Diritto e Fisco | Articoli

Campionato mondiale su Ruzzle: sono 45mila iscritti

12 Marzo 2013
Campionato mondiale su Ruzzle: sono 45mila iscritti

Il vincitore porterà a casa un pc portatile: lotta contro quelli che imbroglieranno.

 

Epoca che vai, usanza che trovi. Oggi i tornei non si fanno più coi tavolini verdi nelle hall degli hotel. Sono finiti i tempi del famoso “Scopone scientifico di Alberto Sordi o del burago della nonna.

È l’era dei social games, delle sfide lanciate comodamente da casa, sul divano, tra persone che non si conoscono e non si vedono. Tra persone che, in teoria, possono anche barare senza essere scoperte o denunciate. Tanto la posta in gioco non è che un ramoscello d’alloro.

Fino a ieri.

Oggi invece, viene sperimentato, per la prima volta, un vero e proprio campionato nazionale a premi.

Il tema è quello più battuto del momento: si chiama “Ruzzle” – un gioco che ricorda lo Scarabeo dei vecchi tempi – divenuto ormai un’app-tormentone sugli smartphone e tablet. Qualcosa che sa di droga, dicono gli esperti, visto che ha già coinvolto 23 milioni di utenti in tutto il mondo e in tutte le lingue.

Il campionato mondiale del paroliere italiano parte l’11 marzo e finirà fino a metà aprile. Al momento sono oltre 45 mila gli iscritti. Il primo classificato vincerà un pc portatile; al secondo arrivato spetterà un buono acquisto per prodotti tecnologici da 500 euro, mentre al terzo il buono acquisto si riduce a 300 euro.

Gli organizzatori ammoniscono: “tolleranza zero” per i cheaters, i truffatori. Ma come si farà a controllare che, dall’altro lato dello schermo, a indovinare le parole, anziché esserci un solo utente ci sarà invece un intero gruppo di amici?



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube