Tech | Articoli

5 app per guadagnare con lo smartphone

19 novembre 2018


5 app per guadagnare con lo smartphone

> Tech Pubblicato il 19 novembre 2018



È possibile arrotondare il nostro stipendio usando il telefonino? Può il cellulare lavorare al posto nostro? Si possono davvero fare soldi con lo smartphone? Ecco le app che rispondono a queste domande.

Che tu stia facendo jogging, sia “inghiottito” in una riunione di lavoro o andando in auto a fare shopping, una cosa è certa: hai lo smartphone sempre con te. Qualunque siano gli impegni, ludici o di lavoro, il tuo device ti segue ovunque e non lo lasci in pace un attimo, neanche quando è in ricarica.

Allora, visto che è ufficialmente diventato il nostro compagno di vita, sia nella buona che nella cattiva sorte, perché non sfruttarlo un po’ anche per arrotondare il nostro stipendio?

Di recente negli store Android e iOS c’è stato un proliferare di app che promettono facili (e cospicui, ndr) guadagni. Per dovere di cronaca e per trasparenza, una cosa è bene dirla subito: non esiste nessuna app che ci faccia diventare ricchi per davvero. Chi ci ripaga con un credito Google Pay, chi genera monete virtuali da spendere negli store affiliati, chi ci promette guadagni in dollari per ogni scatto fotografico fatto con lo smartphone… ad ogni modo si parla di piccole cifre che magari ci consentono di ammortizzare il costo dell’abbonamento mensile del nostro operatore telefonico o della connessione ADSL di casa o ufficio.
Ne abbiamo provate tante: molte non funzionano, molte sono instabili e, invece, gli introiti di molte altre sono talmente bassi da scartarle a priori.
Alla fine ne sono rimaste solo 5: le cinque che ti consiglio di provare. Sono tutte gratuite e sono (quasi) tutte disponibili sia per Android che per l’iPhone (iOS).

Prima di andare al sodo e installare le app giuste, cerchiamo di capire se e come questi piccoli introiti devono essere gestiti dal punto di vista fiscale (leggi anche App digitali senza lavorare).

La Google-app che ti paga se rispondi ai sondaggi

La prima in termini di affidabilità e semplicità di utilizzo è l’app di Big G, Google Opinion Rewards. Il suo funzionamento è chiaro e trasparente.

Per Google la tua opinione è importante, avere un tuo parere è importante. Ed è così importante che il colosso di Mountain View è disposto a pagarti pur di immagazzinare “i tuoi gusti” nel suo archivio mondiale.

I margini di guadagno sono interessanti in rapporto ad altre app della stessa categoria, difatti si riesce a incassare fino ad 1 $ (0,75 €) per ogni sondaggio completato correttamente.
Rispondere ai quesiti è facile. Circa una volta a settimana ti verrà proposto un sondaggio direttamente nell’app del tuo smartphone. Di norma ti basteranno una ventina di secondi per fornire le informazioni richieste e, quasi in real-time, vedrai accreditati i tuoi eurocent su Google Pay (nel caso di smartphone Android) o PayPal (nel caso di iPhone). Ora però, la domanda sorge spontanea: quali sono i quesiti ai quali dovremo rispondere? Presto detto. Le opinioni che Google ci fa monetizzare sono legate a qualità di alberghi e negozi, ma anche cose personali tipo “Quando pensi di fare il tuo prossimo viaggio?”. Inoltre ci potrà essere richiesto di rispondere a domande un po’ più bizzarre tipo “Per quale uomo d’affari famoso ti piacerebbe lavorare?” e tra le risposte proposte troviamo gente del calibro di Bill Gates, Mark Zuckerberg e Elon Musk! In definitiva si tratta di domande a risposta multipla dove basta leggere, fare un tap e incassare.

Scarica Google Opinion Reward da qui

App Android http://bit.ly/googleopinionrewardsandroid

App iOS http://bit.ly/googleopinionrewards

Sweatcoin: tu cammini, l’app ti fa guadagnare

È l’app più discussa del momento. Sweatcoin, di recente approdata negli store mobile, è diventata nel giro di qualche settimana l’applicazione più scaricata sugli smartphone di mezzo mondo e che, sembra quasi incredibile, ci paga per passeggiare. Ma come funziona? Una volta creato l’account fornendo i nostri dati personali, si deve autorizzare l’app a monitorare la posizione attivando il GPS. Per ogni 1.000 passi, il sistema ci ricompenserà con 0,95 Sweatcoin. Questa moneta virtuale potrà poi essere usata per l’acquisto, all’interno del loro stesso portale, di attrezzi per il fitness o magari un nuovo iPhone. Se si raggiungono 20.000 Sweatcoin potremo invece farci accreditare 1.000 $ direttamente sul nostro conto PayPal.

Anton Derlyatka, co-fondatore dell’app, ci crede davvero alle potenzialità di questa app al punto tale da aver manifestato l’intenzione di far usare gli Sweatcoin guadagnati anche per pagare le tasse.
Se però ci mettiamo a fare un piccolo calcolo su quanto dovremmo camminare per guadagnare i 1.000 $ su Paypal, ecco salirci un po’ il magone: circa 21.052.632 passi, quasi quasi la distanza tra terra e luna! Ma non ci dobbiamo scoraggiare, perché c’è un altro modo per racimolare un po’ di moneta virtuale, grazie ad un sistema di referral. In soldoni più inviti amici ad utilizzare l’app tramite un link che l’app stessa ti fornisce e più vieni ricompensato. Per ogni nuovo iscritto che riusciamo a portar dentro ci verranno riconosciuti 5 Sweatcoin.

Scarica Sweatcoin da qui

App Android http://bit.ly/sweatcoinandroid

App iOS http://bit.ly/sweatcoinitunes

Foap: da selfisti a fotografi retribuiti. Basta quest’app pazzesca

Che tu sia un fotografo professionista o un novizio totale, è possibile fare soldi vendendo foto o video di qualità ripresi con uno smartphone grazie all’app Foap e alla sua piattaforma Web. Oltre 3 milioni di fotografi/videografi amatoriali e non si sono già registrati e i contenuti presenti sul sito sono tanti e di qualità. Inoltre, le agenzie pubblicitarie e i grandi brand della moda ricercano su Foap contenuti originali utili per le loro campagne marketing.

Per guadagnare ci sono due metodi. Il più tradizionale e semplice è quello di caricare foto o video sul portale tramite l’app così da farle apparire in vetrina. Non appena qualche agenzia pubblicitaria procede all’acquisto di foto o video dal nostro catalogo, ci verrà riconosciuto su conto PayPal il 50% del costo dello scatto (tipicamente 5 $). In alternativa si può partecipare a delle mission organizzate dalle stesse agenzie pubblicitarie che definiscono il soggetto da fotografare o riprendere e pagano fino a 100 $.

Vista la vastità della community è difficile riuscire ad emergere e metter a segno qualche buona vendita. Due piccoli suggerimenti però, ci faciliteranno nel nostro compito di seller: effettuiamo una selezione accurata degli scatti e dei video da caricare e facciamoci trovare più facilmente arricchendo il nostro archivio con almeno una centinaia di immagini.
Chi l’ha detto che nel nostro smartphone non risieda un video in grado di diventare virale in men che non si dica?

Scarica Foap da qui

App Android http://bit.ly/foapandroid

App iOS http://bit.ly/foapitunes

Slidejoy: ho guadagnato 10 euro sbloccando lo schermo del mio cellulare

Quest’app, sul mercato da anni, ha ottenuto più di un milione di installazioni, la bellezza di 4,3 stelle (su 5) di valutazione su Google Play e recensioni positive su Wall Street Journal, TechCrunch e Business Insider: la sua affidabilità non è quindi messa in discussione. Il funzionamento di Slidejoy è semplice: sostituire la schermata di blocco del nostro smartphone con una che mostra pubblicità o notizie mirate. Ogni volta che sbloccheremo lo smartphone accumuleremo credito che potrà essere convertito in euro sonanti sul nostro conto PayPal oppure accaparrarci carte regalo da sfruttare negli store convenzionati. Volendo potremo inoltre, decidere di donare in beneficenza il credito maturato. È interessante notare che per guadagnare con Slidejoy, non è in alcun modo necessario partecipare a sondaggi, fare tap sulla pubblicità o interagire con l’app: per far soldi dovremo solo usare il telefono così come abitualmente facciamo.

Il credito viene conteggiato usando la moneta virtuale Carat. 1.000 Carat equivalgono a 1 $ e ogni 2.000 Carat potrai riscuotere o donare il denaro guadagnato a patto di aver utilizzato Slidejoy per almeno un mese. Provare per credere.

Scarica Slidejoy da qui

App Android http://bit.ly/slidejoyand

Payver: l’app che mentre guidi ti paga la benzina

Quest’app trasforma lo smartphone in una vera e propria dashcam per la nostra auto. In caso di incidente stradale, grazie al nostro iPhone, un video verrà automaticamente registrato e potrà essere usato per chiarirne la dinamica. Oltre a questa utilissima funzione, l’app ci farà guadagnare anche qualche euro. Come funziona? Presto detto. Una volta entrati in auto, l’unica cosa che dovremo fare è riporre lo smartphone sul cruscotto, avviare l’app e muoverci verso la nostra destinazione. Payver, usando la telecamera dello smartphone, aggiornerà le mappe stradali archiviate sui server dell’azienda e ci ricompenserà accreditandoci punti un po’ come avviene con le schede dei supermercati. In un secondo momento, inoltre, potremo convertire questi punti in euro che verranno accreditati sul nostro conto PayPal. L’obiettivo dell’azienda è quello di generare mappe super-precise e dettagliate così da agevolare lo sviluppo dei veicoli a guida autonoma. Sebbene la ricompensa per l’uso di quest’app sia abbastanza esigua (una manciata di centesimi per ogni chilometro percorso), è opportuno far presente che alcune strade, come quelle non ancora tracciate o poco frequentate, saranno pagate maggiormente rispetto a grosse arterie battute da migliaia di automobilisti.

L’app, che al momento è compatibile sono con iPhone, ha solo un requisito: un supporto da cruscotto per essere posizionata in modo che la fotocamera dello smartphone riesca a riprendere la strada. Payver, l’app dalla doppia utilità, è da provare.

Scarica Payver da qui

App iOS http://bit.ly/payveritunes


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI