Tech | Articoli

Batteria dell’iPhone: come sapere se va sostituita

6 dicembre 2018


Batteria dell’iPhone: come sapere se va sostituita

> Tech Pubblicato il 6 dicembre 2018



Il tuo smartphone si scarica molto rapidamente? La batteria dura molto meno rispetto al passato e pensi di sostituirla? Aspetta: non tutto è perduto! Ecco come controllare se è ancora in salute ed evitare di spendere i tuoi risparmi

Con il passare del tempo e soprattutto dopo tanti cicli di carica, è inevitabile che la batteria del tuo iPhone perda colpi: è un problema che affligge tutti e che certamente può diventare fastidioso, soprattutto se è necessario mettere in carica il melafonino ogni due ore o giù di lì. Il primo pensiero? “Non c’è tempo da perdere, devo sostituirla prima che sia troppo tardi!”. Ma non è detto: non è sempre necessario. O almeno per il momento… Può darsi infatti che la tua batteria sia ancora in perfetta salute e che bastino solo dei piccoli accorgimenti per farla durante ancora. Quello che devi fare, prima ancora di mettere mani al portafogli, è verificare lo stato di salute con i sistemi che vedremo in seguito. Sistemi che vanno dal controllo dello stato della batteria tramite iPhone, all’utilizzo di un Mac o all’installazione di apposite applicazioni e, in ultima analisi, alla richiesta di assistenza remota ad Apple.

Se invece, tramite l’uso delle nostre app, sospettiamo che la batteria sia difettosa diamo prima uno sguardo a questo approfondimento che ci illustra come la legge ci tutela in caso di difetti nascosti. Ma procediamo per gradi e vediamo come controllare lo stato della batteria dell’iPhone e sapere se va sostituita.

 Come controllare la batteria direttamente dall’iPhone 

Uno dei metodi più semplici e pratici per controllare lo stato della batteria del tuo iPhone è quello utilizzare gli strumenti messi a disposizione direttamente dalla casa madre. Strumenti che puoi trovare nelle impostazioni del tuo smartphone.

Una delle novità di iOS 11.3 è infatti, la funzionalità denominata Stato Batteria, che consente di verificare la Capacità Massima o la capacità della batteria in rapporto a quando era nuova. Un’utilissima funzione affiancata dal cosiddetto misuratore di Capacità Massima Prestazioni, che consente di valutare le prestazioni più rilevanti.

  

I passaggi da compiere per visualizzare lo stato della batteria sono: entrare in Impostazioni e tappare su Batteria e poi Stato Batteria. Qui, se il valore riportato è compreso tra il 70% e il 100%, la batteria è ancora nuova o valutata come tale e svolge al meglio la sua funzione.

Nella sezione Capacità Massima prestazioni, invece, va selezionata la funzione Stato Batteria. Se le prestazioni sono nella norma ti verrà segnalato che: La tua batteria al momento offre prestazioni di picco standard. Se la batteria scende sotto il 70%, potrai considerarla quasi alla fine o comunque troppo vecchia per poter reggere a lungo. Ma anche in questo caso, non c’è bisogno di disperare: il tuo iPhone, infatti, in maniera automatica, tenterà di mantenere il livello di carica ottimale, a discapito però, della diminuzione delle performance o riducendo alcuni parametri come il volume, la luminosità e l’intensità della vibrazione.

Misurare le prestazioni della batteria dei vecchi iPhone

Se hai una versione di iPhone precedente al 6, che non supporta iOS 11.3, il discorso cambia, visto che non sono presenti le funzioni riportate nel paragrafo precedente. Ma puoi comunque evitare di andare subito in un centro Apple per verificare i problemi della tua batteria. In tuo aiuto infatti, ci sono delle applicazioni gratuite che servono a individuare le app installate e i servizi dell’iPhone che consumano più energia, e la quantità di carica ottenibile; strumenti ottimi per capire da subito se dobbiamo sostituire la batteria o se regge ancora…

L’app Battery Life, disponibile gratuitamente su App Store (https://apple.co/2KSsmZZ), ad esempio, è in grado di fornirti informazioni sullo stato della batteria e sui cicli di ricarica.

Tra le altre app degne di nota consigliamo, Battery Life Doctor (https://apple.co/2SsnY6u): nella sezione Design Capacity viene mostrata la capienza della batteria al momento della produzione e la quantità di energia realmente immagazzinabile che, generalmente, nel tempo tende a diminuire.

Un’altra mano, in tal senso, viene direttamente dai tecnici di Cupertino, che hanno diramato delle indicazioni che ti aiutano a capire se e quando è il momento di cambiare la batteria. Ovvero:

  • • Le app impiegano tanto tempo per aprirsi;
  • • Durante lo scorrimento delle pagine si riscontrano dei lag (micro-blocchi);
  • • Si verifica una drastica diminuzione della luminosità;
  • • Registri una diminuzione del volume degli speaker;
  • • È impossibile usare il flash;
  • • Le app non si aggiornano in background.

Controlla la batteria dell’iPhone col Mac

Se non sei sicuro dei test effettuati e hai ancora bisogno di certezze, puoi sempre ricorrere all’utilizzo di un iMac o un MacBook, portando a termine un controllo della batteria in maniera ancora più approfondita attraverso la Console integrata nel sistema operativo. Anche in questo caso però per utilizzare questo metodo devi possedere almeno un iPhone 6 o successivo, con un sistema operativo aggiornato a iOS 11.3 o alle versioni seguenti.

Ma vediamo passo passo come procedere per controllare lo stato della batteria dell’iPhone con Mac usando la “console” presente su ogni Mac con macOS: basta digitare console in Spotlight, collegare l’iPhone al Mac e cercare nella stringa di ricerca batteryhealth. Verrà visualizzato un piccolo report che indica lo stato della batteria: Good vuol dire che la batteria è nuova.

Un altro metodo per verificare lo stato della batteria del nostro iPhone passando dal Mac è tramite l’app Coconut Battery (scaricabile qui http://bit.ly/2QzrkHI). È un’applicazione per OS X 10.11 e seguenti, in auge da molti anni, di provata attendibilità e consente di controllare sia lo stato della batteria del Mac portatili, sia quella dei dispositivi iOS quali iPhone, iPad e iPod touch. Le informazioni sulle batterie dei dispositivi iOS si possono ottenere collegando i dispositivi via USB. Ecco come procedere.

  • • Collega l’iPhone al Mac usando il cavo Lightning/USB, consenti al computer di accedere alle informazioni sul telefono (click su Continua nella finestra di iTunes) e autorizza l’accesso da parte del computer sul telefono indicando il codice di sblocco.
  • • Avvia l’applicazione e seleziona la sezione iOS Device.
  • • Verranno mostrati vari dettagli sul telefono e sullo stato della batteria: la data di produzione, la versione del sistema operativo, lo spazio utilizzato, amperaggio, il numero di cicli, temperatura e altri dettagli.

Coconut Battery è particolarmente importante per chi ha un vecchio dispositivo o è in procinto di acquistarne un modello usato così da scoprire l’usura del device.

Controllo batteria dell’iPhone con l’aiuto del supporto Apple

Infine, in caso di presunto malfunzionamento della batteria, un modo semplice e sicuro per eseguire dei controlli è sfruttare l’app Supporto Apple (scaricabile gratuitamente da https://apple.co/2PdClK9).

Una volta installata, apri l’app, seleziona il tuo iPhone dall’elenco dispositivi e da qui fai tap sulla sezione Alimentazione e carica della batteria. D’ora in poi puoi chattare con un consulente e chiedere un controllo sullo stato della batteria per capire se sta funzionando bene o richiede assistenza. In aggiunta, se serve aiuto per la sostituzione della batteria, puoi contattare i tecnici Apple per conoscere le opzioni di assistenza. La garanzia di un anno di Apple, AppleCare+ e le leggi per la tutela dei consumatori includono la copertura dell’assistenza per una batteria difettosa. Se la tua batteria non dispone di una copertura di assistenza, Apple offre un servizio di sostituzione a pagamento.

Si può sostituire la batteria dell’iPhone da soli?

Se hai a disposizione smartphone non compatibili con i programmi di sostituzione delle batterie a prezzo “concordato”, o fuori garanzia, e vuoi “fare da solo”, beh, sappi che esistono in commercio dei kit specifici per la sostituzione della batteria, comprensivi di batteria, cacciaviti e altri strumenti che consentono di effettuare la sostituzione, ovviamente a patto di avere una discreta manualità con questi prodotti.

I device più semplici da maneggiare da questo punto di vista sono certamente l’iPhone 4 e il 4s. Ma anche l’iPhone 5, 5s, il 6 e il 6s, che, per come sono stati ingegnerizzati da Apple, non sono troppo complessi da smontare.

In ultima analisi, se le app che consigliamo riportano uno scenario di bassa percentuale ma non vuoi ancora cambiare cellulare e non ti senti qualificato nel sostituire la batteria, il consiglio è di raggiungere centro Apple più vicino e farti aiutare da tecnici esperti.


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI