Diritto e Fisco | Articoli

Nuova tassa sulle auto dal 2019

6 dicembre 2018


Nuova tassa sulle auto dal 2019

> Diritto e Fisco Pubblicato il 6 dicembre 2018



L’imposta si somma al bollo e resterà in piedi per almeno tre anni. Nuovo balzello fino a tremila euro ad auto.

Quanti speravano che il nuovo governo intervenisse sul bollo auto, eliminando o quantomeno riducendo una delle più odiate imposte del nostro sistema tributario, resteranno di stucco nell’apprendere che, invece, la tassazione ora raddoppia. Non solo il bollo, ma anche un nuovo balzello da 150 euro a un massimo di tremila euro, che andrà a colpire circa un milione di auto. La misura, appena inserita nella legge di bilancio in via di definitiva approvazione, servirà a coprire i bonus sulle auto elettriche. Non c’è da stare allegri: la nuova tassa sull’auto resterà in piedi fino al 2021. Insomma, per tre anni – salvo ovviamente rinnovi – avremo un doppio bollo auto. Vediamo meglio come funziona la misura fiscale.

La legge introduce, per il periodo che va dal 1° gennaio 2019 e fino al 31 dicembre 2021, un’imposta sull’acquisto (anche sottoforma di locazione finanziaria) di un’auto nuova di categoria M1 (veicolo a motore destinato al trasporto di persone, avente al massimo otto posti a sedere oltre al sedile del conducente). 

La nuova tassa potrà arrivare a 3mila euro per ogni nuova vettura immatricolata

A versare la nuova tassa saranno quindi gli acquirenti finali, non le case produttrici, né le concessionarie. Prima domanda: il mercato dell’auto subirà un ulteriore tracollo?

L’imposta varierà da 150 e a 3mila euro e verrà parametrata sulla base di 9 fasce di emissioni al numero dei grammi di biossido di carbonio emessi per chilometro eccedenti la soglia di 110 CO2 g/km. Seconda domanda: visto che saranno tassate auto come la Panda e numerosissime utilitarie, la tassazione non finisce per colpire proprio le fasce più povere, quelle cioè che oggi non possono permettersi un’auto elettrica?

Il gettito così raccolto andrà invece a costituire un fondo da elargire a chi acquista auto di ultima generazione (e quindi più costose) caratterizzate da basse emissioni inquinanti. A questi ultimi sarà dato un incentivo tra i 1.500 e i 6.000 euro sulla base di 3 fasce di emissioni. Anche in questo caso il contributo finirà nelle tasche dell’acquirente mediante uno sconto sul prezzo di acquisto da parte del venditore che se lo vede rimborsare dalle aziende costruttrici o importatrici del veicolo e lo recuperano come credito d’imposta. Terza domanda: e se il venditore incassa il bonus e lascia invariato il prezzo del veicolo? Come farà l’acquirente a sapere se il corrispettivo versato è già al netto o al loro del bonus visto che l’importo viene erogato non a lui ma al concessionario?

Si tratta di una misura che penalizza le auto utilitarie e chi ha un reddito basso

Marco Stella, amministratore delegato della Duerre di Maranello, intervistato dal Sole 24 Ore nel giornale di oggi che esce in edicola, ha così commentato la nuova tassa auto 2019: «È un provvedimento elitario, altro che incentivi all’auto elettrica. Ma quello che è più incredibile, soprattutto per un Governo come questo, è che siamo in presenza di un Robin Hood al contrario, che toglie ai poveri per dare ai ricchi». Tutto questo, infatti, viene stabilito per incentivare l’acquisto di solo 120mila automobili all’anno che possono ricevere il bonus sulle auto elettriche. A fronte di ciò, a perderci saranno circa un milione di acquirenti. Ultima domanda: perché si toglie a molti per dare a pochi?


Per avere il pdf inserisci qui la tua email. Se non sei già iscritto, riceverai la nostra newsletter:

Informativa sulla privacy
DOWNLOAD

28 Commenti

  1. Ma la misura riguarderà le auto acquistate /prese in leasing a partire dal 01.01.2019 oppure tutte le auto, anche quelle acquistate precedentemente?

      1. Da quel che si capisce le tasse saranno 2 una sull’acquisto del nuovo, l’altra sui bolli, tutti i bolli auto vecchie e nuove

  2. Se non si era ancora capito sono dei veri incompetenti oppure hanno interesse in settori di auto elettriche minimamente prodotte in Italia
    Saranno felici i lavoratori del settore auto.
    Staranno a casa a godersi il reddito di cittadinanza.E a guardare con il binocolo il traguardo della pensione.

  3. Dovremo fare come in Francia. Scendere in piazza , ma noi Italiani non lo faremo mai. Popolo di caproni me compreso.

    1. Ciao sono daccordo con te qui a l anno nuovo bisogna mettere a ferro e fuoco l italia perché se andiamo avanti cosi i cosi detti politici e governo ci metteranno in mutande e i porci si ingrassono di piu adesso basta

      1. Caro sig. Antonino, perche’ mettere a ferro e a fuoco l’Italia?
        Basterebbe solo andare tutti a Roma e fare capire agli incompetenti sig. Politici che e’ tempo di cambiare aria.
        Mi piacerebbe vedere alcuni milioni di ITALIANI tutti a ROMA

        1. Io ti accompagno, bisogna cacciarli sono degli idioti, non capiscono niente di niente,, mandiamoli a casa prima che facciano un disastro totale !!!

          1. Perchè vi ostinate a non voler capire che siamo sotto dittatura delle istituzioni finanziarie internazionali, cioè inglesi. I nostri governi sono stabiliti da loro a tavolino e non si preoccupano nemmeno più di truccare le elezioni, tanto non le fanno più. Non serve andare a Roma, si rischia che i Black-bull controllati dai servizi segreti scatenano qualche tafferuglio e creano il pretesto per l’intervento degli elmetti, con conseguente lavoro sporco dei media che confonderebbero l’opinione pubblica. Vuoi fare qualcosa?? Non fare quello che ti voglio no far fare. Cioè, non andare più allo stadio, non vedere i mondiali, annullla la pay.tv, cancellati da facebook e tutto il resto, Non guardare + tv ecc.ecc. così non ti possono indottrinare. Ma la maggior paete della gente non ha le palle per farlo, ed allora seite finiti,, la dittatura avanza e non si ferma mai più.

  4. Io volevo cambiare macchina… ma andassero tutti affan***o !! Mi tengo la mia finché non schiatta.
    Getitto ? Da me hanno perso 1500 euro di bollo+superbollo (che già mi frenava all’acquisto) e parecchia IVA + IPT. Adesso hanno aggiunto pure questa. Mi tengo la mia finché non crepa (spero insieme a loro)… e la sportiva la noleggio quando voglio divertirmi.

  5. Io ho un auto benzina/gpl quando lo acquistata 2015 ci stava l’incentivo che per cinque anni non si paga bollo adesso adesso mi tocca pagare il bollo nonostante inquino meno.
    Assurdo! Ma vero…sono pure un votante 5stelle spero che rivedano questa legge.

  6. E non è finita. Adesso vogliono equiparare nel prezzo le polizze auto al nord e al sud. La mia auto passerebbe da 500 a 1500 euro. Lasciate fare a Gigino! !!!! Troppo difficile invece far pagare di più a chi accumula ogni anno falsi incidenti. Più facile incastrare tutti noi coglioni del nord.

  7. E’ sicuramente una tassa insensata che in qualsiasi caso andrà a colpire chi ha poco reddito e la dice lunga sulla capacità di pensare del leader dello Sviluppo Economico. E’ più sensato fare uno sconto sull’IVA, perchè chi compera una macchina di questo tipo è sicuramente o una Partita Iva ( che la può scaricare dalle tasse ) oppure un ricco. a cui non gli frega niente di quanto costi. Come può il popolo spendere 80.000 o più euro per cambiare macchina ? Inoltre i benefici per la salute sarebbero inesistenti perchè sarebbero acquistate solo poche auto, mettendo in crisi l intero settore delle auto. Quindi è meglio che qualcuno torni a scuola di buon senso.C’è poi una cosa che non hanno minimamente pensato, cioè i trasporti pubblici.Si comperano treni e autobus, scartati da altri stati perchè in fine alla loro vita (mediamente 7-8 anni), per farli funzionare nel nostro paese, inquinando a più non posso, per altri 4-5 anni.. Allora la soluzione non può essere semplicistica, ma cè bisogno di sostituire in tutti gli autobus obsoleti, sostituire le auto di servizio dei comuni, dei vigili, della Polizia, dei Carabinieri, dell’ Esercito in quanto più di qualcuna è euro 1, però circolano lo stesso nei centri delle città, perchè loro sono autorizzati. E’ questo il buon esempio del BUON PADRE DI FAMIGLIA che da lo Stato? Facciano i termovalorizzatori nelle grandi città e tolgano tutta l’immondizia di Roma, Napoli ecc… e si facciano leggi per punire severamente chi da fuoco all’immondizia e poi parlino di tasse sulle auto popolari. E poi a cosa serve la revisione dei fumi delle auto con piò di 4 anni di vita se hai già deciso che devo pagare una tassa Se la revisione è a posto significa che anche non inquino o no? Poi l’energia elettrica viene prodotta con carbon fossile ed altri inquinanti, quindi oltre a quello sopra non si risolve il problema ma lo si sposta da un’altra parte .C’è da vergognarsi avere dei politici del genere.

  8. E’ la riconferma, semmai ne fosse stato bisogno, che la politica la dirigono i grossi gruppi industriali e banchieri senza scrupoli, alla faccia di tutti gli elettori, bianchi o neri che siano ( in riferimento al colore politico e non a quello della pelle). Mettessero, invece, un’imposta patrimoniale sui grossi depositi bancari e con il ricavato dare da mangiare ai poveri, rispolverando il Piano Marshall in versione italiana.

  9. Vergogna. Solo questo. Il resto lo penso ma è troppo peso da scrivere. Io sono stata educata bene. Ma il mio cervello ragiona da sé.

  10. …. mi arrabbio tanto quanto leggo la nuova tassa, rottamazione, ecc… dunque si deve sapere che in italia i vari ministri di governi scorsi, e da quel che sento, da quello attuale, zono mininamente all”oscuro che con pochissime centinaia di , si può istallare un dispositivo aggiuntivo, che produce per mezzo di elettrolisi idrogeno, che abbatte totalmente le emissioni nocive, io ho istallato un impianto del genere su una vettura di 10 anni Euro 4 con fap, bene alla normale scadenza della revisione del mezzo, il risultato è stato Emissioni ZERO, ZERO, ZERO, tanto che da quando ho montati questo dispositivo, non avviene nemmeno più l’autorigenerazione del fap, quindi niente nuvole di polveri sottili ecc… allora, tutto questo bisogna segnalarlo alle persone competenti che affollano gli uffici del ministero dei trasporti, perche si devono piegare alle lobby dell’elettrico, quando con poche centinaia di euri, e due litri di acqua distillata ogni 5.000 km circa , si risolve il problema inquinamento delle auto inquinanti, e nn riesco a capire perché questo sistema nn venga montato direytamente sulle auto di nuova generazione… ehhhhh si il cittadino deve sempre pagare, spremuto sino a togliere il respiro,… aggiungo dopo 26.000 km gia percorsi con, la mia quattroruote, sono pienamente soddisfatto, senza aver avuto mai nessun inconveniente,… www. impiantidrogeno. it
    … aggiungo che è stata vietata la pubblicità sulle riviste del, settore automobilistico, non ricordo da, quale governo, inpianto nn soggetto a revisione o trascrizione su libretto, quando si cambia la vettuta, può essere smontato e messo sulla nuova,…. italiani svegliamoci un po’ e respingiamo i “cetrioli” al mittente

    1. Molto interessane il suo commento, lo pubblichero’ su facebook, non conoscevo l’esistenza di un dispositivo che abbatte le polveri nocive della combustione delle auto !!! Lo chiederoì anche al mio meccanico. Ora cerco notizie su Google. Grazie!!!

  11. Io non pago un caz perché pagare il bollo che è una tassa inutile! anche perché le strade so Na merda e le macchine si distruggono dovete pagare voi a noi Di Maio pagace i danni no che aumenti le tasse ma chi se la può permettere una macchina nuova ma stai fuori e poi se tanto volevi levare il diesel le auto dovevano essere date in cambio della vecchie ma purtroppo l’Italia è un magna magna

  12. ahahaahhaah, a me non frega un bel niente, possono aumentare tutto, io sono anni che non pago bolli, assicurazioni e altre stronzate, ma si sà voi CAPRE IGNORANTI continuate a lamentarvi al bar e su fesbuk, tanto avete soldi a palate, altro che, ogni giorno per strada ci sono migliaia di auto nuove e modelli appena usciti, la crisi? Si ce l’avete in testa, non nel portafoglio! Qualche giorno fà sono andato in un concessionario a cercare un libretto cartaceo e mi ha detto che non riescono a stare dietro alle ordinazioni delle auto nuove, ennesima conferma che il caprame ha tanti soldi per quanto è IGNORANTE!

Lascia un commento

Usa il form per discutere sul tema. Per richiedere una consulenza vai all’apposito modulo.

 



NEWSLETTER

Iscriviti per rimanere sempre informato e aggiornato.

CERCA CODICI ANNOTATI