Lavoro e Concorsi | Articoli

Offerte di lavoro all’estero: come trovarle

19 Novembre 2018
Offerte di lavoro all’estero: come trovarle

Salutare definitivamente l’Italia e andare a lavorare all’estero: il sogno può diventare realtà, basta solo seguire i suggerimenti giusti.

Oggi sempre più persone lasciano l’Italia per andare a lavorare oltre confine. C’è chi parte per necessità e c’è chi, invece, decide di partire perché è talmente innamorato di un Paese straniero che decide di renderlo casa sua per davvero. Prima di inoltrarci nel discorso, tuttavia, mantieni sempre i piedi per terra: un altro Stato non è detto che sia l’Eldorado e, in ogni caso, dovrai darti da fare per emergere e farti valere e, ovviamente, dovrai affrontare alcune sfide connesse (la nostalgia di casa, chiudere un capitolo della tua vita, allontanarti da famiglia e/o amici).
Se sei fortemente motivato e consapevole di tutto ciò, passiamo al motivo che ti ha portato a questo articolo e scopriamo insieme tutto quel che c’è da sapere sulle offerte di lavoro all’estero: come trovarle e a quali lavori puoi aspirare.

Stage all’estero prima della laurea

Se sei uno studente universitario esterofilo convinto probabilmente stai pensando che, una volta diventato dottore, ti trasferirai all’estero per costruire lì la tua carriera.

La buona notizia è che, ancor prima di conseguire il titolo, puoi fare la tua prima esperienza lavorativa all’estero. Come? È molto semplice: controlla sempre sul sito della tua università o presso l’ufficio apposito le posizioni aperte per degli stage all’estero. In alternativa, qualora non fossero presenti, puoi cercare uno stage autonomamente sui siti dedicati (come Monster.it).

Tutto ciò che devi fare è candidarti e, una volta superato il colloquio, con una rapida procedura, puoi far sì che la tua università ti riconosca la convenzione personale per lo stage.

Ottenere il riconoscimento dell’università è importante perché, in tal modo, lo stage ti dà diritto ad ottenere dei crediti formativi (CFU) per attività extracurriculari che, come ben sai, sono fondamentali per il conseguimento della laurea.

Ma non è tutto, lavorando all’estero già in giovane età, avrai non solo modo non solo di perfezionare la lingua, ma di crearti anche una prima rete di contatti che ti saranno sicuramente utili in futuro.
In ogni caso, inoltre, maturerai un’esperienza lavorativa che arricchirà di molto il tuo curriculum.

Consulta i siti dedicati agli annunci di lavoro

In passato si controllavano gli annunci sui giornali per trovare le offerte di lavoro, oggi basta avere uno smartphone, un tablet o un computer e una connessione Internet per controllare in tempo reale tutto ciò che il mercato del lavoro ha da offrire.

I primi siti internet cui dovresti collegarti sono sicuramente questi:

  • monster.it.
    Il sito che sicuramente devi tenere d’occhio è Monster, una piattaforma fruibile in tantissimi paesi e su cui vengono aggiunte centinaia di offerte quotidianamente.
    Tutto ciò che devi fare per iniziare la tua ricerca è inserire un riferimento al lavoro che cerchi (ad esempio, se vuoi inserirti nel mondo del marketing, dovrai semplicemente inserire la parola marketing), cambiare la bandierina che trovi nel secondo spazio (come apri la pagina ti compare la bandiera italiana ma puoi selezionare o un’altra bandiera europea oppure selezionare direttamente worldwide per cercare offerte di lavoro in tutto il globo) e, infine, se hai una preferenza, inserire la città che ti interessa. In un secondo vedrai comparire sul monitor del tuo computer tantissime offerte;
  • bakeca.it.
    Un altro sito da tenere sicuramente in considerazione è Bakeca. Il riferimento va in particolare alla sezione lavorare all’estero, dove è possibile trovare numerose offerte lavorative sia in ambito sanitario (ad esempio, come infermiere) che in quello della ristorazione. Impostare la ricerca è un operazione semplicissima, basta scorrere il menu a tendina nella barra delle ricerche e selezionare “offerte di lavoro all’estero”, fare click e scorrere gli annunci che ti usciranno. Non devi inserire per forza il tipo di occupazione se non hai ancora le idee ben chiare sul tuo futuro. Per inviare la tua candidatura basta cliccare su “candidati” e riempire il modulo che verrà visualizzato sul tuo schermo;
  • infoJobs.it
    InfoJobs è un’altra piattaforma seria ed affidabile per trovare buone offerte di lavoro all’estero.
    Dopo aver inserito la parola chiave nella barra delle ricerche, spunta la casella “all’estero” e inizia la tua ricerca. Una volta comparsi i risultati puoi applicare dei filtri per restringere la ricerca in base al Paese, agli anni di esperienza richiesti o al titolo di studio. Trovata l’offerta, puoi inviare la candidatura facendo click su “iscriviti all’offerta”. Si apre così un percorso guidato che ti aiuterà ad inviare una eventuale lettera di presentazione e il tuo curriculum. Anche in questo caso, hai ampia scelta per quel che riguarda i diversi campi professionali ma è importante sottolineare che, soprattutto ultimamente, sono presenti molte offerte per gli ingegneri;
  • scambieuropei.info
    Infine, monitora sempre anche il sito internet di Scambi Europei per le offerte lavorative sia in ambito privato che pubblico. Sicuramente troverai qualcosa di tuo interesse perché c’è davvero di tutto. Puoi trovare, solo per farti un esempio, centinaia di posizione aperte per lavorare alle dipendenze di Netflix oppure, ancora, offerte di lavoro presso i grandi magazzini Harrods di Londra. Scorrendo l’homepage del sito è possibile visionare già le offerte più interessanti del momento ma, se non trovi nulla di tuo interesse, puoi cliccare su “tutte le offerte di lavoro”. Se sei interessato a qualche posizione aperta, stesso nell’annuncio troverai le istruzioni per inviare il tuo curriculum;
  • linkedin.com
    Linkedin è la dimostrazione che i social possono migliorare di molto la nostra vita. Il social network dedicato al mondo del lavoro, infatti, può essere un ottimo mezzo per conoscere le ultime offerte presso aziende estere ed entrare in contatto con persone che hanno intrapreso (e magari anche portato a termine) il tuo stesso percorso. Grazie a Linkedin, quindi, puoi candidarti facilmente per il lavoro dei tuoi sogni ed espandere la tua rete di contatti. Trovare un lavoro è semplicissimo: nella barra di ricerche che solitamente usi per trovare i profili di altri utenti, se ci fai click senza scrivere nulla, ti uscirà un menu a tendina da cui puoi selezionare “offerte di lavoro”. Inviare una candidatura tramite Linkedin è davvero semplicissimo perché basta fare click su “candidati” per inviare automaticamente il tuo curriculum. Tra l’altro, costruisci il tuo profilo in modo molto accurato, perché mettendo in rilievo le giuste competenze, come le competenze linguistiche, potrebbe essere il tuo lavoro dei sogni a trovare te.

Candidatura spontanea

Essere intraprendenti molto spesso si rivela essere una scelta vincente nella vita, ragion per cui, se non trovi nulla che corrisponda al tuo profilo su Monster, potresti anche considerare di inviare una candidatura spontanea all’azienda che ti interessa, anche se al momento non risultano posizioni aperte. Non fare mai l’errore di pensare che sia solo una perdita di tempo inviare il tuo curriculum: se è interessante, stai pur certo che non verrà automaticamente cestinato.

Chiedi il trasferimento presso una filiale estera

Se hai la fortuna di avere già un buon posto di lavoro in Italia presso un’azienda che ha sedi anche all’estero, potresti chiedere un trasferimento presso una delle filiali estere.

Tra l’altro, avrai notato che oggi sempre più aziende vedono di buon occhio i candidati che danno la loro disponibilità, fin dal momento del primo colloquio, ad essere trasferiti anche al di fuori dell’Italia. Che sia un trasferimento per un periodo limitato o definitivo, sicuramente gioverà alla tua carriera.

In più, come già sottolineato in precedenza, le esperienze all’estero, seppur limitate nel tempo, sono fondamentali per espandere la tua rete di contatti.

Master all’estero

Se, pur avendo già conseguito la laurea, ancora non sei introdotto nel mondo del lavoro, potresti valutare l’idea di iscriverti ad un master presso un’università straniera.

Perché può essere una buona mossa? Perché puoi fare domanda presso un’università che abbia un buon servizio di placement (un servizio rivolto agli allievi del master per supportarli durante la ricerca del lavoro prima e dopo il conseguimento del diploma) per il post-master.

Il più delle volte, inoltre, i master prevedono lo svolgimento di un periodo – dai tre ai sei mesi generalmente – di tirocinio/stage presso importanti aziende convenzionate. Tra l’altro, nulla vieta a queste ultime, una volta concluso lo stage con risultati positivi, di inserirti nel loro organico.

Diciamo che il master è da considerarsi a tutti gli effetti un investimento: non sono economicissimi, ma sicuramente acquisirai nuove competenze e, ancora più importante, maggiori opportunità di trovare un impiego dopo.

Gruppi Facebook

Facebook, ancora una volta, si rivela un eccellente alleato non solo per rimanere in contatto con i vecchi amici, ma anche per conoscere persone nuove e trovare opportunità lavorative anche all’estero.
I gruppi dedicati agli italiani che vivono o che vogliono vivere all’estero si dividono in due categorie ed entrambe sono molto utili. Vediamo nel dettaglio di che si tratta.

Nella prima tipologia di gruppi Facebook, rientrano quelli dedicati esclusivamente e più genericamente alle offerte di lavoro all’estero. Potresti trovare quindi offerte di lavoro entro i confini europei, così come offerte per lavori che ti porterebbero dall’altra parte del mondo.

I più quotati in questa categoria sono:

  • lavoro all’estero per italiani;
  • lavorare all’estero;
  • doctors in fuga;
  • goodbye mamma (utile anche per ricevere consigli da chi ha già affrontato questo percorso).

Altri gruppi, invece, costituiscono delle vere e proprie community di italiani all’estero. Trovarle è semplicissimo, basta inserire nella barra delle ricerche di Facebook la parola “italiani” seguita dalla città/nazione di interesse.

Ad esempio, se sei interessato a trasferirti in Olanda, devi digitare “italiani ad Amsterdam” oppure “italiani in Olanda”.  Questi gruppi sono utilissimi non solo perché puoi ricevere dai tuoi connazionali notizie su nuove offerte di lavoro, ma anche perché puoi rinvenire le più svariate informazioni su case e affitti, costo della vita, pratiche burocratiche. Insomma, un supporto a trecentosessanta gradi.

Andare direttamente sul posto

Se la tua idea è di andare a vivere all’estero e cercare lavoro come dipendente in un’attività commerciale, come cameriere o cuoco in un ristorante o commesso in un negozio, puoi seguire il metodo classico: camminare per la città e, non appena vedi un annuncio attaccato alla vetrina, entrare, presentarti e lasciare il tuo curriculum.

Questo metodo ti offre il vantaggio di farti vedere già di persona, quindi cerca sempre di essere al meglio per poter dare una buona prima impressione al potenziale datore di lavoro.

Giornali locali

In alternativa, puoi consultare i giornali locali che sono sempre ricchi di inserzioni, soprattutto per posizioni come baby sitter o au pair.

Difficilmente troverai, invece, offerte di lavoro da parti di grandi aziende visto che, come ormai avrai capito, queste ultime preferiscono ricorrere al web.

Lavori per madrelingua italiani

La conoscenza della propria lingua madre può essere utile nella ricerca di un lavoro all’estero.

Ti basterà cercare su Google “offerte di lavoro per chi parla italiano” (seguito o meno dalla città/nazione di interesse) e troverai sicuramente qualcosa che può fare al caso tuo (ad esempio, servizio clienti o insegnante), specialmente nelle località più turistiche.

Altrimenti, puoi direttamente consultare due siti internet: italiansinfuga.com e destinazionelavoro.com. Su Italiansinfuga puoi trovare un elenco di offerte lavorative selezionate direttamente dal proprietario del sito. Di conseguenza, se desideri candidarti per un lavoro, devi fare riferimento al link che ti viene segnalato. Su Destinazione Lavoro, al contrario, direttamente dall’homepage, devi selezionare “offerte di lavoro per italiani” e, subito dopo, selezionare “elencate per lingua parlata”.

Anche in questo caso, sarà direttamente il sito ad inoltrare la tua candidatura.

Tasse

Una volta trovato lavoro all’estero, ci sono altri aspetti connessi che devi necessariamente tenere in considerazione. Una delle prime cose da fare è certamente capire qual è il regime fiscale applicabile al tuo status di lavoratore italiano all’estero.

Il regime giuridico varia in relazione a due condizioni: l’esistenza di una convenzione contro le doppie imposizioni tra l’Italia e lo Stato straniero oppure l’essere o meno residente all’estero ed iscritto all’Anagrafe degli Italiani Residenti all’Estero (A.I.R.E.).

Nel momento in cui effettui la dichiarazione dei redditi in Italia, la convenzione contro le doppie imposizioni ti permette di ottenere un credito d’imposta rispetto a quanto pagato per i redditi prodotti all’estero
Se, invece, fissi la tua residenza fiscale all’estero e ti iscrivi all’A.I.R.E., sei esonerato dal presentare la dichiarazione dei redditi in Italia.

Per un maggiore approfondimento puoi consultare i seguenti link:

In bocca al lupo!


10 Commenti

  1. Sto pensando di partire e lasciare l’Italia per un po’ di tempo. Queste proposte mi sono servite per farmi un’idea. L’unico problema prima di partire è imparare la lingua straniera. Vorrei mettere un po’ di soldi da parte, prima di partire e non spenderli in lezioni private. Sapete consigliarmi come imparare una lingua da autodidatta? E come fare il passaporto? Grazie mille La Legge per Tutti

    1. Buongiorno Paola! Per imparare una lingua straniera occorre seguire poche semplici regole e dotarsi di grande pazienza e di un po’ di intraprendenza.Il primo concetto che devi avere ben chiaro è che da piccola hai imparato una lingua particolarmente difficile come la nostra, quindi non avrai problemi per impararne un’altra. Per sapere come studiare una lingua da autodidatta leggi questo articolo https://www.laleggepertutti.it/266376_come-studiare-una-lingua-da-autodidatta

  2. Buongiorno. Vorrei partire per lavoro all’estero, ma ho un problema. Ho smarrito il passaporto. Come posso fare? Come posso fare richiesta per il passaporto smarrito? Grazie mille

    1. Devi sapere che lo smarrimento del passaporto (così come quello di ogni altro documento equipollente) va denunciato immediatamente alle autorità competenti perché smarrire i propri documenti, oltre a creare il fastidio di doverne chiedere un duplicato, rischia di farti finire nei guai: chi trova il tuo passaporto o la tua carta di identità, infatti, potrebbe utilizzarli per commettere qualche reato, così come la carta di credito potrebbe essere clonata ed utilizzata per commettere truffe. Tutto questo può essere evitato comunicando, nel più breve tempo possibile, alle autorità che tu, legittimo proprietario del documento, non ne hai più la disponibilità a causa dello smarrimento subito: da quel momento in poi il documento non potrà più essere utilizzato. Puoi trovare maggiori informazioni nel nostro articolo Smarrimento passaporto: dove fare denuncia? https://www.laleggepertutti.it/229192_smarrimento-passaporto-dove-fare-denuncia

  3. Grazie per questi suggerimenti! Potete darmi qualche informazione su come si svolge un colloquio di lavoro? Sono uno studente e non ho mai fatto un colloquio prima d’ora. Quali sono le domande che potrebbero farmi? Come dovrei rispondere? Posso chiedere informazioni sullo stipendio?
    Grazie mille

    1. Giulio focalizzati sui passaggi sostanziali della tua carriera e attendi che sia l’esaminatore a dirigere il discorso. La tua personalità deve trasparire dalle competenze, dal tuo modo di porti e di parlare. Potrebbero chiederti quali sono i tuoi punti di forza e debolezza, quali sono le tue motivazioni, cosa farebbe di te il candidato ideale, quale stipendio vorresti percepire, se ti stai candidando per altri lavori.
      Per quanto riguarda lo stipendio è meglio non arrivare impreparati e accertarsi qualche giorno prima dell’incontro su quali siano gli standard di mercato per le retribuzioni connesse al ruolo per il quale ti candidi. Senza indicare un importo preciso, alla domanda dell’esaminatore sullo stipendio potresti dichiarare che le tue aspettative sono connesse agli standard medi di mercato, a meno che sia tu ad alzare la posta in gioco, ma questo è consigliabile solo se puoi farti forte delle tue alte qualifiche.

  4. Come posso difendermi dalle offerte di lavoro che poi si rivelano delle truffe? Grazie per le risposte che potrete darmi

    1. Buongiorno Donatello! Con l’attuale crisi del mercato del lavoro a crescere non è solo il numero di persone alla ricerca d’impiego, ma anche il business delle truffe alle loro spalle. Classica è anche la truffa che consiste in una prestigiosa offerta di lavoro all’estero, magari presso un hotel o una struttura che esiste davvero. Chi non esiste sono i referenti, che fanno firmare un contratto di lavoro, magari con “tutti i crismi”, e chiedono una “piccola” cauzione per l’alloggio, la quale sarà restituita non appena giunti sul posto. Arrivato sul luogo, però, non troverai nessuno, o troverai persone completamente ignare dell’imbroglio. Per saperne di più leggi il nostro decalogo con le più diffuse offerte-truffa ed i rimedi per difendersi https://www.laleggepertutti.it/117109_offerte-di-lavoro-truffa-quali-sono-e-come-difendersi

    1. Le figure che avranno maggiori opportunità di occupazione sono quelle che specializzate in: analisi dei dati; sicurezza informatica; intelligenza artificiale; analisi di mercato. Quest’ultimo campo, in particolare, è quello in cui verranno inserite le cosiddette «nuove profession». Si parla di: data scientist; big data analyst; cloud computing expert; cyber security expert; business intelligence analyst; social media marketing manager; artificial intelligence systems engineer.

Rispondi a Redazione Annulla risposta

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA