Food | Articoli

Come cucinare il grano saraceno

31 Dicembre 2018 | Autore: Angelica Mocco


Come cucinare il grano saraceno

> Food Pubblicato il 31 Dicembre 2018



Il grano saraceno è uno pseudo cereale senza glutine adatto alla preparazione di gustosi primi piatti: ecco quattro ricette sfiziose da preparare in ogni occasione e perfette per ogni periodo dell’anno.

Il grano saraceno è un alimento sempre più diffuso in commercio e sulle nostre tavole, comunemente considerato un cereale pur non facendo parte della famiglia della graminacee. I chicchi hanno una forma triangolare e vengono venduti già decorticati, pronti per essere cucinati nel modo che si preferisce. Se hai acquistato per la prima volta una confezione di grano saraceno e non sai bene come poterlo cucinare, leggi le ricette che ti propongo: quattro idee semplici e sfiziose che incontrano il gusto di grandi e piccoli, facili da realizzare e adatte anche alle occasioni più importanti. Seguendo i suggerimenti che trovi in questa guida, potrai sorprendere i tuoi ospiti senza trascorrere troppo tempo ai fornelli. Scopri le proprietà di questo alimento e come cucinare il grano saraceno con ingredienti genuini e saporiti!

Le proprietà del grano saraceno

Il grano saraceno è noto per essere uno pseudo cereale senza glutine, ricco di sali minerali, vitamine del gruppo B e aminoacidi essenziali, tra cui la lisina, assente dei comuni cereali come frumento, mais e riso. Queste caratteristiche lo rendono particolarmente apprezzato da chi predilige un’alimentazione vegetariana e da chi necessita di seguire una dieta gluten free.

Se sei celiaco e possiedi una certificazione medica che attesta la malattia, puoi richiedere alla tua ASL il buono mensile che consente di ritirare gratuitamente nei negozi specializzati e in farmacia gli alimenti senza glutine presenti nel registro nazionale dei prodotti erogabili. Puoi approfondire l’argomento leggendo l’articolo “Celiachia: agevolazioni per gli alimenti“.

Grano saraceno con asparagi e pancetta croccante

Come prima ricetta ti propongo il grano saraceno con asparagi e pancetta croccante, un primo piatto dal sapore intenso e caratteristico che sicuramente soddisferà le tue aspettative. Si prepara in mezz’ora come se fosse un normale risotto, aggiungendo a ultimo la pancetta rosolata in padella con poco olio extravergine d’oliva. Puoi utilizzare sia gli asparagi di campo, reperibili al mercato con l’arrivo della primavera, sia gli asparagi coltivati in serra o surgelati, regolandoti in base al periodo dell’anno e alle tue esigenze. Il grano saraceno con asparagi è ottimo da gustare in ogni occasione e si accompagna ai vini bianchi fermi e leggeri.

Ingredienti per 4 persone:

  • 360 g di grano saraceno;
  • 300 g di asparagi;
  • 80 g di pancetta;
  • 1 cipollotto;
  • 1/2 bicchiere di vino bianco;
  • q.b. brodo vegetale;
  • q.b. parmigiano grattugiato;
  • q.b. olio extravergine d’oliva;
  • q.b. sale e pepe.

Procedimento

Per preparare il grano saraceno con asparagi e pancetta, inizia lavando accuratamente il grano saraceno sotto l’acqua corrente per eliminare eventuali impurità. Fatto questo, pulisci gli asparagi tagliando le estremità più dure, poi affettali a pezzetti piccoli con un coltello. Se hai acquistato la pancetta in fetta unica, tagliala a listarelle sottili.

Pulisci il cipollotto e tritalo finemente, poi versalo sul fondo di una casseruola e soffriggilo in abbondante olio extravergine d’oliva, fin quando non risulta abbastanza dorato. Aggiungi gli asparagi tagliati a pezzetti e lasciali rosolare a fuoco medio per una decina di minuti, così da renderli teneri e saporiti.

Se dovessi utilizzare gli asparagi coltivati a gambo grosso, è preferibile sbollentarli precedentemente per alcuni minuti e sminuzzarli in seguito, così da rendere la cottura successiva più veloce. Gli asparagi di campo, essendo molto fini e morbidi, possono essere cotti direttamente con il grano saraceno.

Unisci il grano saraceno e lascialo tostare a fuoco vivace per alcuni minuti, mescolandolo con un cucchiaio affinché non si bruci. Non appena inizia a sfrigolare, sfuma con il vino bianco e aspetta che evapori. Versa qualche cucchiaio di brodo vegetale bollente e prosegui la cottura come faresti con un classico risotto, aggiungendo il brodo mano a mano che viene consumato dal grano saraceno. Per una cottura ottimale sono necessari più o meno 25 minuti.

Quando mancano alcuni minuti al termine della cottura, rosola la pancetta in un padellino aggiungendo un filo d’olio extravergine d’oliva, così da renderla gustosa e croccante. Una volta che il grano saraceno è pronto, mantecalo a piacere con il parmigiano grattugiato e aggiungi la pancetta.

Il grano saraceno con asparagi e pancetta croccante è pronto per essere portato in tavola e gustato. Servilo ben caldo e insaporiscilo con una macinata di pepe nero ed erba cipollina finemente tritata.

Grano saraceno alla trevigiana con radicchio e salsiccia

Prendendo spunto dal tipico risotto alla trevigiana, preparato come suggerisce il nome con il delizioso radicchio rosso di Treviso, puoi sbizzarrirti a realizzare un eccellente primo piatto con il grano saraceno. Stuzzicante e prelibato, il grano saraceno alla trevigiana con radicchio e salsiccia è la ricetta giusta da portare in tavola durante un pranzo domenicale in famiglia. Si prepara con pochi ingredienti e può essere arricchito con parmigiano in scaglie o, ancor meglio, con pecorino romano grattugiato. Una volta provato non potrai fare a meno di concederti il bis!

Ingredienti per 4 persone:

  • 360 g di grano saraceno;
  • 300 g di radicchio rosso di Treviso;
  • 200 g di salsiccia fresca;
  • 1/2 bicchiere di vino bianco;
  • 1 cipolla;
  • q.b. brodo vegetale;
  • q.b. olio extravergine d’oliva;
  • q.b. sale e pepe.

Procedimento

Inizia la preparazione di questo primo piatto sciacquando accuratamente il grano saraceno sotto l’acqua corrente. Per facilitare questa operazione, puoi versare i chicchi all’interno di un setaccio capiente o uno scolapasta. Fatto questo, lava una ad una le foglie del radicchio e affettale con un coltello a listarelle sottili, poi trita finemente la salsiccia fresca e la cipolla.

Versa sul fondo di una casseruola un filo d’olio extravergine d’oliva, aggiungi la cipolla tritata e lasciala dorare a fuoco vivace. Non appena risulta ben appassita, aggiungi la salsiccia fresca e rosolala per alcuni minuti mescolando spesso, poi unisci il grano saraceno e tostalo a fiamma medio-alta.

Sfuma il grano saraceno e la salsiccia con mezzo bicchiere di vino bianco e aspetta che evapori completamente, poi inizia la cottura a fuoco lento, versando di volta in volta un mestolo di brodo vegetale bollente. Dopo circa 15 minuti, aggiungi il radicchio affettato a listarelle e mescola il tutto con un cucchiaio, poi prosegui la cottura per un altro quarto d’ora.

Una volta cotto, il grano saraceno alla trevigiana con radicchio e salsiccia è pronto per essere servito: se desideri accentuarne il sapore e la bontà, puoi mantecarlo con 3-4 cucchiai di pecorino romano grattugiato.

Grano saraceno con funghi champignon e carote

Dopo due gustose ricette arricchite con carne, non può mancare una proposta vegetariana leggera e genuina, ottima da preparare durante tutto l’anno grazie alla facile reperibilità dei suoi ingredienti. Sto parlando del grano saraceno con funghi champignon e carote, un primo piatto tanto semplice quanto sorprendente. Naturalmente in autunno puoi approfittarne per utilizzare degli eccellenti funghi porcini che, grazie al loro gusto intenso e pregiato, renderanno questa pietanza ancora più squisita. Come potrai leggere nelle prossime righe, tra gli ingredienti è presente la salsa Tamari: rispetto alla classica salsa di soia, essa si contraddistingue per l’assenza di frumento e dunque risulta perfetta per chi desidera preparare un piatto senza glutine adatto anche ai celiaci.

Ingredienti per 4 persone:

  • 360 g di grano saraceno;
  • 400 g di funghi champignon;
  • 4 carote;
  • 1 spicchio d’aglio;
  • 1 mazzetto di prezzemolo fresco;
  • q.b. brodo vegetale;
  • q.b. salsa di soia Tamari;
  • q.b. olio extravergine d’oliva;
  • q.b. sale e pepe.

Procedimento

Pulisci i funghi champignon tagliando l’estremità del gambo e frizionando delicatamente il cappello con un canovaccio pulito. È sconsigliabile lavarli sotto l’acqua corrente per preservarne l’aroma intenso, tuttavia potrebbe essere necessario se risultano eccessivamente sporchi di terra. Fatto questo, lava le carote e sbucciale con l’ausilio di un pelapatate, poi tagliale a julienne utilizzando un’apposita grattugia.

Trita finemente uno spicchio d’aglio e il prezzemolo fresco, poi soffriggi entrambi con abbondante olio extravergine d’oliva. Non appena l’aglio comincia a colorirsi, aggiungi i funghi tagliati a fettine sottili e lasciali insaporire a fuoco medio per alcuni minuti, aggiungendo qualche cucchiaio di salsa di soia Tamari in sostituzione al sale.

Quando i funghi risultano abbastanza morbidi, aggiungi il grano saraceno precedentemente sciacquato e lascialo tostare a fuoco vivace, poi versa qualche mestolo di brodo vegetale caldo e lascia cuocere per una decina di minuti.

Unisci le carote tagliate a julienne, mescola il tutto con un cucchiaio e versa il restante brodo bollente. Prosegui la cottura per altri 15-20 minuti, poi spegni e lascia riposare per alcuni minuti. Infine, servi il grano saraceno con funghi champignon e carote, aggiungendo a piacere del pepe nero macinato o una spruzzata di prezzemolo fresco tritato.

Grano saraceno con broccoli e pistacchi

Come ultima proposta, ecco una seconda ricetta vegana molto semplice e nutriente: il grano saraceno con broccoli e pistacchi tostati. Durante l’inverno, fino a inizio primavera, sono facilmente reperibili i broccoli freschi, mentre in estate puoi comodamente utilizzare quelli surgelati, già tagliati e pronti all’uso. Il segreto per ottenere un eccellente primo piatto consiste nello sminuzzare finemente i broccoli, così da ridurli in crema e creare un condimento cremoso per il grano saraceno, che esalta la croccantezza dei pistacchi tritati. Se preferisci, puoi sempre sostituire i pistacchi con mandorle, noci o semi oleaginosi, come i semi di sesamo o i semi di girasole.

Ingredienti per 4 persone:

  • 360 g di grano saraceno;
  • 600 g di cime di broccoli;
  • 1 spicchio d’aglio;
  • 4 cucchiai di pistacchi tostati;
  • q.b. brodo vegetale;
  • q.b. olio extravergine d’oliva;
  • q.b. sale e pepe.

Procedimento

Inizia la preparazione del grano saraceno con broccoli affettando finemente i due spicchi d’aglio e rosolandoli con olio extravergine d’oliva all’interno di una casseruola. Intanto lava i broccoli e seleziona solo le cime più tenere, così da poter ottenere una crema morbida e omogenea.

Non appena l’aglio appare piuttosto colorito, aggiungi le cime di broccolo sminuzzate e lasciale cuocere per una decina di minuti a fuoco medio, aggiungendo sale e pepe nero macinato. Se è necessario, puoi versare un mestolo di brodo caldo per favorire la cottura.

Trascorsi 10 minuti, aggiungi il grano saraceno e lascialo insaporire per alcuni minuti, poi aggiungi a poco a poco il restante brodo vegetale bollente e concludi la cottura. Mescola accuratamente per amalgamare il grano saraceno ai broccoli e aggiusta eventualmente di sale e pepe nero.

Versa il grano saraceno con broccoli all’interno dei piatti individuali e distribuisci sulla superficie i pistacchi tostati e tritati con un coltello. Puoi gustare questo primo piatto caldo o lasciarlo intiepidire per qualche minuto prima di servirlo.


Di Angelica Mocco


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI