Diritto e Fisco | Articoli

Vincite lotterie: come si incassano?

4 Gennaio 2019 | Autore:


> Diritto e Fisco Pubblicato il 4 Gennaio 2019



Cosa bisogna fare quando si ha la fortuna di vincere i premi di una lotteria per poter incassare il relativo importo

In Italia tentare la fortuna al gioco è da sempre un espediente a cui moltissimi ricorrono per cambiare vita o dare ad essa una svolta definitiva. Nei periodi di crisi economica, poi, scommesse, lotterie, gratta e vinci, lotto e simili diventano assai di frequente davvero l’ultima possibilità per persone in difficoltà anche estrema. Tralasciamo i problemi, pur gravissimi, collegati alle diverse ludopatie, cioè alle patologie che si scatenano in chi, preso nel vortice del gioco, non riesce più ad uscirne arrivando ad “investire” somme considerevoli aggravando, invece che risolvendo, i propri problemi economici. Occupiamoci, invece, del lato per così dire positivo della vicenda chiedendoci cioè come si incassano le vincite delle lotterie. Ci soffermeremo, infatti, su quello che i fortunati vincitori delle lotterie nazionali (sia quelle tradizionali sia le innumerevoli lotterie a vincita istantanea) devono sapere e, quindi, fare per poter incassare nella maniera più corretta e rapida le somme di cui sono risultati vincitori. Si sente dire, infatti, e non di rado che alcuni dei premi messi in palio nelle tante lotterie nazionali non vengono nemmeno ritirati perché i vincitori hanno smarrito i biglietti vincenti o perché, essendo magari persone di età avanzata, non hanno saputo e potuto attivarsi nella maniera più idonea per incassare le vincite. Conoscere le regole, quindi, può essere fondamentale per affrontare con una certa serenità un momento di euforia che, però, deve anche essere gestito con la dovuta freddezza per non incappare in errori che possono anche rovinare del tutto un momento atteso magari da anni.

Come si incassano i premi della lotteria Italia?

La più tradizionale lotteria nazionale, oltre che quella più conosciuta, è sicuramente la lotteria Italia da sempre collegata a notissime trasmissioni televisive e la cui estrazione finale (con premi ricchissimi in palio) avviene usualmente il 6 gennaio di ogni anno.

Essere vincitore dei primi sei biglietti estratti significa diventare milionari (una volta si sarebbe detto miliardari), ma ci sono anche decine di altri premi di importo certamente non trascurabile (dell’ordine di decine di migliaia di euro).

Aver acquistato uno dei biglietti significa, quindi, aver in mano una somma che, nei casi più eclatanti, è davvero tale da poter cambiare la vita.

Analizziamo quindi le modalità stabilite per l’incasso dei premi relativi alla lotteria Italia.

Le modalità di incasso dei premi messi in palio con i biglietti della lotteria Italia sono le seguenti:

  • occorre presentare i biglietti vincenti, integri e originali, presentandosi di persona all’Ufficio premi di Lotterie Nazionali s.r.l. in Roma, cap 00154, al Viale del Campo Boario 56/d oppure spedendoli per posta, a proprio rischio, all’Ufficio premi appena indicato specificando le generalità e l’indirizzo del vincitore e la modalità di pagamento prescelta (si può scegliere il pagamento con assegno circolare oppure il bonifico su conto bancario o postale); in alternativa il biglietto vincente può essere presentato di persona ad uno sportello di Intesa Sanpaolo: in questo caso la banca ritira il biglietto vincente, integro e originale, e lo invia all’Ufficio premi di Lotterie nazionali s.r.l. rilasciando una ricevuta al vincitore (che dovrà indicare la modalità di pagamento tra le solite: cioè o assegno circolare o bonifico bancario o bonifico postale).

I premi della lotteria Italia si incassano anche con bonifico bancario

Come si incassano i premi dei gratta e vinci?

Accanto alla lotterie tradizionali negli ultimi trent’anni si sono diffusi i cosiddetti gratta e vinci, cioè lotterie ad estrazione (e vincita) istantanea.

Si “gratta” il tagliando acquistato e si verifica immediatamente se si risulta vincitori di uno dei tanti premi in denaro messi in palio e che, anche in questo caso, possono essere di importo anche assai considerevole.

Anche per i tantissimi gratta e vinci esistono regole ben precise per incassare i premi; regole che sono diverse a seconda dell’entità dell’importo del premio e che è bene conoscere in anticipo.

Ecco, infatti, cosa è previsto in merito:

le modalità di pagamento dei biglietti vincenti sono stabiliti in base ad una convenzione tra l’Amministrazione delle Dogane e dei Monopoli e le Lotterie nazionali s.r.l. (che è il concessionario esclusivo delle lotterie istantanee e di quelle tradizionali).

E la convenzione tra l’Amministrazione delle Dogane e dei Monopoli e le Lotterie nazionali s.r.l. stabilisce che il pagamento dei biglietti vincenti dei gratta e vinci avvenga nel seguente modo:

– i premi fino a 500 euro sono pagabili immediatamente presso un qualsiasi punto vendita autorizzato;

– i premi di importo tra 501 euro e 10.000 euro vanno innanzitutto convalidati presso un qualsiasi punto vendita autorizzato; il vincitore, cioè, deve presentarsi personalmente presso un punto vendita autorizzato e far registrare gli estremi del biglietto vincente, i suoi dati anagrafici e la modalità di pagamento che preferisce (può scegliere di incassare il premio o con assegno circolare presso un’Agenzia di Intesa Sanpaolo o con un bonifico su un proprio conto corrente bancario o postale): dopo aver registrato questi dati, al vincitore viene rilasciato uno scontrino di prenotazione che dovrà essere esibito quando il premio viene ritirato;

– i premi di importo superiore a 10.000 euro devono essere richiesti dal vincitore presentando e consegnando il biglietto vincente o presso l’Ufficio premi delle Lotterie nazionali s.r.l. che è sito in Roma, cap 00154, al Viale del Campo Boario 56/d (oppure spedendolo per posta a proprio rischio anche con raccomandata), oppure presso gli sportelli di Banca Intesa Sanpaolo (in questo caso la banca ritira il biglietto vincente, rilascia ricevuta al vincitore e invia il biglietto all’ufficio pagamenti di Lotterie nazionali s.r.l.); anche in questo caso il premio, a scelta del vincitore, viene pagato o con assegno circolare oppure con bonifico bancario o postale: naturalmente occorre sempre esibire un documento di identità sia all’Ufficio premi di Lotterie Nazionali s.r.l. sia agli sportelli di banca Intesa Sanpaolo.

Le vincite al gratta e vinci di importo superiore ai 10.000 euro si possono incassare con assegno circolare


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

2 Commenti

  1. Buonasera
    ho letto le vostre info sulle vincite delle lotterie..gratta e vinci etc..ho capito che certe somme come dal gratta e vinci che sono al di sotto di 500 € si possono riscuotere immediatamente “..e le somme superiori: in banca o alla posta o andare direttamente all’ente preposto a Roma..ma i tempi di riscossione quali sono?

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI