Diritto e Fisco | Editoriale

Agenzia delle Entrate e i nuovi poteri: il Grande Fratello ti guarda

18 Marzo 2013 | Autore:
Agenzia delle Entrate e i nuovi poteri: il Grande Fratello ti guarda

Sta per arrivare il decreto di attuazione del nuovo sistema di controllo dell’Agenzia delle Entrate che le consentirà di sorvegliare tutti i rapporti finanziari dal 2011.

 

Chi ha letto il libro di George Orwell, “1984”, ricorderà la trama: la società è governata da un onnipotente Partito (unico) con a capo il Grande Fratello che, attraverso delle telecamere installate per legge in ogni abitazione, spia la vita di tutti i cittadini, diffondendo propaganda 24 ore al giorno. In ogni città sono appesi cartelloni con la foto del GF con scritto “il Grande Fratello ti guarda”… E qui mi fermo.

È difficile non fare il paragone tra il Grande Fratello spione e il nuovo strumento di controllo che i nostri governanti hanno concesso al Fisco con il pretesto di combattere l’evasione. Nessuna vena polemica, ma molti come me si chiedono – per inciso, anche il Garante per la Privacy – come (e da chi) sarà trattata questa valanga di dati che riguardano l’utilizzo dei nostri soldi.

Veniamo al punto. Entro il 31 ottobre 2013 gli intermediari finanziari (banche, poste, società di investimento, gestori, ecc.) dovranno comunicare all’Agenzia delle Entrate tutte le informazioni relative ai rapporti finanziari attivi nel 2011 (conti correnti, deposito titoli e obbligazioni, gestioni patrimoniali, cassette di sicurezza, carte di credito/debito, prodotti finanziari assicurativi, acquisto/ vendita di oro e metalli preziosi, ecc.), mentre quelli del 2012 dovranno essere trasmessi entro il 31 marzo 2014.

Gli intermediari finanziari dovranno indicare il saldo iniziale al 1° gennaio e il saldo finale al 31 dicembre. E già questo sarebbe sufficiente, ma non per il Grande Fratello. Infatti, gli operatori dovranno anche fornire un documento riepilogativo con gli importi totali delle movimentazioni annuali, divise tra accrediti e addebiti per ogni tipo di rapporto.

Inoltre, dovranno essere registrate tutte le intestazioni fiduciarie (l’amministrazione e la gestione di patrimoni per conto terzi), i movimenti delle carte di credito e di debito, le cosiddette operazioni extra-conto (operazioni effettuate direttamente allo sportello attraverso contanti o assegni circolari), gli accessi alle cassette di sicurezza (attenzione quindi a non dimenticarvi l’orologio del papà), i buoni fruttiferi, i contratti derivati, le polizze assicurative e la compravendita dei metalli preziosi.

Se poi tra un anno l’evasione sarà sempre la stessa, come si giustificherà il Grande Fratello? Saremo noi a guardare lui? Ai posteri l’ardua sentenza.



Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube