Diritto e Fisco | Articoli

Non paga l’IMU il terreno incolto di zone montane e collinari

19 Marzo 2013
Non paga l’IMU il terreno incolto di zone montane e collinari

I terreni incolti ubicati nelle zone montane e collinari non pagano l’Imu, versano, invece, l’Irpef sulla base del reddito dominicale. Il chiarimento è arrivato con la circolare dell’Agenzia delle Entrate [1].

La legge afferma che gli immobili soggetti all’imposta municipale (IMU), se non locati, non devono assolvere l’Irpef sulla rendita fondiaria. Tale agevolazione si applica ai titolari di redditi fondiari e, quindi, soltanto alle persone fisiche e alle società semplici. Se, invece, gli immobili usufruiscono di esenzione dall’IMU devono versare l’Irpef. È il caso dei terreni agricoli situati in zone di collina e di montagna i quali sono esclusi dall’imposta municipale. I proprietari di questi terreni sono quindi tenuti a pagare l’Irpef sul reddito dominicale rivalutato dell’80%.

La stessa regola vale per i terreni incolti tenuti al pagamento dell’Imu i quali, se collocati in montagna o collina, sono esenti dall’imposta.

I fabbricati rurali a uso strumentale non scontano il tributo locale e neanche quello sui redditi.


note

Servizio a cura di METAPING

Articolo di Gian Paolo Tosoni, su Il Sole 24 Ore del 19.03.13, pag. 18.

 

 

[1] Circolare n. 5/E/2013.


Sostieni LaLeggepertutti.it

La pandemia ha colpito duramente anche il settore giornalistico. La pubblicità, di cui si nutre l’informazione online, è in forte calo, con perdite di oltre il 70%. Ma, a differenza degli altri comparti, i giornali online non hanno ricevuto alcun sostegno da parte dello Stato. Per salvare l'informazione libera e gratuita, ti chiediamo un sostegno, una piccola donazione che ci consenta di mantenere in vita il nostro giornale. Questo ci permetterà di esistere anche dopo la pandemia, per offrirti un servizio sempre aggiornato e professionale. Diventa sostenitore clicca qui

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema (max 1000 caratteri). Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 


NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI

CERCA SENTENZA

Canale video Questa è La Legge

Segui il nostro direttore su Youtube