perché puoi eliminare tutti i limiti di prelievo e di invio cui saresti soggetto in qualità di nuovo utente.

Non ti preoccupare: anche questo passaggio è semplicissimo. Se hai collegato al tuo conto la carta di credito, devi confermarla. Come? È presto detto. PayPal preleva temporaneamente dalla tua carta una cifra irrisoria – mai più di 2€ comunque – e in tal modo, visionando il tuo estratto conto, puoi trovare la transazione a favore di PayPal che riporterà un codice di quattro cifre. Ottenuto questo codice, torna nella sezione Portafogli, inseriscilo nell’area apposita e conferma. Fatto! Se, invece, hai collegato il tuo account ad un conto corrente, la procedura da seguire è identica ma, in questo caso, PayPal ti farà un piccolo deposito. Ora hai un conto verificato.

Quarta fase: effettua i tuoi pagamenti tramite PayPal

Avrai notato che ormai praticamente tutti gli shop online ti consentono di pagare con PayPal. Tutto ciò che devi fare è cliccare su Paga con PayPal e aspettare di venire reindirizzato al sito del servizio, inserire i tuoi dati di accesso (l’email e la password forniti in fase di registrazione), autorizzare il pagamento e aspettare di venire nuovamente reindirizzato al sito dove stavi facendo acquisti per completare la procedura di acquisto.

La raccomandazione è quella di non ricaricare mai le pagine manualmente: se la pagina non si carica da sola, abbi pazienza e vedrai che nel giro di pochi minuti lo farà da sé.

PayPal ha da poco introdotto la tecnologia OneTouch che ti permette di saltare la fase di inserimento dei tuoi dati personali quando utilizzi PayPal da un determinato dispositivo (ad esempio un computer o un tablet così come il tuo smartphone). Tuttavia, per ragioni di sicurezza e per tutelarti, quando accedi con OneTouch puoi effettuare solo pagamenti e non trasferire i fondi presenti. Questo servizio può essere disattivato in qualsiasi momento, a maggior ragione nel caso in cui tu abbia attivato OneTouch su uno smartphone che ti è stato rubato, semplicemente visitando la sezione Sicurezza sul sito, cliccando su Rimani connesso e paga in modo più rapido ed infine su “Non rimanere collegato”. Ovviamente, nel caso in cui ti trovi ad utilizzare PayPal per degli acquisti da un computer condiviso o pubblico non dare l’autorizzazione per il OneTouch oppure, nel caso in cui distrattamente l’abbia data, revocala subito.

PayPal ti consente di pagare per i beni e i servizi da acquistare su internet anche tramite il sito web (o tramite l’app, disponibile sia su App Store che su Google Play) semplicemente facendo click su Invia denaro e selezionando Pagamento di beni e servizi. Ciò ti consentirà di godere del programma di protezione acquisti di cui parleremo dopo e solo il venditore dovrà pagare una tariffa per usufruire del servizio.

Se, invece, vuoi mandare semplicemente dei soldi a un parente o a un amico (ricorda che PayPal è un ottimo alleato anche quando si tratta di fare una colletta per un regalo o per raccogliere una cifra da destinare in beneficenza grazie al Money Box ), ti basta inserire il numero di telefono o l’indirizzo email collegati al conto del destinatario. In questo caso, la tariffa per usufruire del servizio sarà a carico tuo.

Quinta fase (eventuale): protezione acquisti PayPal

Nel caso in cui tu non abbia ricevuto il bene acquistato oppure, pur avendolo ricevuto, non è conforme alla descrizione (il bene è diverso da come descritto sul sito web del venditore o hai ordinato più articoli e te ne è arrivato solo uno), PayPal ti offre un programma di protezione pensato appositamente per gli acquirenti. Tutto ciò che devi fare è aprire una contestazione entro centottanta giorni dall’acquisto del bene nel centro risoluzioni.

PayPal ti invita prima a cercare di comporre la lite in maniera, si potrebbe quasi dire, amichevole con il venditore, permettendoti di avviare uno scambio di messaggi tramite il sito. Qualora il venditore non collabori, entro trenta giorni dall’avvio della pratica, puoi convertire il procedimento e permettere a PayPal di decidere direttamente la controversia.

I tempi che PayPal impiega per emettere la decisione sono rapidi. In media devi aspettare un dieci-quindici giorni al massimo. Nel caso in cui la questione sottoposta sia particolarmente complicata, potresti trovarti ad attendere fino a trenta giorni prima di ottenere un responso. Qualora tu non abbia ricevuto il bene, PayPal ti può rimborsare l’intero importo della transazione, spese di spedizione incluse.

In ipotesi di reso, ossia di bene ricevuto ma che decidi di restituire, PayPal ti può rimborsare anche le spese di spedizione a carico dell’utente nel caso di acquisti su siti partner.

Proteggersi dalle truffe 

Il web è un luogo magnifico ma, al contempo, pericoloso a causa del pericolo di truffe. Sappi che PayPal utilizza un sistema avanzato di crittografia dei dati trasmessi al fine di proteggere le transazioni ma, non di rado, il pericolo si presenta via e-mail. Il riferimento va in particolare al phising, ossia all’invio di e-mail con cui ti viene richiesto di fornire dati sensibili (password del conto o numeri della carta) e in cui il mittente appare essere PayPal.

Va da sé che il buon senso ti dovrebbe indurre a non svelare mai questi dati, ma una persona meno esperta deve fare attenzione ad una serie di indizi:

  • errori grammaticali: spesso e volentieri queste truffe sono ideate all’estero – soprattutto paesi dell’est – e i truffatori si servono di programmi automatici di traduzione che, gioco forza, inseriranno qualche errore grammaticale, qualche termine tradotto in maniera strana o qualche inesattezza;
  • l’intestazione: PayPal in ogni comunicazione ti chiama per nome e ti fornisce il tuo numero di conto, non invia mai e-mail generiche (esempio: gentile utente);
  • richiesta di dati sensibili: mai e poi mai PayPal ti chiederà di fornire dati sensibili via e-mail. Qualora ti capiti di ricevere una comunicazione del genere, informa subito il servizio clienti;
  • allegati: non aprire mai le e-mail che contengono allegati perché si tratta di virus;
  • comunicazioni di emergenza: occhio alle comunicazioni d’emergenza con cui vieni invitato a contattare un numero di telefono perché anche in questo caso si tratta di una truffa.

Per sicurezza contatta sempre PayPal tramite i canali ufficiali che trovi sul sito e riceverai una rapida assistenza.

Protezione viaggi

Da ultimo, ti segnaliamo che PayPal ha introdotto anche un programma gratuito di protezione viaggi, in grado di rimborsarti fino a 300€ (per importi superiori è necessario acquistare il pacchetto premium) qualora tu non riesca a partire.

Il rimborso, massimo uno all’anno, può essere emesso per te e per chi viaggia con te nel caso di infortunio o malattia, impossibilità di partire, licenziamento o nuova assunzione, eventi come incendi o furti che colpiscono la tua casa oltre che, ovviamente, motivi di salute (adeguatamente attestati da un certificato medico) e cause di forza maggiore.

Tutto ciò che devi fare è attivare gratuitamente la protezione e pagare la tua vacanza tramite PayPal. Il rimborso si applica solo alle spese sostenute per l’acquisto dei biglietti di aerei, treni, noleggio auto e quant’altro e per l’importo pagato per l’alloggio, mentre sono esclusi dal programma di protezione i rimborsi per gli eventi cui non potrai prendere parte (ad esempio, i biglietti di una mostra o di uno spettacolo che avevi in mente di vedere).


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI