Diritto e Fisco | Articoli

Pubblico dipendente, permessi studio ed autocertificazione

8 dicembre 2018 | Autore:


> Diritto e Fisco Pubblicato il 8 dicembre 2018



Sono un dipendente con contratto a tempo indeterminato full-time presso l’Amministrazione Comunale e  lo scorso mese,  essendomi iscritto ad una Università Telematica con sede in una diversa Regione, ho inviato alla P.A. richiesta di concessione permessi straordinari retribuiti per l’esercizio del diritto allo studio per l’anno solare 2018, allegando la dichiarazione sostitutiva dell’atto di notorietà, nella quale dichiaravo di essere iscritto al 1° anno del corso studi in Economia Aziendale della durata complessiva di 3 anni. La P.A. rispondeva inviandomi una lettera in cui adduceva che per poter usufruire del permesso studio avrei dovuto allegare alla richiesta (anche se già inviata con dichiarazione di atto notorio allegata) certificazione rilasciata dall’Università che attestasse la sua iscrizione. Preciso che tale certificazione rilasciata dall’Università ha un costo di € 50,00 e che penso sia possibile ovviare con delle foto ritrazioni catturate all’Interno della piattaforma dell’università ove si evince il numero di matricola ed altri dati sensibili. Pertanto a cosa serve un’autocertificazione? Non dovrebbe essere la P.A. ad effettuare i dovuti accertamenti scrivendo direttamente all’Università? A cosa serve aver dichiarato che sono consapevole delle sanzioni penali richiamate dall’art.76 DPR445/2000 se poi nell’eventualità non vengano applicate?

Come giustamente osservato dal lettore, l’Amministrazione Comunale non può richiedere la certificazione rilasciata dall’Università ai fini della fruizione dei permessi studio. Per legge, alcuni stati qualità o fatti, tra cui la qualità di studente, sono comprovati con dichiarazioni sottoscritte dall’interessato e prodotte in sostituzione delle normali certificazioni; ne consegue che le pubbliche amministrazioni sono obbligate ad accettare le autocertificazioni.

Si consiglia, pertanto, al lettore di riscontrare la richiesta come segue (completando i dati mancanti):

Spett.le Comune di …

Ufficio Servizio Gestione del Personale

Alla c.a. del Responsabile del procedimento

Dott….

Io sottoscritto sig. …, Cod. fiscale …………., con la presente riscontro la Vs nota protocollo n…. del … con la quale viene richiesta, ai fini della fruizione dei permessi per motivi di studio, l’esibizione della certificazione rilasciata dall’Università Telematica … attestante l’iscrizione del sottoscritto al corso di laurea triennale in Economia Aziendale.

Considerato che il sottoscritto ha già provveduto ad inviare al Vs ufficio apposita autocertificazione attestante la qualifica di studente iscritto all’Università …, la Vs richiesta di certificazione è di tutta evidenza illegittima e contrastante con il dettato normativo di cui agli artt. 46 e 47 del Testo unico in materia di documentazione amministrativa (DPR n. 445/2000). Difatti, ai sensi e per gli effetti degli articoli citati, “sono comprovati con dichiarazioni, anche contestuali all’istanza, sottoscritte dall’interessato e prodotte in sostituzione delle normali certificazioni alcuni stati, qualità personali e fatti, tra cui “la qualità di studente” (art. 46, c. 1., lett. t)”. Ne consegue che, ai fini della prova dello status di studente universitario iscritto presso l’Università Telematica …, è idonea e sufficiente l’autocertificazione già prodotta dallo scrivente con assunzione della responsabilità per le dichiarazioni rese ex art. 76 DPR 445/2000.

Alla luce di quanto precede, vi invito e diffido a considerare sufficiente l’autocertificazione sopra citata ai fini della fruizione dei permessi per motivi studio ai quali lo scrivente ha pieno diritto. In difetto, mi vedrò costretto ad adire le opportune vie legali per la tutela dei miei diritti e interessi.

Luogo, data e firma…..

Articolo tratto dalla consulenza resa dall’avv. Maria Monteleone


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI