Scuola: bando per nuovi posti all’infanzia e alle primarie

10 novembre 2018 | Autore:


> Lavoro e Concorsi Pubblicato il 10 novembre 2018



Da metà novembre via alle domande per oltre 10mila posti a tempo indeterminato. Pubblicata anche la data per la prova scritta come dirigenti in Sardegna.

Hai studiato per fare la maestra dell’asilo o l’insegnante delle vecchie elementari ma sei ancora nel precariato? Forse è arrivata la volta buona per te. Sulla Gazzetta Ufficiale è stato pubblicato il bando con nuovi posti per la scuola dell’infanzia e per le primarie. Si tratta di impieghi come maestri comuni o di sostegno a tempo indeterminato. Grazie a questo concorso verranno create delle graduatorie di merito a livello regionale.

Sullo stesso numero della Gazzetta è stata pubblicata la data per la prova scritta del concorso per dirigenti scolastici della Sardegna.

Bando per l’infanzia e le primarie: quando presentare la domanda?

La domanda di accesso al bando per nuovi posti all’infanzia e alle elementari deve essere presentata con il sistema Polis dalle 9 del 12 novembre 2018 alle 23.59 del 12 dicembre 2018. C’è, dunque, un mese di tempo per chiedere di partecipare al concorso.

Che cos’è il sistema Polis?

Polis sta per Presentazione On Line delle Istanze ed è il sistema per effettuare in maniera digitale la presentazione delle domande ai procedimenti amministrativi, tra cui, appunto, il bando per nuovi posti alle scuole dell’infanzia e alle primarie.

Il sistema si basa sul Codice dell’amministrazione digitale, alternativo ai vecchi metodi cartacei per interagire con la Pubblica amministrazione. È necessario essere in possesso di un’abilitazione da ottenere previa identificazione fisica davanti ad un pubblico ufficiale.

In sostanza, per accedere al servizio è necessario:

  • avere un’utenza valida, che puoi ottenere registrandoti alla pagina del Ministero dell’Istruzione https://iam.pubblica.istruzione.it/iam-ssum/registrazione/step1?goto=https://polis.pubblica.istruzione.it/polis/private/login/subAdminForward.do?desiredTarget=Entra. Verrà successivamente visualizzata la pagina su cui inserire login e password;
  • effettuare la procedura di abilitazione, avendo a portata di mano un documento di identità ed il codice fiscale.

Quest’ultima procedura funziona così:

  • accedi al servizio con le tue credenziali (login e password) ed inserisci i dati richiesti. Il sistema ti invierà un’e-mail con un codice personale temporaneo, il modulo di adesione e le istruzioni per continuare la procedura;
  • accedi nuovamente al servizio ed inserisci il codice temporaneo che hai ricevuto per posta elettronica;
  • ti rechi in un istituto scolastico o in un ufficio per effettuare l’identificazione fisica e la sottoscrizione del modulo di adesione davanti al personale preposto che confermerà la tua abilitazione;
  • riceverai una seconda e-mail, questa volta di conferma dell’abilitazione al servizio;
  • accedi al servizio online e fai la modifica obbligatoria del codice personale temporaneo.

A questo punto puoi presentare per via telematica la domanda per il bando.

Bando per l’infanzia e le primarie: quanti posti disponibili?

I posti messi a disposizione dal bando per le scuole dell’infanzia e le primarie sono 10.183 di cui:

  • 5.626 per maestri comuni;
  • 4.557 per insegnanti di sostegno.

Prova scritta per dirigenti scolastici della Sardegna

Sempre sulla Gazzetta Ufficiale è stata pubblicata la data della prova scritta per dirigenti scolastici della Sardegna. Tale prova si terrà il 13 dicembre 2018 alle ore 10.

Chi può partecipare?

Alla prova scritta per dirigenti scolastici della Sardegna possono partecipare i docenti che hanno conseguito un diploma magistrale entro l’anno scolastico 2001/2002. Inoltre, possono partecipare i candidati con questi requisiti:

  • almeno due annualità di servizio specifico, anche non consecutive, negli ultimi 8 ani scolastici (dal 2010/2011 al 2017/2018);
  • laurea abilitante in Scienze della Formazione Primaria con due annualità di servizio, anche non consecutive, negli ultimi 8 anni scolastici;
  • titolo di specializzazione di sostegno (oltre ai requisiti di titolo e di annualità di servizio) per chi aspira al posto di insegnante di sostegno.

I docenti immessi in ruolo, verranno sottoposti ad un periodo di formazione e di prova affinché l’assunzione sia confermata.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI