Diritto e Fisco | Articoli

Asl: medico convenzionato e fattura elettronica

28 Dicembre 2018 | Autore:


> Diritto e Fisco Pubblicato il 28 Dicembre 2018



Un medico convenzionato con la Asl con un volume di incassi annui di euro 80.000 di cui 72.000 della ASL e 8.000 con fatture a privati, deve attivare la fattura elettronica?

La norma che disciplina la fattura elettronica prevede che tutti i soggetti in possesso di partita iva, tranne coloro che utilizzano il regime di vantaggio dei forfetari o degli exminimi, nonché i piccoli produttori agricoli, (tranne per le fatture da emettere agli enti pubblici, per le quali anche questi regimi sono obbligati), devono utilizzare il nuovo sistema di scambio informatico dei documenti fiscali.

In effetti per i medici convenzionati Asl che ricevono i cedolini dalla Asl competente territorialmente, la circolare ministeriale n. 98/E del 25.11.2015 stabilisce che per detti documenti viene escluso l’obbligo di emissione della fattura elettronica.

Tuttavia al di fuori di detta ipotesi, qualora il medico convenzionato Asl svolga, nell’ambito della propria attività, altre prestazioni private assoggettate all’obbligo di emissione del documento fiscale – ricevuta sanitaria/fattura per prestazioni medicolegali – non sembrano sussistere, né norme di legge, né istruzioni operative, che possano escludere l’obbligo di fatturazione elettronica, seppur limitatamente a detti documenti.

Pertanto il medico convenzionato Asl dovrà dotarsi degli strumenti per poter emettere le fatture elettroniche limitatamente alle prestazioni per le quali egli ha l’obbligo di emettere la ricevuta sanitaria o la fattura per i certificati medici, a privati o a soggetti passivi Iva (assicurazioni, tribunali, enti pubblici, ecc.).

Si ritiene infine che, contrariamente a quanto accade per i soggetti esclusi dall’obbligo di fatturazione elettronica prima indicati, che hanno comunque la facoltà di emetterla su base volontaria, anche non essendovi obbligati, i medici convenzionati Asl non possano emettere la fattura elettronica per i cedolini ricevuti dall’ente sanitario perchè questi ultimi sono documenti emessi per una prestazione per la quale non esiste obbligo di fatturazione, dunque non potranno mai dare origine ad alcun tipo di fatturazione, né analogica, né tanto meno, digitale.

Articolo tratto dalla consulenza resa dal dott. Mauro Finiguerra


scarica gratis il tuo contratto su misura

Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA