Diritto e Fisco | Articoli

Come chiedere le ferie anticipate

21 Nov 2018 | Autore:


> Diritto e Fisco Pubblicato il 21 Nov 2018



Quando maturano le ferie, come richiederle e cosa fare se non le hai ancora maturate

Sei stato assunto da poco, si avvicina il periodo estivo e vorresti trascorrere un paio di settimane di vacanza con la tua famiglia, ma non hai ancora maturato un sufficiente numero di giorni di ferie. Sai bene che tutti i lavoratori hanno diritto alle ferie, si tratta di un diritto costituzionale a cui non si può rinunciare neanche a fronte di un compenso in denaro, ma non sai se puoi farne richiesta all’azienda senza averne maturate a sufficienza. Ti chiedi inoltre come e quanto tempo prima deve avvenire la richiesta di ferie al datore di lavoro. Vedremo in questa breve guida come sono disciplinate le ferie, come si calcolano, quando e come si possono richiedere, come si possono chiedere le ferie anticipate e cosa accade se il datore ci nega le meritate vacanze.

Come si calcolano le ferie?

Il calcolo delle ferie viene fatto sulla base di due parametri:

  • la maturazione del diritto al momento della richiesta delle ferie
  • la durata delle ferie stabilite dal CCNL di categoria e dalla legge

Le ferie maturano durante il periodo di lavoro effettivo e durante i periodi di assenza che la legge o il contratto collettivo equiparano al lavoro effettivo (ad esempio i periodi di malattia, maternità, le ferie stesse, i permessi della legge 104, il congedo matrimoniale, l’infortunio).

Di solito le ferie si maturano in un periodo di 12 mesi che va dal 1° gennaio al 31 dicembre o dal 1° agosto al 31 luglio.

In ogni caso, il numero di giorni di ferie maturato viene indicato nella busta paga.

La durata delle ferie

La durata delle ferie è stabilita dai contratti collettivi e dalla legge.

La legge prevede una durata minima delle ferie di 4 settimane per un anno di servizio, pari a 28 giorni di calendario.

La contrattazione collettiva di categoria, invece, può stabilire una durata minima superiore, generalmente rapportata alla qualifica e all’anzianità di servizio del lavoratore.

Quando posso chiedere le ferie?

Se il contratto collettivo non prevede diversamente, le ferie possono essere richieste:

  • per almeno 2 settimane nel corso del periodo di maturazione e, se il lavoratore lo richiede, devono essere fruite obbligatoriamente in modo consecutivo;
  • per le restanti 2 settimane (o il diverso periodo residuo), entro i 18 mesi successivi al termine dell’anno di maturazione (salvo diverse previsioni contenute nel CCNL di categoria).

 Posso liberamente scegliere il periodo di ferie?

Generalmente, all’inizio dell’anno, il datore di lavoro stabilisce il periodo e le modalità di godimento delle ferie da parte del personale.

Nell’ambito di questo piano ferie i dipendenti possono proporre il periodo delle ferie individuali, comunicando la loro richiesta nel rispetto del preavviso indicato dal contratto collettivo.

Dopo avere fissato e comunicato il periodo di godimento delle ferie ai dipendenti, il datore di lavoro può modificarlo, se ritiene che vi siano particolari esigenze aziendali che giustificano la sua decisione. Tali modifiche devono essere comunicate con congruo preavviso e in ogni caso prima dell’inizio del periodo di ferie.

Come posso chiedere le ferie?

La modalità per la richiesta di ferie può essere determinata dal contratto collettivo o da quello individuale. Il datore di lavoro può stabilire la forma scritta, oppure può essere sufficiente la richiesta verbale.

Il datore di lavoro può accettare o rifiutare il periodo di ferie proposto dal dipendente, ma il rifiuto deve essere motivato da ragioni di carattere organizzativo, altrimenti è illegittimo.

E’ legittimo il rifiuto immotivato del datore solo nel caso in cui la richiesta di ferie venga avanzata senza preavviso.

Si tenga presente che le ferie devono essere concesse compatibilmente con le esigenze aziendali.

Le ferie anticipate

Può accadere che il lavoratore sia assunto da poco tempo e non abbia maturato un numero sufficiente di giorni per poter godere di un congruo periodo di ferie o tale da coprire il periodo di chiusura aziendale.

In questi casi, generalmente si anticipano le ferie ai lavoratori che non abbiano maturato un numero di ore sufficiente a coprire l’intero periodo di chiusura aziendale; questi giorni di ferie saranno dunque goduti nel periodo di chiusura aziendale, con riconoscimento dell’intera retribuzione, generandosi però un “debito di ferie”, che sarà compensato nei mesi futuri


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI