Diritto e Fisco | Articoli

Vantaggi e svantaggi di stipulare una polizza di assicurazione online

8 Marzo 2013
Vantaggi e svantaggi di stipulare una polizza di assicurazione online

Spesso si sceglie di sottoscrivere polizze RC auto con compagnie online o telefoniche solo per risparmiare, ma questa scelta può riservare brutte sorprese. Vediamo perché.

Chi crede di risparmiare sulla polizza auto, scegliendo una compagnia poco affidabile e seria, evidentemente non sa che dal 2007 il risarcimento al danneggiato non lo paga più la compagnia di controparte, ma quella propria. Con la conseguenza che se quest’ultima è insolvente, irreperibile, ritardataria o evasiva chi rimane fregato è lo stesso assicurato.

Dal 2007 è infatti in vigore una convenzione chiamata “indennizzo diretto”. Si tratta di un patto stretto tra le maggiori assicurazioni italiane che in teoria dovrebbe velocizzare i risarcimenti agli assicurati. Questo procedimento [1] permette, a determinate condizioni, di richiedere il risarcimento del danno direttamente alla propria assicurazione e non più a quella del responsabile del sinistro.

Ciò significa che, in caso di incedente stradale con un’altra vettura, il conducente che abbia ragione non viene risarcito dall’assicurazione del responsabile, ma dalla propria. Resta intesto che nel caso cui questi abbia torto non ha comunque diritto ad alcun pagamento, a meno che sia munito di polizza con clausola kasko (aggiuntiva e facoltativa).

Ma ci sono anche casi in cui l’indennizzo diretto non opera. Ad esempio, quando nell’incidente sono coinvolti più di due veicoli, o una macchina a targa estera, o ancora una vettura la cui assicurazione non aderisce al patto tra compagnie. Qui, per il risarcimento occorrerà rivolgersi all’assicurazione del responsabile.

Di conseguenza è estremamente importante scegliere la propria compagnia. Sottoscrivere una polizza online non vuol dire soltanto minor esborso economico, ma anche non avere un’agenzia di riferimento. L’agenzia garantisce personale pronto ad assistere per qualsiasi necessità. Permette di avere un contatto diretto con altri individui. Con l’assicurazione online potremo dialogare con il nostro assicuratore solo con email o telefonicamente.

Sottoscrivere un’assicurazione online conviene?

Vantaggi immediati: minor costo, velocità e comodità di sottoscrizione (si può fare da casa), gestione online dei pagamenti.

Possibili svantaggi futuri: scarsa affidabilità nei risarcimenti, possibili difficoltà di comunicazione (si pensi alle code telefoniche sui numeri verdi), possibile scarso supporto tecnico, mancanza di un contatto diretto con un agente.

di LICIA ALBERTAZZI


In pratica: Sottoscrivere una polizza economica è sempre conveniente? Non c’è una risposta generale a questa domanda. Dipende dalle proprie esigenze. Se si vuole solo risparmiare, allora potrebbe essere la scelta giusta. Con la consapevolezza, però che, in caso di sinistro, si potrebbe incorrere nel rischio di non ottenere tutti i soldi necessari a riparare l’auto.

Invece, se si vuole un’attenzione costante e si preferisce avere, se non la certezza, almeno un’alta possibilità di risarcimento, è sempre meglio affidarsi a una compagnia che lavora tramite agenzie.

note

[1] Il procedimento di indennizzo diretto è regolato dagli artt. 148 e 149 del cod. delle ass.ni private.


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

11 Commenti

  1. Da anni ho 2 assicurazioni “online” e non solo mi sono sempre trovato benisimo, ma anche a seguito di incidente con concorso di colpa (cioè non avevo ragione al 100%) tutto è andatao molto bene e anche i vituperati call center hanno gestito il tutto senza troppe difficoltà.

    Non vedo quindi perché insinuare dubbi su questo tipo di polizze.

    Saluti

    1. Buongiorno sig. Luca,
      grazie per aver inviato il suo commento. Sono contenta del fatto che abbia avuto solo buone esperienze con assicurazioni online; tenga però presente che ci sono molti altri casi purtroppo in cui gli assicurati non si sono trovati altrettanto bene. Obiettivo dell’articolo non è dare un giudizio di merito su una compagnia piuttosto che su un’altra; quanto evidenziare nello specifico le caratteristiche dell’uno e dell’altro mezzo di sottoscrizione e del tipo di assistenza che se ne riceve di conseguenza per dare uno strumento di scelta ponderata al lettore interessato. Lei ha fatto sicuramente bene a sottoscrivere una polizza online. Ci sono persone che invece hanno bisogno di essere seguite passo passo e di avere un contatto diretto con un’agenzia.
      Grazie ancora per il suo interessamento
      LA

  2. Buongiorno,
    mi associo al signor Luca. Anch’io potrei citare esperienze personali (pessime con un’agenzia fisica, ottime con una agenzia online), ma sarebbe ancora più importante non ridursi ai casi singoli e alle affermazioni non verificabili. Questo articolo non riporta dati che suffraghino le tesi esposte, il che rende il suo palese propendere per una forma di sottoscrizione anziché l’altra non sufficientemente giustificato.
    Cordiali saluti

  3. Rettifica di poco conto: la procedura di risarcimento diretto è disciplinata dagli artt. 145 comma 2 e 149 cod. ass.ni private. Peraltro, per interpretazione della Corte costituzionale, la predetta procedura non è obbligatoria e si può, quindi, continuare a chiedere il risarcimento alla compagnia del responsabile. Infine, per esperienza professionale, mi pare non possa dirsi che le compagnie “tradizionali” offrano effettivamente un servizio limpido; se così fosse buona parte del contenzioso giudiziale verrbbe a mancare e ……….. sarebbe solo un bene ed un risparmio collettivo

    1. Gentile sig. Lanfranco,
      l’art. 145 del cda fornisce delle tempistiche decorse le quali è possibile passare alla seconda fase, la giudiziale, meramente eventuale: fissa i termini entro i quali le assicurazioni devono dare una risposta al danneggiato, decorsi i quali l’interessato può adire l’autorità competente (esso usa infatti il termine “azione”). Il combinato disposto degli artt 148 e 149 disciplina invece nello specifico la procedura di risarcimento diretto. Se l’art 149 sancisce i presupposti di applicabilità del risarcimento diretto, il 148 ne fornisce gli elementi essenziali. Riguardo alla sua osservazione circa la pronuncia della Corte Costituzionale mi permetto di dissentire: essa ha effetto soltanto sul piano giudiziale, mentre a livello stragiudiziale è assai raro che le compagnie di assicurazione applichino la procedura ordinaria ricorrendo i presupposti dell’indennizzo diretto. Ne consegue che il danneggiato ha sì in teoria facoltà di scelta: di fatto la compagnia del responsabile in caso di risarcimento diretto potrebbe benissimo invitare il danneggiato a rivolgersi alla propria. L’articolo non è sceso volutamente nel dettaglio poichè altrimenti si sarebbe andati fuori tema, non essendo l’indennizzo diretto in sè l’argomento principale ma soltanto un risvolto della problematica.
      Occorre quindi tenere ben separate le due fasi: la giudiziale e la stragiudiziale.
      Grazie per il suo commento.

  4. A mio giudizio, sono pochissime le compagnie di assicurazione con le quali si ha un contatto diretto, il collegamento online e telefonico oramai è seguito da tutti!

  5. Da intermediario assicurativo, gli elementi esposti nell’articolo sono tutti estremamente validi. Ci sarebbero da fare semmai ulteriori precisazioni tra broker assicurativi, consulenti monomandatari e compagnie online.
    Il problema non è il prezzo, ormai qualsiasi compagnia ”fisica” ha premi molto bassi, semmai è il concetto di professionalità quello che va valutato attentamente.
    A gestire sinistri con CID precompilato e senza concorso di colpa, anche un qualsiasi soggetto senza un minimo di preparazione può facilmente dare risposta, i problemi arrivano in caso di sinistri di una certa entità.
    Nella circolazione degli autoveicoli io non consiglio tra compagnie online, fisiche o altro, consiglio di farvi seguire, spendendo qualche decina di euro in più, da una figura professionale che vi dia tranquillità.
    Ai miei clienti faccio spesso l’esempio del ristorante meno caro. Non è il prezzo quello che va ricercato, ma il rapporto qualità/prezzo, SEMPRE.
    Un saluto.

  6. IO CON L’UNIPOL TRAMITE AGENZIA MI SONO TROVATO MALISSIMO. 800 EURO DI ASSICURAZIONE, HO AVUTO UN SINISTRO AVEVO RAGIONE AL 100 PER CENTO E NON MI HA PAGATO NE’ I DANNI E NE’ NULLA. ANZI CI STAVO PURE PER RIMETTERE. MAI PIU AGENTI

  7. siete un retaggio del passato cari canali fisici. rassegnatevi e le marchette su questi siti lobbisti non vi aiuteranno

  8. In caso di incidente è un casino, perchè siete voi che dovete difendervi e gestire le pratiche, ammesso che ne siete capaci

    1. Esistono gli avvocati specializzati in materia a cui si può sempre far riferimento, sicuramente più affidabili dell’agente di assicurazione, il quale fa sempre e comunque gli interessi suoi e della compagnia. Ho avuto esperienza di compagnie assicurative fisiche semplicemente disgustose: dal consegnare le condizioni contrattuali solo dopo aver firmato la polizza, ai minuscoli errori nei dati (che come è noto servono a invalidare la polizza). La più eclatante: ho sottoscritto una polizza con un subagente di una nota assicurazione e, ad un controllo, non risultava presente alla Compagnia: le adorabili signore della subagenzia preferivano il pagamento in contanti…..Certo, la competenza è importante, ma quando è al servizio della disonestà, preferisco farne a meno.

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube