Business | Articoli

Privacy nei contratti d’impresa

26 ottobre 2017 | Autore:


> Business Pubblicato il 26 ottobre 2017



Il trattamento dei dati personali nei contratti d’impresa richiede il rispetto di numerose norme e linee guida

Nel nostro articolo Privacy e dati personali: dal 2018 cambia tutto abbiamo parlato dei nuovi obblighi in vigore dal 25 maggio 2016 in tema di privacy. Il nuovo regolamento europeo relativo alla protezione dei dati personali delle persone fisiche ed alla libera circolazione di tali dati [1], sarà operativo a partire dal 25 maggio 2018 e imporrà l’obbligo di conformarsi alle nuove norme europee in materia di privacy.  Tale obbligo riguarda certamente anche il trattamento dei dati personali nell’attività d’impresa. Pensiamo ad esempio, ad un’impresa che vuole commercializzare i propri prodotti e pubblicizzarli o ad un professionista che deve raccogliere i dati personali dei propri clienti e le informazioni che li riguardano e che sono necessarie allo svolgimento dell’incarico. In queste situazioni vi è un uso – e dunque – un trattamento dei dati personali.

Nell’attività contrattuale e, più in generale, nei contratti d’impresa, infatti, i dati personali di un soggetto con le relative informazioni sono spesso trasferiti da un contraente all’altro. Per questo motivo chi raccoglie e utilizza i dati personali altrui per finalità aziendali, deve osservare regole particolari e adottare misure di garanzia per tutelare il diritto alla riservatezza delle persone. Il diritto alla privacy, inteso come tutela dei dati personali di una persona, infatti, è un diritto fondamentale del cittadino [2] tutelato anche dalla Costituzione oltre che dalla Convenzione Europea sulla salvaguardia dei diritti dell’uomo e delle liberta’ fondamentali del cittadino.

Le norme di riferimento

In linea generale, con riferimento alla normativa in tema di privacy, deve dirsi che il trattamento dei dati personali è regolato dal Codice privacy [3] emanato in attuazione di una direttiva europea [4] e, dal 25 maggio 2016, anche dal regolamento europeo  relativo alla protezione dei dati personali delle persone fisiche e alla libera circolazione di tali dati. Oltre a questo apparato normativo, i soggetti pubblici e privati che effettuano il trattamento di dati personali devono rispettare anche i Codici di deontologia e di buona condotta allegati al Codice della privacy e le Linee guida del Garante.

Codici di deontologia

I Codici di deontologia costituiscono un ulteriore apparato normativo in tema di trattamento dati personali da applicarsi in determinati settori. Sono allegati al Codice della privacy e disciplinano il trattamento dei dati personali in diversi settori, come ad esempio:

  • nell’esercizio dell’attività giornalistica;
  • per scopi statistici e scientifici;
  • per i sistemi informativi gestiti da soggetti privati in tema di crediti al consumo, affidabilità e puntualità nei pagamenti;
  • per svolgere investigazioni difensive o per far valere o difendere un diritto in sede giudiziaria;
  • per fini di informazione commerciale.

Linee guida

A fianco alle norme sopra elencate il corretto svolgimento dell’attività di trattamento dei dati personali, impone il rispetto delle Linee guida del Garante. Già dal nome si comprende che si tratta di indicazioni di carattere generale in relazione al trattamento di dati personali in vari ambiti. Il rispetto di queste indicazioni assicura la corretta applicazione dei principi stabiliti dal Codice privacy. Per comprendere l’importanza delle linee guida si pensi, ad esempio, al trattamento di dati personali della clientela in ambito bancario o al trattamento di dati personali contenuti in atti e documenti amministrativi, effettuato per finalità di pubblicità e trasparenza sul web da soggetti pubblici e da altri enti obbligati o ancora al trattamento di dati personali per profilazione online. In questi casi la presenza delle Linee guida è fondamentale nel guidare gli operatori chiamati al trattamento di questi dati al fine di evitare violazioni o trattamenti illegittimi.

 

 

note

[1] Regolamento UE n. 679 del 04.05.2016, denominato “General Data Protection Regulation”.

[2] artt. 1 e 2 Codice privacy.

[3] D. Lgs. n. 196/2003.

[4] Dir. 95/46/Ce e la Dir. 2002/58/Ce.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI