Diritto e Fisco | Articoli

Il contributo unificato lo decide il giudice e non l’avvocato

12 Marzo 2013
Il contributo unificato lo decide il giudice e non l’avvocato

La clausola “…o in quella misura maggiore o minore che sarà ritenuta di giustizia” ha effetti anche sull’importo del contributo unificato.

La misura del contributo unificato può essere rideterminata dal giudice, che non è quindi vincolato al valore indicato, con mere formule di stile, dall’avvocato. È quanto stabilito dalla Cassazione con una recente sentenza [1].

Un avvocato aveva indicato, quale valore della controversia, l’importo di euro 501,78, in base alla richiesta contenuta nell’atto introduttivo, accompagnata dalla consueta formula “…o in quella maggiore o minore che sarà ritenuta di giustizia”.

Secondo la Corte, in ogni controversia che abbia a oggetto tributi, l’ufficio impositore non è tenuto ad adattarsi alle indicazioni formali date dal contribuente ed è legittimato a procedere ad una valutazione autonoma, in base ai profili sostanziali dell’atto soggetto a imposizione.

Pertanto, la formula di riserva sintetizzata nelle parole “in quella somma maggiore o minore che verrà ritenuta di giustizia” non va intesa solo come formale clausola di stile, ma ha anche un contenuto sostanziale. Tale formula infatti manifesta l’incertezza della parte sull’ammontare del danno effettivamente da liquidarsi e serve per consentire al giudice di provvedere alla giusta liquidazione, senza essere vincolato alle indicazioni dell’atto del legale. Con la conseguenza che anche la misura del contributo unificato dovrà avvenire sulla base di quanto sarà effettivamente liquidato poi dal giudice.


note

[1] Cass. sent. n. 6053 dell’11.03.2013.


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

1 Commento

  1. Quindi se il giudice liquida un importo inferiore a quello richiesto lo stato dovrebbe rimborsare il contributo unificato eventualmente pagato in eccesso????

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube