Diritto e Fisco | Articoli

IVA dovuta al creditore anche se non previsto nel titolo

19 Marzo 2013
IVA dovuta al creditore anche se non previsto nel titolo

Nel caso di esecuzione forzata, il debitore deve sempre pagare, al creditore, anche l’IVA sul capitale riscosso.

Il creditore che agisce in via esecutiva ha sempre diritto a ottenere dal debitore il pagamento, insieme al capitale, anche dell’IVA: e ciò pure se il titolo (per esempio una sentenza di condanna) non lo preveda espressamente. Infatti – chiarisce una sentenza della Cassazione [1] – l’obbligo di corrispondere tale imposta deriva direttamente dalla legge e quindi non c’è bisogno di una espressa previsione anche nel titolo.

Sulla base di tale principio, la Suprema Corte ha respinto il ricorso presentato da un debitore, che era stato oggetto di un’esecuzione forzata, il quale chiedeva di non versare l’Iva sulla prestazione legale eseguita in suo favore, poiché il titolo non prevedeva anche il pagamento dell’imposta.


note

[1] Cass. sent. n. 6111 del 12.03.2013.


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

1 Commento

  1. Esistono plurime decisioni in base alle quali il debitore è tenuto all’IVA “solo se dovuta”, escludendo che sia dovuta quando il creditore, soggettop Iva, può portare l’Iva in detrazione. E’ un problema che si pone spesso, praticamente per ogni sentenza contenente condanna alle spese in favore di soggetto Iva, e sarebbe opportuna una trattazione un pò più approfondita.

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube