Business | Articoli

Prezzo del volo? Dipende da luogo e dispositivo

30 ottobre 2017


Prezzo del volo? Dipende da luogo e dispositivo

> Business Pubblicato il 30 ottobre 2017



Il costo del biglietto aereo tiene conto di diverse variabili: luogo di acquisto, dispositivo utilizzato, sistema operativo

È un fatto oramai noto che i prezzi dei biglietti aerei variano in base al tempo di anticipo con cui si prenota, al giorno, perfino all’ora in cui effettivamente si comperano. Ma che dipendano anche dallo strumento con cui si acquistano per alcuni costituisce una novità. Da più parti, infatti, è stato segnalato che la prenotazione online di un biglietto da un computer ad un altro, oppure da uno smartphone o un tablet ne fa cambiare il prezzo. Il costo del biglietto aereo che si vuole acquistare cambia a seconda del luogo o dal dispositivo dal quale ci si collega.

Ma perché accade questo?

Questo fenomeno accade perché in rete ciascun utente lascia una miriade di informazioni. Sono quelli che vengono definiti Big Data. Come già analizzato nell’articolo Big data: cosa sono?, infatti, la vita di ciascun’individuo è fatta di tracce e interazioni lasciate sul web.  Attraverso i comportamenti online di un consumatore, i suoi acquisti, i suoi spostamenti registrati tramite la geolocalizzazione, l’utilizzo della carta di credito, le informazioni ricavate dal suo cellulare ecc. è possibile conoscere nel dettaglio le sue abitudini così come quelle di una popolazione intera.

Così, questi big data, ossia le informazioni lasciate in rete vengono analizzate ed utilizzate dai siti di prenotazione i quali, attraverso degli algoritmi, sono in grado di capire quanto ciascuno è in grado di spendere. Perciò se ci si collega da un pc di ultima generazione collocato in un ufficio del centro città, gli algoritmi elaboreranno dei risultati differenti in ordine alla propensione alla spesa dell’utente rispetto al caso di un pensionato di un piccolo paese di montagna che si collega da un vecchio pc.  Questo fenomeno, appunto, spiega perché due soggetti, possono visualizzare (e poi acquistare) nello stesso momento due prezzi differenti dello stesso volo a parità di sedile.

I vettori aerei – ma lo stesso avviene per i biglietti dei treni – decidono i prezzi usando appunto i big data per massimizzare il profitto all’interno di una stessa classe di volo. Per questo motivo nella stessa classe ci possono essere fino a quindici diverse fasce di prezzo.

Come funziona in concreto?

Il prezzo del biglietto dunque è il risultato di una serie di dati incrociati, primo tra tutti quello della geolocalizzazione del cliente. Fa differenza, infatti, che si trovi in città o in campagna, al Nord o al Sud. Altro dato poi è il dispositivo utilizzato: a parità di luogo il prezzo del biglietto è più alto se il dispositivo usato per l’acquisto è un tablet o uno smartphone rispetto al pc.  O ancora, influisce sul prezzo finale del biglietto anche il sistema operativo: iOs, di Apple, è generalmente utilizzato da una fascia di popolazione con maggiore capacità di spesa a differenza di Android. Non da ultimo il tempo della prenotazione: gli acquisti effettuati nella prima parte della settimana generalmente sono più cari perché l’algoritmo li elabora come viaggi di lavoro. Nel weekend il prezzo medio si abbassa.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

ARTICOLI CORRELATI

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI