Moduli | Articoli

Modulo disdetta Fastweb

7 Gennaio 2019 | Autore:


> Moduli Pubblicato il 7 Gennaio 2019



Come disdire un abbonamento Fastweb? Quale modello utilizzare per recedere da Fastweb? Quali costi bisogna sostenere? Cos’è la disdetta Sky&Fastweb?

Esistono tanti modi di chiamare la persona che cambia continuamente partner: playboy, dongiovanni, casanova. Con la stessa rapidità con cui le api saltano di fiore in fiore, così queste persone mutano amante. Perché ti dico questo? Stai per leggere un articolo di gossip oppure di cronaca rosa? Assolutamente no: è solamente un paragone con coloro che cambiano operatore telefonico un giorno sì e l’altro pure. Quante volte ti è successo di chiamare un tuo amico e di sentire la voce registrata del gestore che ti dice che al momento non è raggiungibile? Ebbene, senz’altro avrai notato che una volta è la Vodafone a darti l’informazione, un’altra volta è la Tim, un’altra ancora è la Fastweb, e così via. Ti sei mai chiesto come mai è così facile cambiare operatore telefonico? Eppure, come ti spiegherò nel corso di questo articolo, aderire ad un piano tariffario significa stipulare un contratto a tutti gli effetti. Il punto è che, sebbene l’abbonamento ad una compagnia telefonica equivalga a contrarre un vincolo contrattuale, la legge ha concesso espressamente agli utenti la facoltà di recedere dal rapporto in qualsiasi momento. Un bel vantaggio, se solo pensi che, per la maggior parte dei contratti, questa possibilità è esclusa: esiste infatti un articolo del codice civile che dice che il contratto ha, tra le parti, la stessa forza di una legge. In altre parole, l’accordo tra due o più persone assoggetta le medesime al regolamento che hanno voluto stabilire tra loro, vincolandoli allo stesso al pari di una legge. Per questo l’utente di una società telefonica può essere equiparato ad un allegro fidanzato, poiché è in suo potere cambiare compagn(i)a quando lo ritiene più opportuno. Intendiamoci: spezzare il cuore delle persone è una cosa molto brutta; lo è di meno fare lo stesso con un operatore, abituato a fare affari e ad essere tutto tranne che monogamo. Pertanto, è la stessa legge che consente di derogare alla regolamentazione contrattuale ordinaria, permettendo il recesso dal contratto in qualunque momento. Ciò accade perché, quando aderisci ad un’offerta, ti trovi in una posizione di debolezza rispetto alla tua controparte: tu sei un piccolo consumatore, mentre la compagnia è una grossa società. Inoltre, la maggior parte degli abbonamenti vengono conclusi attraverso mezzi che, un tempo, erano atipici: se una volta, per stipulare un contratto, occorreva incontrarsi e sedere allo stesso tavolo, oggi basta una semplice telefonata oppure un click sul computer. Se questi nuovi metodi hanno reso molto più comodo aderire ad offerte e servizi, è vero anche che è altrettanto semplice cadere in errore oppure essere persuasi da campagne pubblicitarie mandate in onda a tambur battente. Sono queste, essenzialmente, le ragioni che giustificano una disciplina di favore a beneficio del consumatore. Ti renderai conto del grosso vantaggio rispetto ad altri contratti: se accendi un mutuo presso una banca, stai certo che non ti sarà concessa la possibilità di tirarti indietro così facilmente. Ora, se tutto quello che ti ho raccontato sinora ha suscitato il tuo interesse, allora faresti bene a proseguire nella lettura, soprattutto se sei uno di quegli utenti stanchi della propria vecchia tariffa, in cerca di offerte nuove oppure di eccitanti esperienze con la pay tv: ti spiegherò, infatti come recedere dal tuo contratto Fastweb e, soprattutto, metterò a tuo disposizione un modulo disdetta Fastweb da poter utilizzare in modo semplice ed intuitivo.

Disdetta abbonamento Fastweb: cos’è?

Prima di offrirti un modulo disdetta Fastweb, penso sia necessario farti capire cos’è una disdetta e cosa comporta farne una. Ebbene, ti dirò subito che, secondo i giuristi più raffinati, per disdetta deve intendersi solamente quell’atto proveniente dalla parte che non ha intenzione di rinnovare un contratto. Ti faccio un esempio: la tua assicurazione auto scade a gennaio e non hai intenzione di rinnovarla; per impedire ciò, invii, entro trenta giorni dalla sua naturale scadenza, una raccomandata con la quale comunichi la tua intenzione di cambiare compagnia e, quindi, di non rinnovare.

In senso più ampio, invece, quando si parla di disdetta a proposito di abbonamenti per telefono o tv si intende il recesso della parte contrattuale. La disdetta, quindi, non è altro che un recesso, cioè una dichiarazione con la quale si intende retrocedere dalla propria posizione contrattuale. Un abbandono, in altre parole. Il punto è che, secondo il codice civile, il recesso può essere esercitato solamente se espressamente pattuito tra le parti e, in genere, pagando una penale.

Ora, nei contratti di durata, cioè in quelli che non si esauriscono in una prestazione “secca” (tipo l’acquisto di un bene), è normale che nel contratto sia prevista la possibilità che una delle parti decida di “uscire” dall’accordo: ciò accade perché è impensabile vincolare una persona per il resto della sua vita, o comunque per un periodo estremamente lungo. Così, è la legge che, in tutte queste ipotesi, cioè nei rapporti di durata, impone di inserire una clausola che permetta il recesso.

La disdetta Fastweb, quindi, è una vera e propria facoltà per ogni cliente, nel senso che tutti gli utenti, poiché sottoscrivono un contratto standard (cioè, uguale per tutti), vedranno nel proprio abbonamento, all’interno delle condizioni contrattuali, la clausola che consente loro di poter recedere. Anche tu, se avrai la pazienza di recuperare il tuo abbonamento, vedrai che ti è espressamente garantita la facoltà di inviare a Fastweb una disdetta con la quale dichiari di voler recedere dall’accordo. Penso sia proprio questo un ottimo punto di partenza per farti comprendere come disdire Fastweb.

Fastweb: come fare disdetta?

Vuoi un modulo disdetta Fastweb per recedere dal tuo contratto? Devi solo attendere un altro istante: prima voglio spiegarti, in modo semplice e chiaro, cosa devi fare. Come ti ho già ricordato, una disdetta Fastweb altro non è che l’esercizio di un diritto di recesso. In pratica, se non comunichi la tua intenzione di voler abbandonare il contratto, il servizio che la Fastweb ti offre andrà avanti a tempo indeterminato, a meno che tu non smetta di pagare le bollette: in tal caso, il servizio verrebbe interrotto per morosità e saresti poi costretto a pagare con gli interessi.

Pertanto, il primo passo per fare una disdetta Fastweb è quello di inviare una comunicazione scritta (e sottoscritta) alla società, ove emerga chiara la tua volontà di voler porre fine al rapporto. Semplice, no? L’unica cosa a cui devi prestare attenzione è il servizio dal quale vuoi recedere: Fastweb, infatti, mette a disposizione del cliente una vasta gamma di offerte, che vanno dalla telefonia mobile a quella fissa, passando per il traffico internet. Per ognuno di questi servizi esiste un modulo disdetta Fastweb che ti allegherò all’interno dei prossimi paragrafi.

A prescindere dalla tariffa e dal servizio a cui hai aderito, abbi però sempre presente questa linea guida da seguire: che tu sia cliente Fastweb con il tuo cellulare oppure con il telefono fisso, la tua dichiarazione dovrà sempre contenere il numero della tua utenza o il tuo codice cliente, le tue generalità (nome, cognome, indirizzo, residenza, codice fiscale) e, soprattutto, la volontà chiara e inequivocabile di voler disdire il contratto.

Disdetta Fastweb: quanti tipi?

La disdetta Fastweb differisce non soltanto in ragione del tipo di servizio a cui hai aderito, ma anche in base alla tua tempistica; in parole povere, una cosa è disdire Fastweb entro i primi giorni dall’attivazione, altra cosa è farlo dopo diversi anni. Ed infatti, la legge consente ad ogni consumatore che abbia aderito ad un contratto a distanza oppure stipulato al di fuori dei locali commerciali di disdire il proprio contratto entro quattordici giorni dall’attivazione senza alcun costo o penalità. È un vero e proprio diritto di ripensamento (in “legalese” si parla di ius poenitendi): se hai appena aderito e sei già pentito della scelta fatta, la legge ti dice che puoi “scappare via” dal contratto gratuitamente.

In maniera davvero schematica, possiamo dire che esistono le seguenti ipotesi di disdetta Fastweb:

  • disdetta entro i primi quattordici giorni;
  • disdetta anticipata;
  • disdetta prima della scadenza del contratto (disdetta che ne impedisce il rinnovo).

A questi casi di disdetta Fastweb si aggiungono quelli inerenti ai servizi che Fastweb e Sky offrono congiuntamente: non si tratta ovviamente di telefonia ma di televisione a pagamento. Analizziamo ogni ipotesi.

Disdetta Fastweb nei primi 14 giorni: come funziona?

Cominciamo dalla disdetta Fastweb da esercitarsi entro le prime due settimane dall’attivazione. Per effettuare il recesso dal contratto Fastweb entro i primi quattordici giorni dovrai inviare una comunicazione mediante raccomandata con avviso di ricevimento al solito indirizzo, e cioè:

  • Fastweb S.p.A., Casella Postale 126 – 20092 Cinisello Balsamo (MI).

Qui di seguito troverai il modulo disdetta Fastweb ufficiale da poter scaricare, compilare e inviare per esercitare il recesso entro i primi quattordici giorni. In alternativa, soltanto per questa ipotesi particolare di disdetta Fastweb, potrai contattare il servizio clienti (customer care) al numero 192.193.

Disdetta Fastweb mobile entro 14 giorni: come fare?

Nel caso in cui tu abbia aderito ad un’offerta Fastweb per il tuo telefonino e, dopo pochi giorni, sia pentito della tua scelta perché, ad esempio, il cellulare non ha mai campo, puoi disdire ugualmente entro 14 giorni inviando questo modulo disdetta Fastweb al seguente indirizzo:

  • Fastweb S.p.A., Casella Postale 126 – 20092 Cinisello Balsamo (MI).

Le condizioni del recesso sono le stesse indicate nel paragrafo precedente per l’abbonamento classico di telefonia fissa e internet.

Disdetta anticipata Fastweb: come fare?

Supponiamo che tu sia passato indenne per i primi quattordici giorni di abbonamento Fastweb: ti sei trovato bene e prosegui convinto con questa società. Dopo un po’, però, pensi di cambiare compagnia, allettato da offerte vantaggiose. Come fare disdetta Fastweb?

Secondo le condizioni generali predisposte da Fastweb, il primo contratto che sottoscrivi ha una durata di ventiquattro mesi, a meno che l’offerta promozionale non preveda una durata diversa. Allo scadere, il contratto si rinnova a tempo indeterminato. Poniamo che tu sia abbonato a Fastweb da oltre un anno e ti sia deciso a cambiare. Cosa fare? Semplice: inviare una disdetta a Fastweb dicendo di voler recedere dal contratto. Ed infatti, seppur il contratto sia ancora in vigore, secondo la legge puoi sempre recedere, in qualsiasi momento, senza il bisogno di fornire spiegazioni.

Per effettuare validamente una disdetta Fastweb dovrai inviare una comunicazione scritta a mezzo raccomandata con avviso di ricevimento (raccomandata a/r) al seguente indirizzo:

  • Fastweb S.p.A., Casella Postale 126 – 20092 Cinisello Balsamo (MI);

oppure una pec  a:

  • fwgestionedisattivazioni@pec.Fastweb.it.

In entrambi i casi dovrai allegare una copia di documento di identità in corso di validità. In alternativa alla raccomanda e alla pec, potrai recarti direttamente presso un negozio Fastweb autorizzato, chiedendo appunto la disdetta anticipata dal contratto.

Disdetta anticipata Fastweb: quanto costa?

Fastweb, ricevuta la disdetta, provvederà entro trenta giorni a disattivare l’abbonamento: tale disattivazione ha un prezzo pari a 56 euro, da versare a titolo di costi per la gestione della disdetta. A questi 56 euro, poi, dovrai aggiungere l’addebito degli sconti promozionali di cui hai eventualmente usufruito. Cosa vuol dire?

Quando sottoscrivi un contratto Fastweb è molto probabile che, per il primo periodo (pari a quello indicato nell’accordo), beneficerai di alcune agevolazioni, normalmente consistenti in sconti sulla bolletta. Orbene, se effettui la disdetta prima che il contratto scada e si rinnovi, perderai tutti gli sconti di cui ti sarai avvantaggiato. Ad esempio, se per i primi ventiquattro mesi Fastweb ti consente di pagare internet la metà del prezzo pieno, recedendo prima dei due anni non solo dovrai pagare i 56 euro di disattivazione, ma anche il 50% che avevi risparmiato aderendo all’offerta. Ed infatti, i contratti come quello di Fastweb prevedono in genere un vincolo di permanenza minimo che, se non rispettato, ti obbliga a restituire gli sconti ricevuti.

Disdetta Fastweb prima della scadenza del contratto: cos’è?

Una scelta più conveniente è quella di impedire il rinnovo automatico del contratto Fastweb. Cosa significa? Come anticipato, l’abbonamento Fastweb ha una durata iniziale (normalmente di ventiquattro mesi), alla cui scadenza segue il rinnovo a tempo indeterminato del contratto. Se vuoi fare una disdetta Fastweb e, allo stesso tempo, non vuoi restituire gli sconti ottenuti, puoi attendere la naturale scadenza del contratto e, almeno un mese prima, inviare una raccomandata con la quale dici di non voler rinnovare l’abbonamento. Così facendo, sarai comunque tenuto a pagare i 56 euro di costi di disattivazione, ma non dovrai restituire gli sconti promozionali.

Per fare una disdetta Fastweb che impedisce il rinnovo del contratto la procedura è la stessa che abbiamo visto sopra: inviare una raccomandata con avviso di ricevimento a Fastweb S.p.A., Casella Postale 126 – 20092 Cinisello Balsamo (MI), oppure una pec a fwgestionedisattivazioni@pec.Fastweb.it, avendo sempre cura di allegare copia di documento di identità in corso di validità.

Disdetta Sky&Fastweb: cos’è?

Come anticipato nell’introduzione e nei paragrafi precedenti, Fastweb non offre solamente servizi di telefonia: con l’Offerta Sky&Fastweb potrai avere non solo chiamate e internet, ma anche i contenuti riservati agli abbonati Sky. Le modalità di disdetta restano però le stesse, e cioè:

  • disdetta entro 14 giorni dall’attivazione, senza obbligo di motivazione e senza pagare costi di disattivazione;
  • disdetta anticipata, con preavviso di trenta giorni e obbligo di pagare i costi di disattivazione;
  • disdetta che impedisce il rinnovo, da farsi almeno trenta giorni prima del rinnovo automatico del contratto.

Poiché si tratta sostanzialmente delle stesse ipotesi, potrai avvalerti dei moduli sopra allegati oppure di quelli che potrai trovare consultando il nostro articolo dedicato alla disdetta Sky.

Disdetta Sky&Fastweb: come funziona?

Abbiamo detto che anche abbinando i servizi Fastweb e sky è possibile recedere al ricorrere sempre delle stesse ipotesi e alle stesse condizioni. Tuttavia, bisogna fare una piccola differenza: pur essendo una promozione che mette insieme due servizi diversi, i contratti rimangono distinti. In altre parole, è possibile recedere anche da uno solo degli abbonamenti. Quindi, se con Fastweb la linea telefonica e internet funzionano alla perfezione, mentre hai problemi con la tv a pagamento, potrai disdire sky ma non Fastweb; e viceversa.

In pratica, significa che se entro le prime due settimane dall’attivazione hai ripensato al tuo abbonamento sky ma non a quello Fastweb, potrai effettuare la disdetta entro 14 giorni soltanto per il primo servizio, restando comunque cliente Fastweb. Lo stesso dicasi per tutte le altre ipotesi di disdetta.

Disdetta Fastweb: come fare con il modem?

Una volta fatta la disdetta Fastweb, ti resterà tra le mani un modem inutilizzabile. Cosa farne? Ebbene, sicuramente non dovrai gettarlo ma, al contrario, sarai tenuto a restituirlo a Fastweb. Nello specifico, entro 45 giorni dalla disattivazione dell’abbonamento potrai affidare il modem, debitamente imballato, alle Poste Italiane le quali, convenzionate con Fastweb, spediranno gratuitamente l’apparecchio.

Al contrario, se lasci trascorrere 45 giorni dalla compiuta disdetta (cioè, dal momento in cui non godi più dei servizi a pagamento), non solo dovrai pagare una penale di importo stabilito nel contratto, ma dovrai anche inviare a tue spese il modem al seguente indirizzo:

  • SDA Express Courier S.p.A. SS 11 ANGOLO SP 13, 20064 GORGONZOLA (MI).

note

Autore immagine: Pixabay.com


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA