Diritto e Fisco | Articoli

Apertura di credito: illegittimo il recesso della banca repentino e ingiustificato

7 Marzo 2013
Apertura di credito: illegittimo il recesso della banca repentino e ingiustificato

Stretta sulle banche: l’istituto di credito non può, senza una valida ragione, recedere senza preavviso dall’affidamento prestato al proprio correntista.

 

Interessante ordinanza quella emessa, qualche mese fa, dal Tribunale di Verona [1]. In presenza di un contratto di apertura di credito in conto corrente a tempo indeterminato (cosiddetto “affidamento”), la banca non può recedere in modo repentino e senza alcuna motivazione oggettiva. Un tale comportamento – così come sottolineato dal giudice – è contrario alla buona fede.

Dunque, il recesso deve considerarsi inefficace, almeno per il tempo ragionevolmente necessario al correntista per reperire i soldi necessari a coprire il debito. In altre parole, la banca che intende revocare l’affidamento non può obbligare il cliente a versare immediatamente la somma anticipatagli, ma deve dargli un congruo termine per poterla recuperare anche attraverso il ricorso a crediti alternativi presso il ceto bancario.


note

[1] Trib. Verona, ordinanza ex art. 700 del 24.12.2012, Est. Lanni.


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube