Diritto e Fisco | Articoli

Furto incendio: le assicurazioni non possono più pretendere la “chiusa inchiesta”

8 Marzo 2013
Furto incendio: le assicurazioni non possono più pretendere la “chiusa inchiesta”

Dal primo aprile, in caso di richiesta di indennizzo per furto o incendio l’assicurazione non potrà più pretendere il certificato di “chiusa inchiesta”

Chiunque abbia subito il furto o l’incendio della propria autovettura, può esigere dalla propria assicurazione il pagamento immediato dell’indennizzo, senza essere costretto a dover depositare il certificato di chiusura dell’inchiesta.

L’ultimo pacchetto liberalizzazioni ha modificato sostanzialmente la disciplina delle richieste di indennizzo in caso di furto o incendio. In tali ipotesi, infatti, le nuove norme impongono alla compagnia di non pretendere più dall’assicurato il certificato di chiusa inchiesta, come avveniva in passato: a tale deposito, infatti, le compagnie erano solite subordinare il pagamento.

In verità, le assicurazioni dovevano già adeguarsi alle ultime novità legislative, ma evidentemente non tutte lo hanno fatto; così, entro il 31 marzo prossimo, dovranno comunicare all’Authority per la vigilanza sul settore assicurativo (l’Ivass) di essere in regola con la riforma.

La riforma è un notevole passo in avanti per i consumatori: difatti, specie nei grandi tribunali, i tempi per il rilascio del certificato possono essere assai lunghi.

Ricordiamo che l’Ivass è succeduto in tutti i poteri, funzioni e competenze dell’Isvap.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube