Diritto e Fisco | Articoli

Inps e nuovi strumenti di pacificazione fiscale

21 Dicembre 2018 | Autore:


> Diritto e Fisco Pubblicato il 21 Dicembre 2018



La domanda riguarda mia moglie che all’epoca aveva  partita iva settore commercio (ditta individuale senza dipendenti) e lavoro dipendente part time al 70%, con esonero contributi inps come commerciante. Nel 2015 le è stato chiesto il durc per una fornitura alla p.a. e l’Inps le ha comunicato l’irregolarità contributiva, iscrivendola alla gestione separata. Dopo nostra richiesta di chiarimenti ci è stato comunicato: “Inps deve aderire ad una circolare interna”. Abbiamo impugnato il provvedimento ed in I° grado il giudice ha dato ragione a mia moglie. L’Inps ha però vinto in appello. Ora abbiamo aderito alla rateizzazione dei conteggi “bonari” che l’Inps ci ha consegnato e che vanno dal 2010 al 2015 con ca. 5000€ di penali e ca. 24.000€ di contributi in 24 rate. Alla luce di quanto sopra, rientra questa causa con la nuova legge “Pace Fiscale”? Se si, cosa dobbiamo fare? A quanto ammonta lo sconto per chiudere la vertenza? 

I nuovi strumenti definiti di “pacificazione fiscale” contenuti nel Decreto fiscale 2019, salvo future eventuali modifiche, sono attualmente i seguenti: 

1) Definizione agevolata dei verbali di constatazione (Pvc): il contribuente può definire il contenuto integrale dei processi verbali di constatazione presentando la relativa dichiarazione per regolarizzare le violazioni in materia di imposte sui redditi e relative addizionali, contributi previdenziali e ritenute, imposte sostitutive, Irap, imposta sul valore degli immobili all’estero, imposta sul valore delle attività finanziarie all’estero e Iva. È possibile però definire solo i verbali per i quali, alla data del 24 ottobre, non è stato ancora notificato un avviso di accertamento o ricevuto un invito al contraddittorio; 

2) Definizione agevolata degli atti del procedimento di accertamento e, quindi avvisi di accertamento, gli avvisi di rettifica e di liquidazione, atti di recupero notificati entro la data di entrata in vigore del decreto, non impugnati e ancora impugnabili alla stessa data. Tali atti, emessi dall’Agenzia delle Entrate, possono essere definiti con il pagamento delle somme complessivamente dovute per le sole imposte, senza le sanzioni, gli interessi e gli eventuali accessori; 

3) Definizione agevolata delle cartelle esattoriali (rottamazione ter): i debiti risultanti dai singoli carichi affidati agli agenti della riscossione dal 1° gennaio 2000 al 31 dicembre 2017, possono essere estinti, senza corrispondere le sanzioni comprese in tali carichi e gli interessi di mora. Il contribuente può rateizzare il pagamento della sola sorte capitale, fino ad un massimo di dieci rate; 

4) Stralcio dei debiti fino a mille euro affidati agli agenti della riscossione dal 2000 al 2010: sono cancellati automaticamente tutti i ruoli fino a mille euro; 

5) Definizione agevolata delle controversie tributarie: si tratta della possibilità di chiudere la lite contro l’Agenzia delle Entrate pagando una percentuale pari al valore della causa in Commissione Tributaria. 

Premesso quanto sopra, il caso specifico non rientra sicuramente nelle ipotesi 1) 2) e 4) e 5), dal momento che 1) la signora non ha mai ricevuto un verbale di constatazione; 2) si tratta di debiti previdenziali e non tributari; 4) il debito supera i mille euro; 5) la lite non è tributaria ma previdenziale. 

L’unica misura alla quale la moglie del lettore potrebbe accedere è quella della definizione agevolata (rottamazione ter), stralciando le sanzioni; ma attenzione, ciò è possibile solo nell’ipotesi in cui l’Inps abbia affidato la riscossione dei contributi all’agente della riscossione. Se ciò non è avvenuto entro il 2017, neppure questo strumento è utilizzabile e dovrà necessariamente proseguire la rateizzazione già concordata con l’Inps. 

Articolo tratto dalla consulenza resa dall’avv. Maria Monteleone


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI